Ivone De Franceschi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ivone De Franceschi
Padova, giovanili anni '90 - De Franceschi, Del Piero, Boscolo.jpg
De Franceschi (a sinistra) assieme a Del Piero e Boscolo, nelle giovanili del Padova nei primi anni novanta.
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2007 - giocatore
Carriera
Giovanili
1984-1994 Padova Padova
Squadre di club1
1994-1995 San Dona San Donà 19 (3)
1995-1996 Rimini Rimini 31 (5)
1996-1998 Padova Padova 56 (9)
1998-1999 Unione Venezia Venezia 17 (0)
1999-2000 Sporting Lisbona Sporting Lisbona 25 (3)
2000-2001 Unione Venezia Venezia 11 (0)
2001 Salernitana Salernitana 10 (1)
2001-2002 Unione Venezia Venezia 29 (1)
2002-2004 Chievo Chievo 8 (2)
2004 Bari Bari 15 (1)
2004-2005 Chievo Chievo 3 (0)
2005-2007 Padova Padova 61 (7)
Carriera da allenatore
2011-2014 Padova Padova Collaboratore tecnico
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 luglio 2014

Ivone De Franceschi (Padova, 1º gennaio 1974) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, direttore sportivo dell'Unione Venezia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera è stata soprattutto legata al Padova, dove arriva all'eta di dieci anni,[1] e per il quale ha disputato numerose stagioni indossando per lungo tempo la fascia di capitano; è diventato subito un idolo dei tifosi biancoscudati, che lo hanno affettuosamente soprannominato Checchi.

Ha esordito in Serie A nella stagione 1998-1999 nella partita Bari-Venezia finita (1-0). Nella stagione 1999-2000 ha vinto il Campionato portoghese con la maglia dello Sporting Lisbona.

Ha giocato inoltre per il ChievoVerona, Venezia e Bari.

Il 15 giugno 2007 il giocatore ha annunciato il ritiro dall'attività agonistica, motivato da un serio problema al cuore[2]. Ha dato l'addio all'agonismo il 7 aprile 2008, allo Stadio Euganeo di Padova, on una partita a scopo benefico insieme all'amico e collega Filippo Maniero; e assieme a colleghi e amici come Alessandro Del Piero, Alvaro Recoba, Francesco Toldo, Vincenzo Iaquinta, Giuseppe Galderisi, Angelo Di Livio, Amauri, Fabio Quagliarella, Nicola Legrottaglie, David Di Michele, Gianluca Falsini e Ciro Ferrara.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Padova[modifica | modifica wikitesto]

Ha collaborato con l'area tecnica del Padova prima in veste di team manager, poi come supervisore dell'area osservatori.

Il 3 luglio 2009 è diventato il nuovo direttore sportivo del biancoscudati,[3] lasciando il posto il 30 giugno 2010 a Rino Foschi.[4].

Successivamente il 21 luglio 2010 assume il ruolo di collaboratore tecnico del direttore sportivo Rino Foschi.[5] Nell'estate del 2013, con l'avvento d'una nuova proprietà alla guida del Padova, lascia l'incarico di collaboratore tecnico.[6]

Unione Venezia[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2014 diventa il nuovo direttore sportivo dell'Unione Venezia.[7]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Sporting Lisbona: 1999-2000

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior calciatore dell'anno: 1
2000[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ City Camp – Ivone De Franceschi: “Un'occasione per divertirsi e vivere un’esperienza nella famiglia Calcio Padova Padovacalcio.it
  2. ^ Padova: Ivone De Franceschi costretto a ritirarsi Tuttomercatoweb.com
  3. ^ UFFICIALE: Padova, De Franceschi è il nuovo d.s. Tuttomercatoweb.com
  4. ^ Rino Foschi nuovo direttore sportivo del Calcio Padova Padovacalcio.it
  5. ^ De Franceschi nominato collaboratore tecnico Padovacalcio.it
  6. ^ De Franceschi lascia l’incarico Mattinopadova.gelocal.it
  7. ^ UFFICIALE: Dante Scibilia Direttore Generale e Ivone De Franceschi Direttore Sportivo del club. Fbcunionevenezia.com
  8. ^ Info Calciovenezia.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]