Eureka Seven AO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Eureka Seven AO
serie TV anime
Titolo orig. エウレカセブンAO
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Regia Tomoki Kyōda
Character design
Mecha design
Dir. artistica Kazuo Nagai
Studio Bones
Reti MBS (prima TV ep. 1-22), TBS (prima TV ep. 23-24), CBC, BS-TBS
1ª TV 12 aprile – 19 novembre 2012
Episodi 24 (completa) (più un OAV)
Genere fantascienza
Eureka Seven AO
manga
Titolo orig. エウレカセブンAO
Autore Studio BONES
Disegni Yūichi Katō
Editore Kadokawa Shoten
1ª edizione 26 gennaio 2012 – 26 settembre 2013
Collanaed. Monthly Shōnen Ace
Tankōbon 5 (completa)
Target shōnen
Genere fantascienza
Eureka Seven AO ~Save a Prayer~
manga
Titolo orig. エウレカセブンAO〜Save A Prayer〜
Autore Ran Fudō
Editore Kadokawa Shoten
1ª edizione 10 febbraio 2012 – 10 giugno 2013
Collanaed. Newtype Ace
Tankōbon 2 (interrotta) (ultimi capitoli mai pubblicati su volume)
Target shōnen
Eureka Seven nAnO
manga
Titolo orig. エウレカセブンnAnO
Autore Katsuwo
Editore Kadokawa Shoten
1ª edizione 9 luglio – 26 dicembre 2012
Collaneed. 4-koma nano ace, Monthly Shōnen Ace
Tankōbon unico
Target shōnen

Eureka Seven AO (エウレカセブンAO Eureka Sebun AO?), per esteso: Eureka Seven: Astral Ocean, è una serie televisiva anime dello Studio Bones, derivata dalla serie Eureka Seven. È composta di 24 episodi ed è stata trasmessa in Giappone dal 12 aprile al 19 novembre 2012 su MBS e TBS.

Dalla serie sono stati tratti anche tre manga, pubblicati da Kadokawa Shoten: Eureka Seven AO di Yūichi Katō, uno spin-off intitolato Eureka Seven AO - Save a Prayer, di Ran Fudō, e Eureka Seven nAnO, un manga di tipo yonkoma di Katsuwo, tutti iniziati e conclusi tra il 2012 e il 2013, ma i primi due iniziati prima della serie animata.

Anche un episodio OAV ed un videogioco per PlayStation 3 sono stati tratti dalla serie.

La serie ha un'ambientazione diversa da quella della prima e ne costituisce un sequel. La serie è collegata al finale originario della prima serie e non al finale alternativo presentato nell'episodio speciale New Order, trasmesso il 5 aprile 2012 e pubblicato nel Blu-ray Disc detto Hybrid Disc contenente anche il videogioco e l'OAV tratti da Eureka Seven AO.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel 2025, sull'isola di Iwado vicino ad Okinawa un movimento politico locale reclama un governo autonomo. Lì vive Ao Fukai, un ragazzo di tredici anni che sta per entrare nella scuola media e vive con un vecchio dottore di nome Toshio, in quanto i genitori sono scomparsi molto tempo prima: la madre è stata portata via da degli uomini di provenienza ignota. Altro personaggio è Naru Arata, amica e coetanea di Ao, che vive con suo padre, sua sorella maggiore e sua nonna e possiede un "potere Yuta" risvegliatosi in lei da piccola dopo un incidente. Un'entità conosciuta come "Secret" attacca la forma di vita Scab Coral che è sull'isola. Ao, in via incidentale, finito a bordo di una portaerei dell'esercito giapponese, riesce ad attivare un'unità di protezione chiamata Nirvash, spinto dal trio di contrabbandieri Gazzelle, Pippo[1] e Han Juno.[2][3]

Ao affronterà con il Nirvash il Secret, chiamato dalla gente del posto "G-Monster", per evitare che esso distruggendo lo Scab Coral possa far esplodere l'intera isola. Pur messo in difficoltà, il tredicenne riuscirà a sconfiggere il Secret e salvare l'isola. Durante la lotta i suoi capelli diventano turchesi, come quelli della madre. Il ragazzo scoprirà quindi di essere il figlio di una misteriosa donna piovuta dal cielo di nome Eureka ed è per questo che gli abitanti del villaggio lo trattano come un alieno, a parte Toshio e Naru. L'incontro con la PiedPiper[4], squadra operativa di una organizzazione privata chiamata Generation Bleu occupata ufficialmente di eliminare i Secret ed evitare il fenomeno dello Scab Burst, il fenomeno esplosivo causato dalla distruzione dello Scab Coral, condurrà Ao a lasciare Iwado per unirsi alla compagnia. Qui conoscerà Fleur Blanc ed Elena People, le ragazze alla guida di due IFO (macchine del tutto simili al Nirvash, detto anche Mark I), Ivica Tanović, capo del team PiedPiper[5], Rebecka Hallström, e il presidente della Generation Bleu, Cristophe Blanc, padre di Fleur.

Con il team affronterà i Secret che appaiono regolarmente ad ogni avvistamento dei misteriosi Scab Coral apparsi in tutto il mondo[6], misteriose forme di vita coralliformi che emettono una invisibile polvere chiamata "trapar" che solo Ao riesce a vedere. Il trapar risulta essere tossica per l'essere umano, tuttavia è molto richiesta dai mercati di tutto il mondo ed è la sua presenza ad Iwado ad aver spinto l'isola a chiedere l'autonomia, a scapito di pesca e turismo, tradizionali fonti economiche preesistenti.

Durante uno scontro il Nirvash verrà visto da una misteriosa creatura mutaforma la quale porrà il Nirvash e la sua precedente pilota - la madre di Ao - quale suo obbiettivo. La creatura assumerà una forma definitiva di ragazzo dai capelli turchini e si farà chiamare Truth. Sotto questa veste riuscirà a manovrare l'esercito giapponese, con la costante ossessione che il mondo è sbagliato e che nessuno veda la verità, e a portare dalla sua parte Naru, guarendola dalla malattia che l'attanaglia sin dall'incidente che le risvegliò il potere Yuta e risvegliando in lei altri poteri (come la chiaroveggenza e il teletrasporto). Ao, inizialmente interessato solo alla ricerca della madre e a dare un aiuto alla Generation Bleu per sconfiggere i Secret, scoperto che Naru è stata presa da Truth lotterà per ritrovare l'amica e liberarla.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Protagonisti[modifica | modifica sorgente]

Ao Fukai (フカイ・アオ Fukai Ao?)
Doppiato da Yūtarō Honjō
Naru Arata (アラタ・ナル Arata Naru?)
Doppiata da Kanako Miyamoto

Team Pied Piper/Generation Bleu[modifica | modifica sorgente]

Fleur Blanc (フレア・ブラン Furea Buran?)
Doppiata da Ayaka Ōhashi
Elena Peoples (エレナ・ピープルズ Erena Pīpuruzu?)
Doppiata da Chiaki Omigawa
Rebecka Hallström (レベッカ・ハルストレム Rebekka Harusutoremu?)
DOppiata da Chie Nakamura
Christophe Blanc (クリストフ・ブラン Kurisutofu Buran?)
Doppiato da Rokurō Naya
Ivica Tanović (イビチャ・タノヴィッチ Ibicha Tanovicchi?)
Doppiata da Tetsuo Gotō
Georg (ゲオルグ Georugu?)
Doppiato da Hidenobu Kiuchi

Abitanti di Iwato Jima[modifica | modifica sorgente]

Gazelle (ガゼル Gazeru?)
Doppiata da Takuya Kirimoto
Pippo (ピッポ?)
Doppiato da Keikō Sakai
Han Juno (ハン・ジュノ?)
Doppiato da Yoshinori Fujita
Toshio Fukai (フカイ・トシオ Fukai Toshio?)
Doppiato da Katsunosuke Hori
Mitsuo Arata (アラタ・ミツオ Arata Mitsuo?)
Doppiato da Masafumi Kimura
Nonna (お婆 Obaa?)
Doppiata da Ako Mayama
Miyu Arata (アラタ・ミユ Arata Miyu?)
Doppiata da Nao Tōyama
Kazuyuki Kinjō (キンジョウ・カズユキ Kinjō Kazuyuki?)
Doppiata da Naomi Kusumi
Teruhiko Niigaki (ニイガキ・テルヒコ Niigaki Teruhiko?)
Doppiato da Tetsuo Komura

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

Truth (トゥルース Turūsu?)
Doppiato da Kazuhiko Inoue
Eureka (エウレカ?)
Doppiata da Kaori Nazuka

Episodi[modifica | modifica sorgente]

I primi 22 episodi sono stati trasmessi dal 12 aprile al 27 settembre 2012 su MBS e venivano replicati nei giorni successivi su TBS, CBC e BS-TBS. Gli episodi 23 e 24 sono stati trasmessi insieme con il titolo di Eureka Seven AO - Kankestuhen (エウレカセブンAO 完結編? "Eureka Seven AO - Episodio conclusivo") prima su TBS il 19 novembre 2012 e poi sulle altre reti.[7]

Ogni episodio ha due titoli: il primo, come in Eureka Seven, è lo stesso di un brano musicale realmente esistente, ma è presente anche un secondo titolo in inglese.

Titolo tratto dal brano musicale / Altro titolo
「Titolo tratto dal brano musicale in katakana[8]」 - Rōmaji - Traduzione letterale
In onda
Giappone
1 Born Slippy / deep blue
「ボーン・スリッピー」 - Bōn Surippī  –  Nato scivoloso / Profondo blu
12 aprile 2012
Brano relativo: Born Slippy degli Underworld
2 Call It What You Want / AO's cavern
「コール・イット・ホワット・ユー・ウォント」 - Kōru Itto Howatto Yū Wonto  –  Chiamalo come vuoi / La caverna di AO
19 aprile 2012
Brano relativo: Call It What You Want dei Tesla
3 Still Fighting / secret operation
「スティル・ファイティング」 - Sutiru Faitingu  –  Lottando ancora / Operazione segreta
26 aprile 2012
Brano relativo: Still Fighting dei The Sabres of Paradise
4 Walk This Way / plant coral
「ウォーク・ディス・ウェイ」 - Wōku Disu Wei  –  Vai per questa via / Corallo pianta
3 maggio 2012
Brano relativo: Walk This Way degli Aerosmith & Run–D.M.C.
5 Tighten Up / génération bleu
「タイトゥン・アップ」 - Taitun Appu  –  Stringi forte / Génération bleu
10 maggio 2012
Brano relativo: Tighten Up di Archie Bell & the Drells
6 Light My Fire / noblesse oblige
「ライト・マイ・ファイアー」 - Raito Mai Faiā  –  Accendi il mio fuoco / Noblesse oblige
17 maggio 2012
Brano relativo: Light My Fire dei The Doors
7 No One Is Innocent / bye bye angel
「ノー・ワン・イズ・イノセント」 - Nō Wan Izu Inosento  –  Nessuno è innocente / Addio, angelo
24 maggio 2012
Brano relativo: No One Is Innocent dei Sex Pistols
8 One Nation Under a Groove / blue thunder
「ワン・ネイション・アンダー・ア・グルーヴ」 - Wan Neishon Andā a Gurūvu  –  Una nazione sotto un ritmo / Fulmine blu
31 maggio 2012
Brano relativo: One Nation Under a Groove dei Funkadelic
9 In the Dark We Live / enemy below
「イン・ザ・ダーク・ウィー・リヴ」 - In za Dāku Wī Rivu  –  Nell'oscurità viviamo / Nemico sotto
7 giugno 2012
Brano relativo: In the Dark We Live di Felix da Housecat
10 Release Your Self / the pied piper of Hamelin
「リリース・ユア・セルフ」 - Rirīsu Yua Serufu  –  Lasciati andare / Il pifferaio variopinto di Hamelin
21 giugno 2012
Brano relativo: Release Yourself dei Graham Central Station
11 Plateaux of Mirror / mirror of the world
「プラトー・オブ・ミラー」 - Puratō obu Mirā  –  Altopiano dello specchio / Specchio del mondo
28 giugno 2012
Brano relativo: The Plateaux of Mirror di Harold Budd e Brian Eno
12 Step Into a World / heaven and earth
「ステップ・イントゥ・ア・ワールド」 - Suteppu Intu a Wārudo  –  Salta dentro un mondo / Paradiso e Terra
5 luglio 2012
Brano relativo: Step Into a World di KRS-One
13 She's a Rainbow / moonlight ship
「シーズ・ア・レインボウ」 - Shīzu a Reinbou  –  Lei è un arcobaleno / Nave della luce di luna
12 luglio 2012
Brano relativo: She's a Rainbow dei The Rolling Stones
14 Starfire / another truth
「スターファイアー」 - Sutāfaiā  –  Fuoco di stella / Un'altra verità
19 luglio 2012
Brano relativo: Starfire dei DragonForce
15 War Head / humanoid secret
「ウォー・ヘッド」 - Wō Heddo  –  Testa da guerra / Segreto umanoide
26 luglio 2012
Brano relativo: WAR HEAD di Ryuichi Sakamoto
16 Guardians Hammer / next phase
「ガーディアンズ・ハンマー」 - Gādianzu Hanmā  –  Martello dei guardiani / Prossima fase
16 agosto 2012
Brano relativo: Guardians Hammer di KAGAMI
17 La Vie en rose / Johannson's book
「ラ・ヴィ・アン・ローズ」 - Ra Vi an rōzu  –  La vita in rosa / Il libro di Johannson
23 agosto 2012
Brano relativo: La vie en rose di Édith Piaf
18 Don't Look Down / third engine
「ドント・ルック・ダウン」 - Donto Rukku Daun  –  Non guardare giù / Terzo motore
30 agosto 2012
Brano relativo: Don't Look Down di David Bowie
19 Maybe Tomorrow / the day
「メイビー・トゥモロー」 - Meibī Tumorō  –  Forse domani / Il giorno
6 settembre 2012
Brano relativo: Maybe Tomorrow dei The Jackson 5
20 Better Days Ahead / last message
「ベター・デイズ・アヘッド」 - Betā Deizu Aheddo  –  I giorni migliori davanti / Ultimo messaggio
13 settembre 2012
Brano relativo: Better Days Ahead di Norman Brown
21 World 2 World / rising sun
「ワールド・トゥ・ワールド」 - Wārudo tu Wārudo  –  Da mondo a mondo / Sole che sorge
20 settembre 2012
Brano relativo: World 2 World degli Underground Resistance
22 Galaxy 2 Galaxy / coral carriers
「ギャラクシー・トゥ・ギャラクシー」 - Gyarakushī tu Gyarakushī  –  Da galassia a galassia / Carriere di corallo
27 settembre 2012
Brano relativo: Galaxy 2 Galaxy di Mike Banks
23 The Final Frontier / Renton Thurston
「ザ・ファイナル・フロンティア」 - Za Fainaru Furontia  –  L'ultima frontiera / Renton Thurston
19 novembre 2012
Brano relativo: The Final Frontier degli Iron Maiden
24 Natsu e no tobira
「夏への扉」 - Natsu e no tobira  –  La porta verso l'estate
19 novembre 2012
Brano relativo: Natsu e no tobira di Tatsurō Yamashita

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Sigle di apertura
  • Escape di Hemenway (episodi da 2 a 13)
  • Bravelue (ブレイブルー Bureiburū?) dei FLOW (episodi da 14 a 23)
Sigle di chiusura
  • stand by me delle Stereopony (episodi 1 e da 3 a 12)
  • Iolite (アイオライト Aioraito?) dei joy (episodi da 14 a 21 e 23-24)

OAV e videogioco[modifica | modifica sorgente]

Un OAV intitolato Eureka Seven AO - Jungfrau no hanabanatachi (エウレカセブンAOーユングフラウの花々たち Eureka Sebun Ei Ō - Yungufurau no hanabanatachi?, lett. "Eureka Seven AO - I fiori di Jungfrau[9]") ed un videogioco per PlayStation 3 intitolato EUREKA SEVEN AO - ATTACK THE LEGEND - sono stati pubblicati da Namco Bandai in un unico Blu-ray Disc detto Hybrid Disc il 20 settembre 2012. La storia dell'OAV si colloca tra l'episodio 8 e l'episodio 9. Nel disco è presente anche l'episodio speciale della prima serie intitolato New Order (ニュー・オーダー Nyū Ōdā?), che presenta un finale alternativo non collegato alla seconda serie[10], già trasmesso in televisione il 5 aprile 2012.[7]

Manga[modifica | modifica sorgente]

Dalla serie sono stati tratti tre manga:

  • Eureka Seven AO: realizzato da Yūichi Katō e pubblicato sulla rivista Monthly Shōnen Ace edita da Kadokawa Shoten, è iniziato prima della serie animata, il 26 gennaio 2012[11], e si è concluso il 26 settembre 2013[12][13]. È stato poi raccolto in cinque volumi tankōbon[14];
  • Eureka Seven AO - Save a Prayer (エウレカセブンAO〜Save A Prayer〜 Eureka Sebun Ei Ō ~Save a Prayer~?): è uno spin-off disegnato da Ran Fudō. È stato pubblicato sulla rivista Newtype Ace della Kadokawa Shoten dal 10 febbraio 2012[15] al 10 giugno 2013[16], ma sono stati pubblicati soltanto due tankōbon, nel 2012[17][18];
  • Eureka Seven nAnO (エウレカセブンnAnO Eureka Sebun nano?): è uno yonkoma, cioè un manga formato di strisce di quattro vignette che si leggono dall'alto verso il basso, realizzato da Katsuwo. È stato pubblicato in parte sulla rivista 4-koma nano ace dal 9 luglio all'8 novembre 2012 e in parte sui numeri usciti rispettivamente il 26 novembre e il 26 dicembre 2012 di Monthly Shōnen Ace[19][20][21][22][23] ed è stato raccolto in un solo tankōbon[24].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Di origini italiane, come precisato nell'anime.
  2. ^ (EN) Eureka Seven Ao Sci-Fi TV Sequel's Story Outlined, Anime News Network, 8 gennaio 2012. URL consultato il 10 gennaio 2012.
  3. ^ Eureka Seven: Astral Ocean. NewType svela la trama e lo staff, AnimeClick.it, 10 gennaio 2012, aggiornato il 17 febbraio 2012. URL consultato il 10 gennaio 2012.
  4. ^ Letteralmente "pifferaio magico", riferito alla favola del Pifferaio di Hamelin.
  5. ^ Egli stesso ha scelto il nome del team, in omaggio al racconto popolare.
  6. ^ Nel corso dell'anime si fa riferimento all'evento di Tunguska del 1908 quale prima apparizione del fenomeno.
  7. ^ a b (JA) NEWS - Sito ufficiale. URL consultato il 20 agosto 2014.
  8. ^ Il titolo dell'ultimo episodio, essendo in lingua giapponese, è scritto in kanji.
  9. ^ Jungfrau letteralmente significa "vergine" in lingua tedesca.
  10. ^ Si veda il sito ufficiale dello Hybrid Disc nei collegamenti esterni
  11. ^ Eureka Seven Ao. Dopo l'anime, ecco il manga, AnimeClick.it, 27 dicembre 2011. URL consultato il 27 dicembre 2011.
  12. ^ (JA) 月刊少年エース - 2010年代, mangazine. URL consultato il 20 agosto 2014.
  13. ^ (JA) 少年エース2013年11月号, Kadokawa Shoten. URL consultato il 20 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2014).
  14. ^ (JA) エウレカセブンAO (5), Kadokawa Shoten. URL consultato il 20 agosto 2014.
  15. ^ (JA) ニュータイプエース Vol.06, Kadokawa Shoten. URL consultato il 20 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2012).
  16. ^ Dato che la pubblicazione della rivista Newtype Ace è stata interrotta dopo il "volume 23", pubblicato il 10 luglio 2013 e considerato il numero di agosto 2013 (notizia di Anime News Network sulla fine della pubblicazione (EN) ; scheda del "volume 23" su Amazon.co.jp (JA) ), la versione archiviata il 22 agosto 2013 (link (JA) ) della lista dei manga pubblicati sulla rivista si riferisce necessariamente all'ultimo numero: essa non contiene Eureka Seven AO - Save a Prayer, mentre la versione archiviata il 9 luglio (link (JA) ), che è diversa e si riferisce quindi ancora al numero precedente, lo contiene. Il numero precedente è stato pubblicato il 10 giugno 2013, come si può vedere nella pagina ufficiale archiviata (JA) .
  17. ^ (JA) エウレカセブンAO ~Save A Prayer~ (1), Kadokawa Shoten. URL consultato il 20 agosto 2014.
  18. ^ (JA) エウレカセブンAO ~Save A Prayer~ (2), Kadokawa Shoten. URL consultato il 20 agosto 2014.
  19. ^ (JA) 月刊少年エース8月号増刊 4コマなのエースVol.14, Kadokawa Shoten. URL consultato il 21 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2014). Nonostante la pagina riporti "Vol.14", essa si riferisce in realtà al numero 15, come si vede dalla copertina.
  20. ^ (JA) 月刊少年エース11月号増刊 4コマなのエースVol.19, Kadokawa Shoten. URL consultato il 21 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2014).
  21. ^ (JA) 少年エース2013年1月号, Kadokawa Shoten. URL consultato il 21 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2013).
  22. ^ (JA) 少年エース2013年2月号, Kadokawa Shoten. URL consultato il 21 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2012).
  23. ^ Il fatto che il manga si trovi su questi numeri delle riviste è riportato nell'ultima pagina del tankōbon.
  24. ^ (JA) エウレカセブンnAnO, Kadokawa Shoten. URL consultato il 21 agosto 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]