Il conquistatore di Shamballa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Fullmetal Alchemist - The Movie: Il conquistatore di Shamballa
film anime
Panorama e titolo
Panorama e titolo
Titolo orig. 鋼の錬金術師 - 映画:シャンバラを征く者
(Haganenorenkinjutsushi - eiga: Shanbarawoyukumono[1])
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Regia Seiji Mizushima
Studio BONES
1ª edizione 23 luglio 2005
Durata ep. 105 min
Distributore it. Panini Video
Rete it. Future Film Festival
1ª edizione it. 21 gennaio 2007[2]

Fullmetal Alchemist - The Movie: Il conquistatore di Shamballa (鋼の錬金術師 - 映画:シャンバラを征く者 Hagane no renkinjutsushi - eiga: Shanbara wo yukumono[3]?) è un lungometraggio d'animazione giapponese, sequel dell'anime Fullmetal Alchemist, prodotto nel 2005. Shambala è tratto dal nome di una città leggendaria, capitale di Agarthi.

Il film funge da conclusione alla prima serie animata, e non è legato alla seconda, la cui storia riparte dal principio.

Fu proiettato per la prima volta in Italia il 21 gennaio 2007, durante il Future Film Festival, ma solamente sottotitolato, per poi essere doppiato dalla Panini Video il 15 giugno 2007, durante la rassegna Visioni d'anime 3 organizzata dal Museo nazionale del Cinema di Torino. Il film, in seguito alla presentazione a Lucca Comics del novembre 2007, è uscito in DVD.

Il lungometraggio è stato trasmesso in televisione per la prima volta in Italia da MTV (che ha trasmesso l'intera serie dell'anime) il 18 marzo 2008.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Due anni dopo la fine della serie (il lungometraggio è ambientato nell'anno 1923 del calendario gregoriano, in uso sulla Terra, corrispondente al 1917 del calendario continentale, in uso nel paese di Amestris), i due fratelli Edward ed Alphonse Elric sono ancora separati in due mondi diversi. Edward, sulla Terra (dove non gli è possibile utilizzare l'alchimia), conosce la zingara Noa, in grado di vedere i pensieri delle persone, e finisce poi sulle tracce di una sorta di drago, in realtà l'homunculus Envy. Nel frattempo Al, che non ha ancora recuperato la memoria degli anni trascorsi nell'armatura, continua ad impegnarsi per ritrovarlo e riportarlo a casa. Ed si ritrova ad avere a che fare con la società di Thule, che cerca di aprire un varco con il suo mondo di origine, credendo che si tratti di Shambala, luogo leggendario, per poterlo sfruttare a suo vantaggio.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Nota: questa parte della trama non si vede nel film, ma è la situazione di base da cui parte la storia.

Il mondo di Fullmetal Alchemist - contenente la nazione di Amestris (nome non citato nell'anime, ma solo nel manga), dove vivono i protagonisti della serie - e la nostra Terra, sono universi paralleli. Per ogni persona che abita un mondo, è molto probabile che da qualche parte dell'altro vi sia una persona dall'aspetto identico a lei.

A differenza della Terra, nel mondo dove sorge lo stato di Amestris si è sviluppata l'alchimia, un misto fra scienza e magia, comunque sottoposta a delle regole. I due mondi si trovano alle due estremità di un Portale, all'interno del quale c'è il rischio che il corpo, l'anima e la mente vengano separati; chi tenta una trasmutazione umana, pratica vietata, si ritrova di fronte al Portale e può vedere parti del proprio corpo (o tutto) che gli vengono sottratte dalle entità che vi si trovano all'interno e che cercano di procurarsi un corpo umano. Una volta nel portale, è possibile rimanervi intrappolati all'interno, ma è anche possibile attraversarlo e ritrovarsi sulla Terra. Alla fine della serie suo padre svela ad Edward che l'energia che alimenta l'alchimia ad Amestris è data dalle vite delle persone che muoiono sulla Terra.

Alla fine della serie televisiva, Roy Mustang aveva sconfitto King Bradley (Pride), ma poi era stato attaccato anche da Archer e ferito; Wrath era stato privato degli arti di Edward che possedeva (rimpiazzati poi con degli automail da Winry); Envy era entrato volontariamente nel Portale dell'Alchimia per cercare ed uccidere Hohenheim una volta saputo che si trovava dall'altra parte; Gluttony era stato privato del raziocinio da Dante, ma poi aveva attaccato la donna stessa; Alphonse si era sacrificato per resuscitare il fratello ucciso da Envy, poiché la sua armatura era la pietra filosofale era riuscito nell'intento, recuperando anche gli arti di Ed, ma consumando l'intera pietra e quindi il suo corpo; Edward, una volta ripresa conoscenza, aveva deciso a sua volta di sacrificarsi per suo fratello, ed offrendo sé stesso era riuscito a legare l'anima di Al al suo corpo, che si trovava ancora all'interno del Portale dal giorno in cui avevano cercato di resuscitare la madre.

Un anno dopo quel giorno, Alphonse (con il suo vero corpo, ma senza i ricordi degli anni passati in viaggio con il fratello) aveva chiesto alla maestra Izumi di poter riprendere a studiare l'alchimia con lei: aveva intenzione di scoprire il modo per ritrovare suo fratello. Nel frattempo, Roy Mustang era ancora in convalescenza dopo aver perso un occhio e gli altri personaggi andavano avanti con la loro vita. Edward, invece di essere scomparso all'interno del portale, lo aveva attraversato e viveva sulla Terra insieme a suo padre, di nuovo con braccio e gamba meccanici. Impossibilitato ad utilizzare l'alchimia, stava studiando la scienza del nostro mondo, in particolare i razzi, sperando di trovare un modo per avvicinarsi al suo mondo di origine.

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

In un castello in mezzo al mare, Alphonse Elric (la cui anima è legata ad una armatura) è alle prese con Huskisson, uno scienziato che ha inventato una potentissima bomba all'uranio e che cerca di venderla al governo. Quando Al si rifiuta di acquistarla, lo scienziato tenta di ucciderlo, solo per scoprire che l'armatura è vuota. A quel punto Edward, che era nascosto, si rivela e lo informa che in realtà è lui l'Alchimista di Stato con cui aveva appuntamento. Huskisson attacca anche lui, ma le sue armi (dei bracci metallici estensibili dotati di trapani) sono inefficaci contro il braccio-automail di Edward. Lo scienziato scappa in un'altra sala, dove comanda un voluminoso macchinario consistente in una enorme mazza ferrata; tale macchinario viene reso inoffensivo tramite le trasmutazioni di Al e di Ed. A quel punto, minacciando di far esplodere la bomba all'uranio, lo scienziato si appresta ad utilizzare i suoi precedenti studi di alchimia, tentando di fondere i corpi degli uomini morti negli esperimenti con l'uranio e delle macchine, sperando di poterli far combattere contro i fratelli Elric. Edward gli ricorda che si tratterebbe di una trasmutazione umana, il più grande tabù dell'alchimia: un umano non può tramutare un corpo o un'anima umana. Huskisson lo ignora e tenta la trasmutazione, ritrovandosi così di fronte al Portale e venendone poi trascinato al suo interno, bomba compresa. I due fratelli ricordano che la trasmutazione umana ha fatto perdere ad Edward il braccio e la gamba ed a Alphonse l'intero corpo, poi sono costretti a scappare perché Edward ha precedentemente distrutto molti punti del castello, che crolla velocemente. I due si ritrovano su una scialuppa improvvisata che imbarca acqua, con Ed che "prende in prestito" la testa di Al per cercare di espellere l'acqua.

E qui si scopre che l'episodio dello scienziato era un ricordo che Edward stava raccontando ad Alfons Heiderich, il ragazzo della Terra "controparte" di Alphonse Elric. Alfons trova divertenti le storie di Edward sul suo mondo di origine, ma non crede che siano vere. Discutendo sulla possibilità che l'alchimia esista veramente, Edward si distrae e perde il controllo dell'automobile, che sbatte contro un albero. I due non riportano danni (la tosse di Alfons è preesistente), ma sono costretti a ricorrere all'autostop. Salgono così su di un pickup che trasporta delle zingare alla stessa fiera dove sono diretti loro. È il 1923, ed i due ragazzi fanno parte di un gruppo che sperimenta i primi razzi, di cui ci sarebbe stata una dimostrazione alla festa, con l'obiettivo della conquista dello spazio. Una delle zingare è Noa, una chiaroveggente che riesce subito a dire che Edward non ha una casa, lasciandolo stupito.

Arrivando in vista della festa, le zingare intonano una canzone ed iniziano i titoli di testa, con immagini che ripercorrono alcune tappe della serie dell'anime.

Nella Germania del 1923[modifica | modifica wikitesto]

Alla fiera Noa scopre che le altre zingare l'hanno venduta per denaro a degli uomini interessati alle sue capacità di chiaroveggenza: toccando le persone è in grado di leggere i loro pensieri. Percependo i pericolosi progetti degli uomini, fra mostri ed armature, la ragazza fugge. Mentre Alfons prepara la dimostrazione con un piccolo razzo, Edward si apparta per riposare. Noa alla festa non trova nessuno che voglia aiutare una zingara che scappa, e cerca rifugio sotto un telone, sotto il quale si trova un secondo razzo. Gli uomini che la inseguono la trovano, ma Edward interviene in suo soccorso; sulla Terra non può utilizzare l'alchimia ma può attivare un meccanismo che aumenta la potenza del suo braccio artificiale. Ed rivolge il secondo razzo contro i tre aggressori, mentre Alfons e gli altri eseguono la loro dimostrazione. Hess, la persona che si propone di finanziare gruppo di ricerca sui razzi viene raggiunto da uno degli aggressori di Noa, che lo informa che la ragazza è scappata. Più tardi l'uomo ne informa un altro dell'accaduto. Quest'ultimo, Haushofer, si rammarica, poiché sperava che la ragazza fosse in grado di trovare il "grande serpente", e si accinge ad avvisare Dietlinde Eckhart.

Il mattino dopo Noa è a casa di Alfons ed Edward, poiché non ha un altro posto dove stare, ed Alfonse le accenna all'"altro mondo" dell'amico, prima di uscire per lavoro. Mentre poi la ragazza parla con Edward, questi si aggancia una gamba artificiale: possiede una scorta di gambe e braccia meccaniche costruitegli da suo padre con la tecnologia della Terra, non al livello degli automail di Winry, ma perfettamente funzionanti. Ed le rivela che suo padre un giorno è sparito improvvisamente, e lei gli riferisce alcuni dettagli, fra cui un'armatura, che aveva "visto" quando lo aveva toccato il giorno prima, e gli chiede altre informazioni. Lui le risponde che il suo mondo è piuttosto simile a questo, e che è arrivato qui avendo cercato di resuscitare suo fratello; che ha incontrato Alfons due anni prima in Romania ed aveva pensato che era come sarebbe stato come suo fratello se fosse cresciuto.

Ed abita sopra al negozio della controparte della moglie di Hughes, Glacier, che interessa al corrispettivo terrestre di Hughes (il carattere di quest'uomo però è molto meno espansivo, ed inoltre è un agente affiliato al partito nazista). Per la città si nota lo scontento della gente per la prematura sconfitta nella prima guerra mondiale e per l'inflazione. Inoltre è diffuso il razzismo nei confronti degli zingari, e varie persone consigliano Ed di stare lontano da Noa, la quale soffre per questa emarginazione.

Il drago[modifica | modifica wikitesto]

Edward vede un'auto con a bordo un uomo identico a King Bradley. Temendo che l'homunculus Pride possa aver sconfitto Roy Mustang ed aver attraversato il Portale, lo insegue. Ferma l'auto con un masso e mette fuori combattimento l'autista. A confronto con l'uomo, Edward capisce che si tratta del corrispettivo terrestre dell'umano dal quale l'homunculus era stato creato. L'uomo è un ricco ebreo e chiede ad Edward di sostituire il suo autista finché non abbia ripreso i sensi.

Nel frattempo, in una villa, Alfonse ed il suo gruppo stanno mettendo a punto un potente motore a razzo. Il finanziatore, Haushofer, si complimenta con loro, orgoglio della razza ariana, poi parla con Dietlinde Eckhart a proposito della fuga del grande serpente e fatto che sia arrivato il momento di andare a Shambala. I due si trovano sopra un cerchio alchemico. Dalla villa prendono il volo alcuni piccoli biplani.

Edward conduce l'auto fino ad un castello; il ricco ebreo afferma di chiamarsi Mabuse e di essere alla ricerca di un drago, che si dice esservi stato visto. Ci sono varie persone impegnate nella ricerca, ma Edward è solo quando trova degli scalini di una scala a chiocciola stranamente danneggiati. Edward sente chiamare il suo nome, e si trova di fronte ad una sorta di enorme serpente: si tratta dell'homunculus Envy, che mentre attraversava il portale si era trasformato in drago; evidentemente, oltre all'alchimia, anche i poteri degli homunculus non funzionano sulla Terra e quindi non ha più potuto modificare il suo aspetto. Envy sfonda i muri della torre ed insegue Ed nel cortile del castello, cerca di stritolarlo fra le fauci, ma viene colpito dal fuoco degli aerei inviati dalla Eckhart, i cui uomini lo immobilizzano poi colpendolo con delle lance (tutte indicate come possibili lance di Longinus) ed infine lo portano via con un dirigibile. Prima che lui ed Edward vengano storditi, Mabuse riconosce Haushofer, docente a Monaco, ed Edward si ricorda di aver già sentito questo nome da suo padre. Alla notizia che si tratta del figlio di Hohenheim, Haushofer diventa pensieroso, nonostante l'aver di nuovo il grande serpente fra le loro mani: l'uomo riflette sul fatto che allora più di una persona sia riuscita ad attraversare il portale con Shambala in modo sicuro.

Tornati alla villa, il serpente viene messo forzatamente in posizione circolare come un simbolo di Ouroboros, alcuni metri al di sopra del cerchio alchemico sul pavimento (sulla grande stanza circolare si affacciano più piani). La Eckhart riesce ad attivare l'energia di Envy (che si ricopre di simboli alchemici), ponendogli di fronte Hohenheim, incatenato. Nel momento in cui il drago attacca l'uomo, si apre un passaggio per l'altro mondo, nel quale vengono inviati numerosi soldati in armatura.

Il primo attacco[modifica | modifica wikitesto]

Ad Amestris, una visita da parte del sottotenente Havoc e del sottotenente Breda mostra l'attuale condizione del colonnello Mustang, che è cambiato dopo gli avvenimenti della serie: preso dal rimorso per quello che ha fatto eseguendo gli ordini dell'esercito, non utilizza più l'alchimia (accende il fuoco con i fiammiferi) ed è di guardia come un semplice militare (un caporale) in un piccolo avamposto remoto a nord, sotto la neve.

Winry fa visita al marito della maestra Izumi, dal quale viene a sapere che la donna è morta recentemente (da anni andava avanti pur avendo perso parte degli organi interni tentando una trasmutazione umana), oltre al fatto che Al continua la ricerca di Ed, e che lo sogna mentre sono insieme (lui diciottenne e con un corpo debole) e costruiscono macchine che vanno nello spazio... Vicino alla tomba di Izumi, Winry trova un depresso Wrath (che non sembra più rifiutare l'idea che Izumi fosse sua madre) e ripara i suoi automail oramai malandati.

Alphonse, oramai con un corpo da tredicenne (quando Ed alla fine della serie fissò la sua anima al suo corpo, quest'ultimo non era invecchiato negli anni in cui doveva essere rimasto all'interno del Portale), cammina per il deserto verso Reole vestito in modo simile a come si vestiva suo fratello e si procura l'acqua eseguendo una trasmutazione battendo le mani come faceva Ed, grazie a dei cerchi alchemici disegnati sui guanti. A Reole il Maggiore Armstrong promuove la cooperazione fra il governo e l'amministrazione locale per la ricostruzione della città, quando improvvisamente appare dal nulla un cerchio alchemico in mezzo ad una piazza. Armstrong e Rose aiutano dei bambini ad allontanarsi, poi il terreno della piazza si spacca, e fra le macerie cominciano ad emergere i soldati della Eckhart, completamente coperti dalle armature. Arriva Alphonse, che inizia a combatterli creando dei piccoli tornado.

Central City viene percorsa da una scossa di terremoto che distrugge svariati edifici, ed i militari sono meravigliati nell'apprendere che contemporaneamente si è verificato un terremoto anche a Reole, dove sono apparsi dal nulla dei nemici sconosciuti. Alphonse continua il combattimento prendendo il controllo di alcune delle armature trasferendovi dentro parte della propria anima, che è risultata facilmente separabile. Rose gli presenta il Maggiore Armstrong, visto che la memoria degli anni passati nell'armatura non gli è ancora tornata; Alphonse poi continua a combattere contro i soldati a fianco di un'armatura identica a quella in cui aveva "vissuto".

Una volta sconfitti tutti i soldati nemici, questi vengono ammucchiati tutti insieme, ed ispezionando le loro armature, i militari si accorgono che sono tutti morti, come se fossero stati morti già da prima, schiacciati da una grande pressione; alcune armature sembrano avere ancora alcuni riflessi. Improvvisamente, nell'aria sopra al mucchio di armature si apre una sorta di passaggio, e le armature ne vengono risucchiate all'interno. Alphonse cerca di aggrapparsi ad un'armatura per attraversare il passaggio, ma Rose lo trattiene.

La società Thule[modifica | modifica wikitesto]

Sulla Terra, Noa prende atto del crescente nazionalismo tedesco. Edward è al Collegio di Monaco per cercare il Professor Haushofer, lì viene informato che ultimamente i suoi corsi sono sospesi perché passa molto tempo in villa per i progetti della società Thule, che cerca la leggendaria isola Thule ed i poteri di coloro che la abitano. Ed si reca alla villa, dove nota troppa sicurezza per la casa di un professore, ed entra da una finestra rotta, graffiandosi una guancia. Vede una sorta di hangar con un grande velivolo dotato di mitragliatrici e motori che lo fanno pensare al lavoro di Alfons. Arriva nella sala del cerchio alchemico, senza accorgersi della presenza del grande serpente più in alto. Lì per lì pensa che il disegno sul pavimento sia un cerchio magico utilizzato per invocare il diavolo, poi si rende conto che è un cerchio alchemico incompleto. Trova un gesso e, senza un motivo particolare, termina di disegnare il cerchio, mentre Dietlinde Eckhart lo osserva dall'alto.

Una volta finito, ripensa all'inutilità di averlo fatto visto che non può utilizzare l'alchimia in questo mondo, inginocchiato si passa una mano sulla faccia, sporcandola con un po' del sangue del taglio, e la appoggia a terra. Inaspettatamente, il cerchio di trasmutazione reagisce e si illumina. Quando Envy commenta la sua stupidità, Ed si accorge della sua presenza; i simboli alchemici sul corpo del grande serpente sono riapparsi ed a mezz'aria si riapre il passaggio con l'altro mondo. La Eckhart, che si trova al di sopra del passaggio, vi intravede una città e commenta "Shambala!", mentre al di sotto del passaggio ricompaiono le armature che erano state sconfitte da Al a Reole.

Attirati dal rumore, Haushofer ed altri membri della società Thule entrano nella stanza, chiedendogli come fosse riuscito a riaprire il portale, visto che non a loro non era più riuscito. Presto si accorgono che i soldati tornati sono tutti morti. La Eckhart comincia a decantare le lodi di Shambala, il luogo leggendario, indicandolo come luogo utopico senza guerre, malattie o sofferenze. e di come un'armata con i misteriosi poteri di Shambala sarebbe invincibile. Lei informa Edward che suo padre per un periodo si era interessato alla società Thule, ma poi Rudolf Hess, non fidandosi di Ed, cerca di ucciderlo, nonostante il parere contrario di Haushofer. Per ripararsi dai proiettili, Ed si tuffa nel mucchio delle armature, trovandosi così di fronte ad un'armatura simile a quella di Alphonse, con gli occhi illuminati. L'armatura parla, riconoscendolo come suo fratello: parte dell'anima di Alphonse vi è ancora legata dallo scontro a Reole. "Al" emerge dal mucchio di armature stringendo Ed e chiamandolo "fratellone", scena che lascia perplessi i membri della società Thule.

Accortisi che non vi è nessuno all'interno dell'armatura, gli uomini si spaventano e cominciano a sparare. Ed sale sulle spalle del fratello ed i due scappano sgangheratamente. Conoscendo i legami fra Edward ed Alfons Heiderich, i membri della società sanno dove trovarlo, ma rendendosi conto che, come il padre, non avrebbe collaborato, decidono di utilizzare le capacità della zingara, avendo saputo che abita con loro, per accedere alle conoscenze di Ed. Haushofer ha dei dubbi sull'opportunità di riaprire il portale e che dall'altra parte vi sia realmente Shambala, tenendo conto del fatto che tutti i soldati inviati sono morti, ma Hess fa notare che mancano pochi giorni all'8 novembre, e che il Fuhrer avrebbe finito per agire senza il supporto della società Thule.

Ed informa Al che non si trovano dentro al portale, ma al di là di esso. Al racconta al fratello di non ricordare nulla dal momento in cui tentarono di trasmutare la loro madre fino a quando Rose non lo portò a Central City (cioè alla fine della serie televisiva). Prima che possano discutere oltre, l'armatura comincia a tremare; Al dice che la sua tecnica di trasferimento dell'anima ha una durata limitata e che avrebbe aperto il passaggio dall'altra parte per permettere al fratello di tornare, dopodiché l'armatura torna ad essere inanimata.

Sviluppi[modifica | modifica wikitesto]

Tornato a casa, Edward riceve una telefonata da parte di Mabuse, che, sapendo del suo interesse per Haushofer, gli propone di incontrarlo ad Ufer, a Berlino.

Winry riceve una telefonata da Mustang, e lo inferma che Al e Wrath se ne sono andati; Roy capisce che Al sia arrivato alla sua stessa conclusione riguardo ai terremoti ed alla caratteristica che accomuna Reole e Central, e si sia diretto alla capitale. Intuendo che la cosa possa avere a che fare con Ed, Winry si mette in viaggio per Central con una pesante borsa.

Mabuse si rivela il regista Fritz Lang (Dottor Mabuse era il nome del protagonista di un suo precedente film) e porta Ed sul set cinematografico de I Nibelunghi. Avendo visto un vero drago, ha così potuto migliorare il finto drago meccanico che ha intenzione di utilizzare nel film. Lang racconta ad Edward di pensare di emigrare in America e lavorare su nuove storie, di tipo "scientifico": ne ha trovata interessante una che tratta l'esistenza di un universo parallelo, e fantastica sulla possibilità che vi sia un altro mondo dove magari esistano la magia o l'alchimia, e dove vi potrebbe essere qualcuno, magari un criminale, con la sua stessa faccia. Lang mostra ad Edward un libro di Haushofer, mirante a creare una grande nazione guidata dall'etnia tedesca, e lo informa che quegli uomini credono che chi comanda Shambala, il luogo leggendario, possa comandare sul mondo.

Gli mostra una foto che ritrae la bomba all'uranio vista all'inizio del film, e lo informa che la società Thule supporta il Partito Nazista, il quale ha intenzione di mettere in atto una insurrezione a novembre (lui ne è informato poiché sua moglie è seguace di Hitler e più volte lo ha convinto a cooperare con loro, ma lui è ebreo e pensa che i nazisti lo useranno e poi lo getteranno via). La Società Thule ha promesso ad Hitler la vittoria, ed ha mostrato la bomba proveniente dall'altro mondo come conferma della promessa; Haushofer deve aver chiesto fondi al Nazismo ed in cambio deve aver promesso di portare altre potenti armi provenienti dal Portale al servizio del Fuhrer. Edward decide quindi di impedire alla società Thule di aprire nuovamente il portale.

I membri della società Thule, aiutati dallo Hughes della Terra, fermano Noa per strada, per costringerla a svolgere un lavoro. Hitler intente utilizzare delle truppe d'assalto per la sua rivolta, ma la Heckart, temendo di venir tagliata fuori da questi importanti avvenimenti, decide di affrettare i tempi e di andare a Shambala il giorno stesso dell'insurrezione. Intanto Alfons ed i suoi colleghi sono fiduciosi di terminare in fretta il proprio lavoro, per la gloria della Germania.

Edward cerca di convincere Alfons ad interrompere il lavoro con i razzi, poiché verrebbero utilizzati per una guerra contro il suo mondo. Alfons invece decide di andare a vivere alla villa, desidera finire velocemente il suo lavoro perché vuole lasciare una prova di essere vissuto (la sua malattia è grave, ed arriva a tossire perdendo sangue). Durante la notte, Noa tocca Edward per poter percepire le sue conoscenze sull'alchimia.

Il Portale[modifica | modifica wikitesto]

Ad Amestris, Winry e Sheska fanno visita alla tomba di Hughes (dove è già passato Mustang) prima di dirigersi alla città sotterranea che si trova sotto Central City, ove si trovano Alphonse e Wrath e che ancora riporta le tracce dell'enorme cerchio alchemico utilizzato quando la popolazione fu sacrificata per creare una pietra filosofale completa e la città fu fatta sprofondare sotto terra per nascondere l'accaduto. Al prende atto che il luogo ha similitudini con Reole (deve essere stato informato dell'enorme cerchio alchemico disegnato da Scar prima della distruzione della città) e poi crea un cerchio alchemico da utilizzare come passaggio per l'altro mondo.

Sulla Terra, Noa ed Al vengono attorniati da nazisti e membri della società Thule; la ragazza si allontana con questi ultimi. Circondato da Hughes e dagli altri nazisti, Edward viene salvato dall'intervento di Fritz Lang, con il quale scappa in auto. I due raggiungono il castello dove avevano trovato il drago e dove è rimasto uno dei biplani della società Thule.

Alla villa, i nazisti si preparano ad inviare il velivolo dotato dei razzi di Alfons oltre il Portale (il soffitto dell'hangar in cui lavorava viene aperto, rivelando che si trova al di sotto della sala circolare con il drago). Noa è presente, vicino alla Eckhart. Sul soffitto della sala è stato dipinto un cerchio di trasmutazione, che si illumina reagendo ai tentativi senza successo di Alphonse Elric di aprire il Portale dall'altra parte.

Al capisce di non riuscire ad aprire il portale perché per farlo avrebbe bisogno di trasmutare sé stesso, quando un enorme mostro fa irruzione nella città sotterranea. Si tratta dell'homunculus Gluttony, diventato molto più temibile di un tempo. Negli anni trascorsi senza controllo ha subito una trasformazione, forse anche grazie dell'aver ingerito una parte dell'armatura di Al quando questa era la pietra filosofale, e possiede molteplici estremità come enormi tentacoli, dotate di gambe e facce supplementari, e quindi molte bocche. Gluttony attacca Wrath, ignorando Alphonse, che rimane impietrito di fronte al terribile scontro fra i due homunculus.

Sulla Terra, i membri della società Thule decidono di partire per Shambala per trovare nuove armi allo scopo di aiutare il colpo di stato di Hitler, ma le conoscenze acquisite da Noa non sembrano sufficienti ad aprire il Portale. Edward si lancia dall'aereo pilotato da Lang ed entra nella sala circolare sfondando una finestra. In questo modo i nazisti trovano la persona in grado di aprire il Portale; Ed dice loro che dall'altra parte non c'è Shambala, mentre Noa ammette che il suo desiderio è quello di trasferirsi nell'altro mondo, un luogo dove nessuno l'avrebbe più temuta o tradita: una nazione apposta per lei, e vuole vedere questo sogno. Edward risponde che quello che c'è dall'altra parte non è un sogno.

Ad Amestris il feroce combattimento fra Wrath e Gluttony prosegue, portando distruzione nella deserta città sotterranea. Wrath è molto indebolito, probabilmente da tempo non mangia più pietre rosse, e sembra avere la peggio; Gluttony invece è talmente forte da arrivare a trasudare acqua rossa, che si cristallizza sotto forma di pietre rosse. Wrath se ne accorge e riesce ad inghiottirne alcune, riacquistando le energie e riuscendo a distruggere alcuni dei tentacoli del mostro. Quando lo scontro lo porta a posizionarsi sopra al cerchio alchemico tracciato da Alphonse, Wrath decide di ancorarsi al suolo conficcandovi il proprio braccio automail, venendo poi afferrato dalle fauci di Gluttony. Wrath chiede ad Al di trasmutare lui ed il mostro per aprire il portale, in questo modo lui avrebbe potuto ritrovare la madre morta ed Al non avrebbe dovuto sacrificarsi nuovamente per salvare il fratello. Alphonse segue il suo desiderio, e così Wrath si ritrova di fronte al Portale, dove finalmente può abbracciare Izumi.

Il cerchio alchemico sulla Terra emana una potente energia, e la Eckhart, sollevando un telo, mostra ad Edward che Envy sta trattenendo fra le enormi fauci suo padre Hohenheim, in fin di vita, spiegando che si tratta del modo migliore per tenere calmo il drago. Hohenheim rivela al figlio di aver lavorato con Haushofer per aprire un passaggio fra i due mondi allo scopo di far tornare indietro Edward. Hohenheim decide di sacrificare la propria vita per trasmutare Envy come portale e spinge il drago ad ucciderlo. Mentre il sangue dell'uomo cola di fonte ad Edward, il passaggio fra i due mondi si apre nuovamente, questa volta con una struttura quadrata al suo interno che sembra in grado di tenerlo stabile, mentre Envy sparisce. La Eckhart spara ad Edward, che cade al piano inferiore, nell'hangar. Il ragazzo riprende i sensi all'interno di un piccolo aereo monoposto, dove lo ha messo Alfons per farlo tornare a casa. La Eckhart intanto fa salire i suoi soldati in armatura sui velivoli più grandi ed invia Hess ad informare Hitler degli sviluppi; Haushofer le chiede di fermarsi poiché non ritiene che si tratti di Shambala, ma la donna risponde di saperlo già e gli spara in un braccio.

Alfons spiega ad Edward che la donna ha soltanto colpito la sua protesi senza grandi danni, e che con la velocità dell'aereo a razzo Haushofer pensa che dovrebbero essere in grado di passare ciò che si trova all'interno del Portale e raggiungere l'altra parte. Alfons dice all'amico di volere che lui vada, dopodiché gli chiude la cabina e comanda la rampa di lancio per far partire l'aereo. Edward decolla, mentre Alfons viene scoperto e colpito da un colpo di pistola. Salendo in verticale verso il passaggio, Ed passa di fronte a Noa che lo implora di portarla con sé, ma il giovane non può fermarsi ed accelera verso il Portale, mentre la ragazza si lascia cadere a terra sconsolata. Subito dopo, il primo dei velivoli più grandi decolla a sua volta, mentre gli altri vengono portati in posizione.

Ad Amestris molti palazzi della città deserta crollano, mentre viene illuminata da un enorme cerchio alchemico. Sopra al cerchio tracciato da Alphonse compare un altro passaggio dotato della struttura quadrata. Nonostante la velocità del mezzo, l'aereo della società Thule viene attaccato dalle entità che si trovano all'interno del portale, con molti "tentacoli" che si attaccano ai soldati, al velivolo ed alla stessa Eckhart, che ride. Central City viene scossa da un nuovo, potente terremoto. Winry e Sheska precipitano nel vuoto. I due velivoli riescono ad uscire dal Portale, di fronte agli occhi di uno stupito Alphonse (nel suo mondo non esistono gli aeroplani). La Eckhart ed il suo mezzo sono parzialmente ricoperti da residui scuri provenienti dalle entità nel Portale. La donna scopre di avere la possibilità, tramite dei cerchi alchemici sui suoi guanti, di eseguire "magie" (trasmutazioni). Le sue trasmutazioni non richiedono nemmeno di dover battere le mani e sono preannunciate dall'apparizione di cerchi alchemici luminosi a mezz'aria.

Attacco a Central City[modifica | modifica wikitesto]

Copertina dell'edizione italiana "deluxe" in DVD. In alto, Edward Elric; in basso, Alphonse Elric

Winry e Sheska, uscite senza danni dalla caduta, trovano Alphonse nella città sotterranea. Il piccolo aereo di Edward atterra rovinosamente vicino a loro. Winry riconosce l'amico e lo abbraccia. Finalmente i due fratelli Elric sono di nuovo insieme, ma il grande aereo della società Thule avanza verso la superficie. Edward rivela che si trova lì per muovere guerra contro il loro mondo per sfruttarne il potere dall'altra parte. Al si sente in colpa per aver aperto il portale e scappa via. Ed cerca di seguirlo, ma la sua gamba meccanica è rotta. Winry però ha portato con sé una gamba e braccio automail appositamente per Edward, nel realizzare i quali ha anche tenuto conto di quanto sarebbe cresciuto negli anni trascorsi.

Sfondando il suolo di Central City, l'aereo terrestre si ritrova all'aria aperta e comincia ad attaccare la città. Decine di soldati in armatura, parzialmente coperti dal materiale del portale, scendono a terra seminando il panico fra gli abitanti. Si apre uno scontro a fuoco fra i soldati tedeschi e l'esercito che protegge il quartier generale di Central, riparati dietro sacchi di sabbia. I soldati di Amestris riescono sconfiggere numerosi nemici sparando loro nelle aperture degli elmi e grazie alle "trasmutazioni artistiche" di Armstrong.

Roy Mustang arriva sul campo, eliminando svariati nemici tramite la sua alchimia del fuoco; Hawkeye è felice di vederlo. Mustang dà ordini su come organizzare la difesa, e tutti li eseguono senza fiatare.

Mentre Edward testa i suoi nuovi arti, altri grandi velivoli entrano dal Portale. Anche questi escono in superficie, ma Edward è aggrappato ad uno di loro, e la Eckhart se ne accorge. Il ragazzo lo trasmuta facendolo diventare un innocuo pallone dalla buffa forma, che esplode perché colpito dai mitragliatori dell'aereo della donna. Edward salta su un secondo aereo, che viene fatto esplodere dall'alchimia della donna. Edward riesce a raggiungere terra trasmutando la sua giacca in un rudimentale paracadute. Ritrova Alphonse, che vaga fra le rovine di Central City. Il fratello minore gli rivela di aver utilizzato Wrath per aprire il portale, poi un palazzo crolla uccidendo un bambino; Al d'istinto si accinge a tentare una trasmutazione, ma Ed lo ferma ricordandogli che non può resuscitare i morti. Al si sente colpevole per l'accaduto, ed il fratello gli ricorda che lui voleva solo portarlo indietro, come Wrath voleva solo aiutarlo a farlo, come anche l'Alfons dell'altro mondo voleva solo farlo tornare a casa, come Noa voleva solo una propria nazione... loro non hanno desiderato questa guerra, ma è comunque colpa loro. I ragazzi decidono di proteggere il proprio mondo.

Hawkeye e Mustang continuano a combattere contro i soldati in armatura, poi l'uomo sale a bordo di una mongolfiera improvvisata da Armstrong; la ragazza avrebbe voluto andare con lui, ma viene trattenuta dall'Alchimista Nerboruto. Winry e Sheska, tornate in superficie, vedono Ed e Al che salgono verso l'aereo nemico rimasto creando un'enorme trave di pietra con l'alchimia. I ragazzi vengono messi in difficoltà dai mitragliatori dell'aereo, che però vengono distrutti dal fuoco di Mustang. I fratelli Elric allungano la trave fino a colpire e bloccare l'aereo. Mustang si unisce a loro, distruggendo i mitragliatori via via che l'alchimia della Eckhart ne fa spuntare di nuovi. Edward raggiunge la donna nell'abitacolo e cerca di spiegarle che questo mondo non è diverso dal suo e le chiede perché abbia deciso di attaccarlo, quando avrebbe invece dovuto utilizzare i poteri di quel mondo nelle guerre sulla Terra. Lo scopo della donna è distruggere questo nuovo mondo: la prima volta in cui hanno aperto il portale si è resa conto che contiene dei poteri superiori ai loro e ne è rimasta terrificata. Edward le dice che gli abitanti del suo mondo non avrebbero mai attaccato la Terra, ma lei non ne è convinta: anche se hanno lo stesso aspetto degli esseri umani terrestri, per lei si tratta di mostri di un altro mondo, e vuole eliminarli. Entrambi trasmutano le loro braccia in alcune lame e combattono, poi la donna apre una porta e numerosi soldati in armatura entrano nella stanza, accerchiando Ed mentre lei spiega che il rifiuto e la paura del diverso fanno scoppiare le guerre, e visto che in lui vede un mostro, non ha difficoltà ad ucciderlo. Ordina ai suoi soldati di eliminare il ragazzo, ma questi non obbediscono e si muovono verso di lei. Alphonse entra in scena, rivelando che quelle armature sono controllate da lui con la sua tecnica di separazione dell'anima. Le armature avanzano minacciosamente verso la donna e lo schermo si fa nero.

Fine[modifica | modifica wikitesto]

L'aereo si sgancia dalla trave con cui i fratelli erano saliti a bordo. A terra l'esercito è riuscito a sconfiggere i soldati in armatura.

Edward, con una trasmutazione, separa dal resto dell'aereo la sezione in cui si trovano Alphonse e Mustang, dicendo loro che con tanto materiale da trasmutare a disposizione avrebbero trovato il modo per farcela. Ed dice al fratello - che viene tenuto fermo da Mustang - di distruggere il passaggio di Amestris, mentre lui sarebbe tornato sulla Terra per distruggere anche l'altro. Winry, vedendo ripartire a tutta velocità la parte più grande dell'aereo, pare intuire le intenzioni di Ed e capire che il ragazzo non tornerà più.

Sulla Terra, Hughes ed altri nazisti raggiungono Haushofer, informandolo che il colpo di stato del Fuhrer - il Putsch della birreria di Monaco - è fallito. Dal passaggio, ancora aperto, rientra l'aeroplano, schiantandosi al suolo. Ne esce un essere dall'aspetto mostruoso, che chiede di venire riportato a Shambala mentre si avvicina a Noa che tiene in grembo il corpo di Alfons; Hughes spara al mostro, uccidendolo e scoprendo che in realtà si tratta della Eckhart ricoperta dai residui degli esseri del Portale. Anche Ed esce dal mezzo, e Noa gli chiede perché sia tornato; il ragazzo dice di domandarselo anche lui ed un'armatura gli ricorda che è per distruggere il portale. Edward pensa che una parte dell'anima di Al sia ancora trasferita nell'armatura e che quelle siano le ultime parole che può dirgli, ma dall'armatura esce Alphonse in carne ed ossa: gli dice di esservisi nascosto perché il fratello non lo trovasse e non lo fermasse, e che Mustang avrebbe distrutto il passaggio dall'altra parte. Anche se distruggendo il Portale non possono più tornare a casa, per lui l'importante è rimanere insieme al fratello, crescere con lui ed andare in viaggio di nuovo (la sua memoria è tornata). I due ragazzi devono quindi distruggere il passaggio, senza poter contare sull'alchimia.

Mentre gli passano davanti dei nazisti arrestati in seguito al fallito colpo di stato, Fritz Lang riflette sul fatto che i film e le armi sono entrambi frutto della scienza, e decide di continuare a fare film fantastici con racconti di altri mondi. Il "doppio" di Hughes sembra finalmente trovare il coraggio di "aprirsi" a Glacier. Noa esegue una danza al funerale di Alfons Heiderich.

Noa ed i fratelli Elric salgono, con l'autostop, su un camion guidato dai "doppi" di Scar e Lust. I due fratelli sono decisi a vivere qui, in questo mondo così simile al loro, ed hanno già una missione: ritrovare la famigerata bomba all'uranio. Ed anche ad Amestris, la vita continua...

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Copertina dell'edizione italiana "standard" in DVD. In senso orario, partendo dal basso: Edward Elric, Alphonse Elric, Noa, l'alter-ego di Maes Hughes, Dietlinde Eckart, Karl Haushofer, Roy Mustang, Alfons Heiderich.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Fullmetal Alchemist e Doppiaggio di Fullmetal Alchemist.
Edward Elric
Il protagonista. Dopo essersi sacrificato per il fratello alla fine della serie, è stato trasportato sulla Terra. Studia la scienza terrestre ed i razzi sperando di trovare un modo per avvicinarsi al suo mondo.
Alphonse Elric
Il fratello minore di Ed, ha di nuovo il suo corpo di carne ed ossa, ma ha perso i ricordi degli anni passati legato ad un'armatura. Ha continuato a studiare l'alchimia per cercare il modo di ritrovare suo fratello.
Alfons Heiderich
Il corrispettivo terrestre di Alphonse, studia anche lui i razzi. Quando Edward lo ha incontrato ha capito che somigliava a come sarebbe stato suo fratello se fosse cresciuto, nonostante dettagli come il colore degli occhi diverso. Ha fretta di terminare il suo lavoro poiché gravemente malato.
Noa
Una zingara con la capacità di leggere nella mente delle persone. Viene ricercata per questa sua dote ed emarginata per la sua etnia. Viene aiutata da Ed e per alcuni aspetti ricorda Rose.
Hughes
Il doppio terrestre del militare ucciso da Envy, ha un carattere più introverso e sta dalla parte dei nazisti.
Glacier
Il doppio terrestre della donna gestisce un negozio di fiori e cerca di convincere Hughes (i due provano reciproco interesse, ma nessuno dei due si è ancora dichiarato) a stare dalla parte di Edward e Noa.
Wrath
L'homunculus non pare più detestare Izumi, la quale nel frattempo è però morta.
Gluttony
Questo vorace homunculus ha subito una profonda trasformazione rispetto alla fine della serie ed è diventato un nemico terribile.
Winry
La ragazza in fondo spera sempre nel ritorno di Ed, infatti ha preparato dei nuovi automail appositamente per lui.
Roy Mustang
Quest'uomo è rimasto molto scosso da quanto successo, e per il rimorso di quanto fatto in passato, non utilizza più l'alchimia e si comporta come un soldato semplice.
Alex Louis Armstrong
L'Alchimista Nerboruto è impegnato nella ricostruzione della città di Reole, ed è pronto a mettere le sue trasmutazioni artistiche al servizio dell'esercito.
Hohenheim
L'uomo, desideroso di aiutare il figlio (per il quale ha costruito una serie di arti artificiali di scorta) a tornare nel suo mondo di origine, è scomparso dopo aver avuto dei rapporti con la società Thule.
Envy
Ha attraversato il Portale (per trovare ed uccidere Hohenheim) mentre aveva la forma di un drago simile ad un enorme serpente, e con tale aspetto si trova sulla Terra. È sfuggito alla società Thule, ma viene ritrovato.

Personaggi storici[modifica | modifica wikitesto]

Nel film compaiono personaggi realmente esistiti, piegati alle esigenze narrative.

Fritz Lang (Mabuse)
Il regista austriaco di origine ebraica Fritz Lang (Metropolis) ha nel film l'aspetto di King Bradley. Sulle prime assalito da Edward, finirà per aiutarlo. Costruttore di mondi immaginari, Lang sembra essere più legato a questi che non alla realtà, rendendolo simile agli alchimisti.
Karl Haushofer
Il professor Karl Haushofer, membro della società di Thule, tenta di aprire il passaggio per Shamballa.
Dietlinde Eckart
Dietlinde Eckart è a capo della società Thule. Fervente nazista, la Eckart è accecata dalla bramosia di potere e dominata dall'odio per tutto ciò che non comprende. Il personaggio pare ispirato a Dietrich Eckart.
Rudolf Hess
Rudolf Heß è membro della società di Thule. Non pare avere particolare simpatia per Ed.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la rivista del cinema, n. 49, p. 5.
  2. ^ Data della prima proiezione
  3. ^ la rivista del cinema, n. 49, p. 5.
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga