Jarvis Cocker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jarvis Cocker
Jarvis Cocker nel 2009
Jarvis Cocker nel 2009
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Genere Alternative rock
Indie rock
Indie pop
Art rock
Post-punk
Britpop
Periodo di attività 1978 – in attività
Strumento voce, tastiere, chitarra, basso
Sito web

Jarvis Branson Cocker (Sheffield, 19 settembre 1963) è un musicista britannico, conosciuto principalmente per essere il cantante dei Pulp.

Cocker proviene da una famiglia di musicisti, lo erano suo padre, Matthew "Ghion" Cocker-Logan, e suo zio. Non è invece parente di Joe Cocker, che peraltro è amico della sua famiglia.

Pulp[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 15 anni, mentre frequenta ancora la The City School, Cocker fondò gli "Arabacus Pulp" (nome sentito durante una lezione di economia). Dopo svariati cambi di formazione e dopo aver accorciato il nome in "Pulp", il gruppo conobbe finalmente un certo successo negli anni '90, con i loro album più famosi: His 'n' Hers (1994) e Different Class (1995).

In occasione dei BRIT Awards 1996 Cocker salì sul palco come segno di protesta contro l'esibizione di Michael Jackson che stava cantando il suo ultimo successo Earth Song,circondato da bambini adoranti ed un rabbino, come una sorta di Cristo. A quel punto Cocker ed il suo ex compagno di band salirono all'improvviso sul palco come segno di protesta. Più avanti Cocker fu trattenuto ed interrogato per sospetta aggressione dalla polizia, ma venne rilasciato senza accuse. Le reazioni della stampa all'episodio furono eterogenee. Sul numero del 2 marzo 1996 della rivista "Melody Maker", ad esempio, si acclamava la nomina a cavaliere dell'impero britannico di Cocker, ed il suo amico Noel Gallagher degli Oasis dichiarò: "Jarvis Cocker è una star e dovrebbe essere nominato baronetto" e, riguardo al comportamento di Jackson,: "che credeva di fare Michael Jackson venendo in questo paese dopo tutto quello che ha fatto (e credo che tutti sappiano di cosa sto parlando), vestito di bianco, cioè, come se fosse il messia, voglio dire, ma chi si crede di essere? Me?"[1].

In ogni caso, altri giornali e gli organizzatori dei BRIT Awards non la pensavano così e rimasero sconvolti dal comportamento di Cocker. Cocker, rispondendo alle domande incalzanti dei media, dichiarò: "La mia azione ha voluto essere una forma di protesta contro Michael Jackson, che vede sé stesso simile a Cristo, una figura con poteri curativi...sono solo salito sul palco...non ho fatto male a nessuno, a quanto ricordo".[2]

L'attenzione riservatagli dalla stampa per il gesto fece schizzare le vendite dell'album dei Pulp alle vette delle classifiche e gli fruttò una statua di cera, del costo di 30.000 sterline, esposta al Rock Circus[3] di Londra.

Cocker è anche noto per le sue osservazioni argute riguardo l'ambiente culturale, durante gli anni '90 è stato spesso ospite di show televisivi ed ha presentato alcune puntate di un programma d'arte sulla BBC. È stato coautore di vari pezzi ("Walk Like A Panther", "1st Man in Space", "Drive Safely Darlin'", "Stars On Sunday", e "Happy Birthday Nicola") dell'album Pickled Eggs & Sherbet degli All Seeing I (1999) ed è sua la voce solista nella canzone "Drive Safely Darlin'".

I Pulp dettero alle stampe altri due album (This Is Hardcore e We Love Life)acclamati dalla critica ma che non ebbero lo stesso successo di pubblico di "Different Class". Dopo l'uscita di un greatest hits la band non ha fatto più parlare di sé. Cocker vive a Londra dopo il divorzio nel 2009 dalla moglie Camille Bidault-Waddington, stylist, da cui ha avuto un figlio, Albert, nato nel 2003.

Dopo I Pulp[modifica | modifica wikitesto]

Cocker ha diretto alcuni video, tra cui "On" di Aphex Twin, Sudden Rush di Erlend Øye e Aftermath dei Nightmares on Wax.

È riemerso nel 2003 con un nuovo album, ma con lo pseudonimo di "Darren Spooner" , con la sua nuova band, i Relaxed Muscle. Sempre nel 2003 è apparso nell’album Richard X Presents His X-Factor Vol. 1, di Richard X. Il 2004 ha visto Cocker di nuovo agli onori delle cronache grazie a due collaborazioni, una con Nancy Sinatra nel suo nuovo album, e l’altra con Marianne Faithfull nel suo Kissin' Time, con la canzone Sliding through Life on Charm."

Nel 2005 Jarvis Cocker è stato coautore di tre canzoni ("La Degustation", "Basque Country" and "Fred de Fred") nel disco di debutto omonimo del duo francese, ma emigrato a Sheffield, The Lovers. Ha anche contribuito alla colonna sonora di Harry Potter e il calice di fuoco con tre pezzi, da lui scritti ed interpretati: "This is the Night", "Do The Hippogriff" and "Magic Works". Ha anche avuto una breve parte nel film interpretando il cantante del gruppo di stregoni pop Weird Sisters (che però non vengono nominate nel film a causa di una disputa legale col vero gruppo Wyrd Sisters). Il gruppo creato per il film comprende anche Jonny Greenwood e Phil Selway dei Radiohead, Steve Mackey dei Pulp, Jason Buckle dei Relaxed Muscle e Steve Claydon dei Add N to (X). Nello stesso anno ha anche fatto una cover della canzone "I Can't Forget" di Leonard Cohen come parte di un tributo per la presentazione del film Leonard Cohen: I'm Your Man.

Nel 2006 Cocker è apparso negli album Monsieur Gainsbourg Revisited (con la canzone "I Just Came to Tell You That I'm Going", insieme a Kid Loco, già dj/remixer degli italiani The Transistors) e Rogue's Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs, and Chanteys (nella canzone "A Drop of Nelson's Blood"). La sua canzone “Running the World” appare nei titoli di coda del film I figli degli uomini. Sempre nel 2006, insieme a Steve Mackey, ha curato l’uscita del doppio cd “The Trip”, che vanta un’ampia selezione di artisti tra cui The Fall, Gene Pitney, The Beach Boys e The Polecats. Ha anche collaborato alla stesura dei testi di Charlotte Gainsbourg per l’album 5:55, insieme a Neil Hannon (leader di The Divine Comedy), ed ai membri della band Air. Il 12 ottobre 2006 un Jarvis Cocker ha interpretato uno dei personaggi dello show radiofonico di BBC Radio 2, all’interno del 'Imagine' competition.

Jarvis Cocker sta proseguendo con la sua carriera solista, dopo che suo padre Matthew Cocker-Logan gli ha chiesto di comprargli una casa di riposo. Il suo album di debutto, Jarvis, è uscito nel Regno Unito il 13 novembre 2006 e nel marzo 2007 è apparso nell’album Pocket Symphony della band francese Air.

Il giorno di San Valentino 2007, è stato scelto per premiare col Best British Newcomer (miglior artista esordiente inglese) i Fratellis ai Brit Awards.

Jarvis ha recentemente collaborato con Beth Ditto (The Gossip) alla cover del classico anni ’80 Temptation, degli Heaven 17 in occasione degli NME Awards a Londra.

Quest’anno Jarvis dovrebbe essere il direttore artistico del Meltdown Festival che si svolgerà presso il South Bank Centre di Londra in giugno.[4]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

vedere Pulp per gli album realizzati con questo gruppo

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Noel Gallagher intervistato da Chris Evans per TFI Friday, 1996
  2. ^ http://www.mlp.cz/space/opatrilp/Pulp/the_Brits_96.html
  3. ^ Madame Tussauds London
  4. ^ Le Guardian

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 79901907 LCCN: nb98038327