Il Teatro degli Orrori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Teatro degli Orrori
Fotografia di Il Teatro degli Orrori
Paese d'origine Italia Italia
Genere Alternative rock[1]
Noise rock[1]
Periodo di attività 2005 – in attività
Etichetta La Tempesta/Venus
Album pubblicati 4
Studio 3
Live 1
Sito web
Il Teatro degli Orrori (Logo).png

Il Teatro degli Orrori è un gruppo alternative rock italiano nato nel 2005. Il nome della band si ispira al teatro della crudeltà di Antonin Artaud.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Esordi[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo si riunisce inizialmente in una sala prova a Marghera, frazione di Venezia nell'aprile del 2005.[2] La formazione iniziale della band è composta da Pierpaolo Capovilla (frontman e cantante degli One Dimensional Man) alla voce e al basso, Gionata Mirai (frontman dei Super Elastic Bubble Plastic) alla chitarra, e Francesco "Franz" Valente (dal 2005 anche lui negli ODM) alla batteria. Dopo un breve periodo di prove, si aggiunge al gruppo Giulio "Ragno" Favero, già chitarrista e produttore artistico degli One Dimensional Man, che entra nel ruolo di bassista, lasciando a Capovilla solo il microfono.

Il 6 aprile 2007 esce il primo disco della band, intitolato Dell'impero delle tenebre e pubblicato da La Tempesta Dischi (distribuzione Venus). Il successo è immediato, accompagnato dagli apprezzamenti unanimi al disco. Il disco viene presentato come un lavoro estremo, febbricitante, lirico e coraggioso; una vera e propria "opera rock" in undici atti.[3] Di notevole impatto l'utilizzo della lingua italiana, poco incline allo stile di Capovilla, che aveva sempre scritto e cantato in inglese, e tendenzialmente anche al genere musicale utilizzato. Vengono realizzati i videoclip di tre brani estratti da questo disco: Compagna Teresa (regia di Mauro Lovisetto), La canzone di Tom (regia di Mauro Lovisetto) e Carrarmatorock! (regia di Angelo Camba).

Nel frattempo la band parte per la sua prima tournée, in cui viene accompagnata, in alcune date da Tre allegri ragazzi morti, Montecristo e De Rosa.[4]

Pierpaolo Capovilla, cantante del gruppo.

Nel 2008 Il Teatro degli Orrori, oltre che continuare nell'intensissima attività live, realizza uno split album in vinile (corredato dall'equivalente CD) con il gruppo romano degli ZU e contenente le tracce Fallo! e Nostalgia. Il disco, diffuso in tiratura limitata (666 copie), viene pubblicato da La Tempesta.

Il 20 giugno 2008 hanno partecipato all'Heineken Jammin' Festival[5] al fianco dei Linea 77.

Nel 2009, inoltre, il gruppo partecipa al progetto-compilation Il paese è reale, promosso dagli Afterhours, in cui sono presenti con il brano inedito Refusenik. Il 25 marzo 2009 è uscita la compilation Afterhours presentano: Il paese è reale (19 artisti per un paese migliore?) voluta da Manuel Agnelli degli Afterhours in seguito alla partecipazione del suo gruppo al Festival di Sanremo 2009, per sostenere e promuovere le realtà indie rock della scena underground italiana, a cui il Teatro degli Orrori partecipa con una canzone dal titolo Refusenik, ispirata alle vicende degli obiettori di coscienza israeliani che rifiutano di imbracciare le armi in segno di protesta contro l'occupazione dei territori palestinesi.

A sangue freddo[modifica | modifica sorgente]

Il gruppo in seguito si chiude nuovamente in sala prove, e precisamente presso lo studio Blocco A di Favero a Padova, dove comincia ad elaborare le nuove tracce che verranno inserite nel successivo LP del "Teatro". Il secondo disco A sangue freddo[6] viene pubblicato, sempre da La Tempesta, il 30 ottobre 2009. La title-track del disco è dedicata a Ken Saro-Wiwa, poeta nigeriano ucciso nel 1995. L'album è stato ben accolto dalla critica e definito "meno grezzo e immediato" del precedente lavoro[7]. Il successo però, viene ottenuto anche grazie ai contenuti narrativi (con citazioni che vanno da Majakovskij al Padre nostro), che vengono apprezzati da un pubblico trasversale e che consacra il Teatro come una delle band più importanti del rock italiano.[8] Da questo disco vengono estratti tre singoli: A sangue freddo, Direzioni diverse (videoclip entrambi realizzati per la regia di Jacopo Rondinelli) e È colpa mia (videoclip curato da Annapaola Martin e contenente immagini e backstage del tour).

Sempre nel 2009 viene pubblicato Raro EP, costituito da sei tracce e diffuso in free download dal sito del mensile XL. Si tratta della registrazione di un concerto elettro-acustico tenuto presso l'auditorium di Sant'Umiltà a Faenza, in chiusura del Meeting delle Etichette Indipendenti. Il disco contiene anche due brani già editi (Direzioni diverse e Compagna Teresa) riarrangiati.

Il gruppo in concerto.

Ad inizio 2010 la band cambia formazione: Giulio Favero abbandona per problemi strettamente personali, mentre entrano a far parte del gruppo il polistrumentista Nicola Manzan (chitarra, violino, synth), già celebre nel settore underground come "deus ex machina" del progetto Bologna Violenta e Tommaso Mantelli (Captain Mantell) al basso[9]. Da questo momento viene rivolta l'attenzione in maniera notevole alle performance live del gruppo, che sono impregnate della teatralità di Capovilla e della presenza scenica di ben 5 elementi.

Il 25 aprile la band si esibisce nel concerto-evento Materiali resistenti tenutosi a Carpi. Nel giugno sale sul palco degli MTV Days 2010, mentre il 26 settembre partecipano al festival musicale Woodstock 5 Stelle organizzato a Cesena da Beppe Grillo e trasmesso dal canale televisivo nazionale Play.me, che proprio con questa diretta aprì la neonata emittente[10].

Nel gennaio 2011 la band pubblica su YouTube un documentario dal titolo Un anno a sangue freddo, realizzato da Annapaola Martin e contenente mini-interviste e spezzoni live tratte dal tour del Teatro. Nel marzo, sulla sua pagina Facebook, Capovilla comunica l'abbandono del batterista Valente e il licenziamento del chitarrista Manzan e del bassista Mantelli. Non sono date notizie sui sostituti, tranne che per il rientro al basso di Giulio Favero. Questo nuovo stravolgimento provoca diversi dibattiti tra i fan. Tuttavia, Valente rimane nel gruppo e partecipa con gli altri al Traffic Festival di Torino, l'8 luglio 2011, smentendo di fatto qualunque notizia legata al suo abbandono.

Nello stesso periodo, i diversi componenti del gruppo si dedicano ad alcuni progetti paralleli. Giulio e Pierpaolo riuniscono gli One Dimensional Man e realizzano l'album A better man, preceduto e seguito da due tour. Gionata si concede la pubblicazione di un disco solista intitolato Allusioni (La Tempesta) e si esibisce, tra l'altro, al Rivolta durante la festa dell'etichetta, il 3 dicembre. Inoltre, un quartetto composto da Capovilla (voce narrante), Giulio (campionamenti, tastiere e chitarra elettrica), Richard Tiso (contrabbasso) e Kole Laca dei 2Pigeons dà vita al progetto Eresia, reading in cui vengono proposti, in due atti, gli scritti del poeta e drammaturgo russo Vladimir Majakovskij. Lo spettacolo viene portato in teatri, club e centri sociali, la tappa svolta in occasione del MEI 2010 viene registrata e pubblicata in DVD per Auditorium Edizioni in maggio.

Il mondo nuovo[modifica | modifica sorgente]

A quel punto la band si reca a Lari (provincia di Pisa), dove si dedica alle registrazione del terzo LP. Il 22 luglio 2011 Giulio annuncia che il gruppo sta iniziando le registrazioni per il terzo album nella sua formazione originaria. Presso il SAM Recording Studio di Mirco Mencacci, i tre componenti della band iniziano le riprese delle sedici tracce del nuovo album, che saranno impreziosite dal successivo contributo di numerosi artisti, tra cui Caparezza, Appino e gli Aucan.

Il 25 novembre seguente il gruppo ha annunciato l'uscita de Il mondo nuovo prevista per il 31 gennaio 2012[11]. Le parti di batteria, inoltre, sono state affinate da Valente presso La Sauna Studio di Varese, luogo in cui viene effettuata la post-produzione finale (ad eccezione del brano Nicolaj, missato alle Officine Meccaniche di Milano). Il disco è stato masterizzato da Matt Colton presso l'Air Studio di Londra tra il 7 e l'8 dicembre. Preceduto dalla ristampa in vinile di Dell'impero delle tenebre (24 dicembre 2011, La Tempesta), il disco esce per La Tempesta con distribuzione Universal (nell'edizione in vinile Il mondo nuovo è etichettato La Tempesta/Tannen Records con distribuzione Venus) e debutta alla posizione numero 10 della classifica ufficiale di vendita FIMI.[12] Inoltre, l'album omaggia l'opera Il mondo nuovo di Aldous Huxley e può essere considerato un concept album sull'immigrazione. Il primo singolo estratto dal disco è Io cerco te (videoclip diretto da Mauro Lovisetto), seguito da Non vedo l'ora (video di Giulio Ragno Favero) e Cuore d'oceano (video di Chiara Feriani e Roberto D'Ippolito).

Dal 6 marzo 2012 il gruppo è in tour per promuovere l'album Il mondo nuovo e durante i live i membri della band sono accompagnati da altri due musicisti: Kole Laca (2Pigeons), che suona synth e rhodes, e Marcello Batelli (Planet Brain, Non voglio che Clara), che suona la chitarra.

Nel 2012 hanno preso parte, per la prima volta, al concerto del Primo Maggio a Roma, occasione nella quale eseguono i brani Non vedo l'ora, La canzone di Tom e Compagna Teresa. Il 19 maggio invece, insieme agli Afterhours, suonano a L'Aquila in maniera del tutto gratuita, per far sentire la vicinanza ai cittadini colpiti dal terremoto nel 2009 e per porre l'attenzione sul fatto che i soldi raccolti tramite il progetto Domani 21/04.2009 sono ancora bloccati su un conto corrente. In agosto invece si esibiscono in Ungheria, allo Sziget Festival.

Nello stesso anno vincono il PIMI (premio ideato e curato dal MEI) per il "Miglior Tour", mentre sono finalisti della Targa Tenco nella categoria "miglior album in assoluto". Il 30 novembre 2012 viene venduto, in allegato con xL, il CD Dal vivo, registrato appunto live. Inoltre la band collabora con i Nadàr Solo nella canzone Il vento, inserita nell'album Diversamente, come? (2013, Massive Arts).

Nel luglio 2013 la band aderisce al progetto Hai paura del buio?, promosso dagli Afterhours: si tratta di un festival culturale itinerante a cui prendono parte non solo altri musicisti (tra cui Marta sui Tubi, i Ministri, Daniele Silvestri e Verdena), ma anche attori di cinema e teatro (Antonio Rezza con Flavia Mastrella, Michele Riondino), scrittori (Chiara Gamberale, Paolo Giordano), disegnatori e ballerini.[13]

Nel 2014 il gruppo partecipa alla riedizione dell'album Hai paura del buio? degli Afterhours, collaborando al rifacimento del brano Dea. Nel maggio 2014 Capovilla pubblica un album solista dal titolo Obtorto collo.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Componenti live[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti live[modifica | modifica sorgente]

Timeline componenti[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Album live[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Compilation[modifica | modifica sorgente]

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

  • 2013: Nadàr Solo ft. Il Teatro degli Orrori - Il vento (da Diversamente come?)

Videoclip[modifica | modifica sorgente]

  • 2007 - Compagna Teresa, regia di Mauro Lovisetto, tratto dal disco "Dell'Impero delle Tenebre" (2007, La Tempesta Dischi)
  • 2008 - La canzone di Tom, regia di Mauro Lovisetto, tratto dal disco "Dell'Impero delle Tenebre" (2007, La Tempesta Dischi)
  • 2008 - Carrarmatorock!, regia di Angelo Camba, tratto dal disco "Dell'Impero delle Tenebre" (2007, La Tempesta Dischi)
  • 2009 - A sangue freddo, regia di Jacopo Rondinelli, tratto dal disco "A sangue freddo" (2009, La Tempesta Dischi/Universal)
  • 2010 - Direzioni diverse, regia di Jacopo Rondinelli, tratto dal disco "A sangue freddo" (2009, La Tempesta Dischi/Universal)
  • 2010 - È colpa mia, regia di Annapaola Martin, tratto dal disco "A sangue freddo" (2009, La Tempesta Dischi/Universal)
  • 2012 - Io cerco te, regia di Mauro Lovisetto, tratto dal disco "Il Mondo Nuovo" (2012, La Tempesta Dischi/Universal)
  • 2012 - Non vedo l'ora, regia di Giulio Ragno Favero, tratto dal disco "Il Mondo Nuovo" (2012, La Tempesta Dischi/Universal)
  • 2012 - Cuore d'oceano, regia di Chiara Feriani e Roberto D'Ippolito, tratto dal disco "Il Mondo Nuovo" (2012, La Tempesta Dischi/Universal)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Scheda sull'album Dell’impero Delle Tenebre dal sito ondarock.it
  2. ^ biografia ilteatrodegliorrori.com
  3. ^ Dell'impero delle tenebre rockit.it
  4. ^ Nuovo disco e tour rockit.it
  5. ^ http://www.venezia.net/heineken-jammin-festival/2008/06/13/183/ Il Teatro degli Orrori si aggiungono alla lineup di venerdì 20 luglio
  6. ^ Nuovo album per il Teatro degli Orrori in www.rockit.it. URL consultato il 25-08-2009.
  7. ^ Recensione in www.rockit.it. URL consultato il 31-10-2009.
  8. ^ Il Teatro degli Orrori :: Il Mondo Nuovo
  9. ^ Myspace del gruppo. URL consultato il 15-01-2010.
  10. ^ Woodstock 5 stelle: il festival musicale di Beppe Grillo in diretta su Play.me, soudsblog.it, 22 settembre 2010. URL consultato l'11 febbraio 2013.
  11. ^ “Il Mondo Nuovo”, il nuovo disco del Teatro Degli Orrori | Toylet Mag
  12. ^ Classifica dal 30/1 al 5/2 fimi.it
  13. ^ HAI PAURA DEL BUIO? IL MANIFESTO xelle.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock