Concerto del Primo Maggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Concerto del Primo Maggio è una rassegna musicale che a partire dal 1990 viene organizzata annualmente il giorno della Festa dei lavoratori in piazza di Porta San Giovanni a Roma dai tre principali sindacati italiani: CGIL, CISL e UIL. L'avvenimento, ideato da Maurizio Illuminato, ogni anno richiama un gran numero di spettatori da tutta Italia e non solo, proponendo artisti sia italiani che stranieri del calibro di Robert Plant (ex Led Zeppelin), nel 2002, gli Oasis, nel 2002, e gli Iron Maiden, nel 1993. Viene trasmesso sui canali RAI: Attualmente viene trasmesso da Rai 3 e in HD su Rai HD . La trasmissione del concerto è pressoché integrale; tuttavia è capitato che alcune delle esibizioni finali siano state tagliate dalla diretta, come accaduto ai Litfiba nel 1997, alla Premiata Forneria Marconi nel 1998 o a Cristiano De André nel 2013.

La rassegna parte dal pomeriggio e vede esibirsi un gran numero di gruppi musicali italiani, solitamente della scena musicale indipendente. Ciascun gruppo si esibisce per breve tempo (tre/quattro canzoni) prima di lasciare spazio al successivo. Ogni anno vengono chiamati a esibirsi anche ospiti internazionali.

L'evento attira, ogni anno, una gran folla di spettatori. Durante la giornata, dal palco vengono più volte fornite le cifre relative al numero dei presenti. Nel corso degli anni, tale cifra è variata tra una media di 500mila e 800mila unità, arrivando a toccare il picco di 1 milione di spettatori nel 2006. Tuttavia, queste cifre sono molto superiori a quella che sembrerebbe essere la reale capienza della piazza[1]. Pertanto, ove indicato, il numero di spettatori è quello fornito dagli organizzatori dell'evento, non verificato in altro modo.

Dettagli delle singole edizioni[modifica | modifica sorgente]

1990[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 2
  • Note: Ideato e prodotto da Maurizio Illuminato (Illuminato Iniziative S.r.l).

1991[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: "a staffetta" sulle tre reti RAI
  • Spettatori in piazza:
  • Note: I Gang salgono sul palco leggendo un proclama in cui invitavano allo sciopero generale tutti i lavoratori italiani contro l'allora governo Andreotti ed eseguono il brano "Socialdemocrazia" anziché l'annunciato "Ombre rosse". I funzionari RAI intervengono a lato palco ma non riescono ad interrompere l'esibizione, penalizzando invece Elio e le Storie Tese che avrebbero voluto suonare il pezzo "Sabbiature", denunciano la corruzione della classe politica, presentando nomi e fatti.[2]
  • Note: Ideato e prodotto da Maurizio Illuminato (Illuminato Iniziative S.r.l).

1992[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: "a staffetta" sulle tre reti RAI
  • Spettatori in piazza:

1993[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: "a staffetta" sulle tre reti RAI
  • Spettatori in piazza:
  • Note: Vengono presentati in video i Bon Jovi, con due brani registrati il giorno prima durante il concerto di Madrid e Paul McCartney, con due pezzi incisi appositamente per il Primo Maggio negli Stati Uniti[3]. In scaletta doveva essere presentato anche un video degli U2, ma per problemi tecnici non fu mandato in onda. Durante l'esibizione dei Litfiba, Piero Pelù si lamentò davanti a tutta la piazza del fatto che il papa (allora Giovanni Paolo II) parlasse continuamente di sesso, mentre invece avrebbe dovuto dedicarsi a temi più metafisici e consoni alla religione; al termine del suo breve discorso urlò, con forte inflessione toscana, la frase "papa, ma sai n'a sega". Nella stessa giornata, Pelù aveva provocatoriamente infilato un preservativo al microfono di Vincenzo Mollica durante un'intervista.

1994[modifica | modifica sorgente]

  • Spettatori in piazza:
  • Note: Sono presentati in video Bruce Springsteen che canta dal vivo 'Streets of Philadelphia', Bryan Adams con 'Can't stop this thing we started', registrata a Roma durante il suo tour ed i Nirvana con una registrazione live fatta durante la trasmissione Tunnel.

1995[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza:

1996[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 2

1997[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 2
  • Spettatori in piazza: 600 000, fonte La Stampa
  • Note: la chiusura della serata fu affidata ai Litfiba, ma la diretta Rai interruppe la diretta nel momento esatto in cui la band toscana stava per iniziare la propria esibizione. In seguito la band sostenne che si trattò di una forma di censura preventiva, molto probabilmente dovuta alle esternazioni di Pelù nel 1993. Il concerto fu caratterizzato da continui temporali, disguidi tecnici e ritardi in scaletta. Qualche artista rinunciò ad esibirsi senza le riprese delle tv, come Skin degli Skunk Anansie che si rifiutò di cantare.

1998[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 2
  • Spettatori in piazza: 400 000[6]
  • Note: il concerto fu caratterizzato da un acquazzone di 8 ore, iniziato pochi minuti dopo la prima esibizione e terminato poco prima dell'ultimo brano. Vi furono parecchie lamentele, poiché la diretta dell'esibizione della PFM venne sfumata dopo il primo brano[6]. Tale esibizione ebbe anche un valore storico, in quanto la band si esibì insieme allo storico violinista Mauro Pagani. Pochi giorni dopo, la Rai mandò in onda una sintesi della giornata, in cui l'esibizione della PFM venne trasmessa integralmente.

1999[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: 600 000[7]

2000[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori: 300 000[9] sotto la pioggia (edizione svoltasi a Tor Vergata)
  • Note: Questa edizione venne eccezionalmente spostata a Tor Vergata per la concomitanza delle manifestazioni del Giubileo del 2000.

2001[modifica | modifica sorgente]

  • Spettatori in piazza: 800 000[11]

2002[modifica | modifica sorgente]

  • Tema: contro le modifiche dell'articolo 18 (regole dei licenziamenti) e lotta contro il terrorismo
  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: 500 000[12]

2003[modifica | modifica sorgente]

  • Tema: «Ricostruiamo la pace»
  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: 700 000[13]
  • Note: In questa edizione ha fatto scalpore l'esternazione di Daniele Silvestri contro la lotta alla magistratura effettuata dall'allora governo Berlusconi. A causa di questo fatto, l'anno seguente il concerto verrà trasmesso in differita di 20 minuti.

2004[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3, per la prima volta non in diretta, ma in differita di circa 20 minuti
  • Spettatori in piazza: 500 000[15]
  • Note: Il concerto è andato in onda con venti minuti di differita, per permettere alla RAI di effettuare censure su slogan politici o frasi sconvenienti.[15]

2005[modifica | modifica sorgente]

  • Tema: «Sviluppo e Legalità »
  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: oltre 500 000[16]

2006[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: oltre 1 000 000[17]

2007[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: 700 000[18]

2008[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: 1 000 000[19]

2009[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3
  • Spettatori in piazza: 800 000[20]
  • Note: i fan di Vasco Rossi, presenti tra il pubblico, hanno trascorso tutta la giornata intonando cori verso il cantante. Questo ha fatto sì che tutte le esibizioni (fatta eccezione per quella di Caparezza) siano state accolte anche con cori inneggianti a Vasco Rossi. Questi hanno rischiato addirittura di sovrastare l'esibizione acustica di Manuel Agnelli, Samuel Romano e Cristiano Godano, mentre in un paio di occasioni hanno indispettito il conduttore Sergio Castellitto, che si è trovato a dover richiamare (senza successo) parte del pubblico. La PFM è stata addirittura accolta da alcuni fischi e per Franz Di Cioccio è stato difficile coinvolgere l'intero pubblico. Vasco Rossi ha devoluto il compenso per la serata di 100.000 euro ai figli dei morti sul lavoro.

2010[modifica | modifica sorgente]

  • Presentatore: Sabrina Impacciatore
  •  l'anteprima è stata presentata da Paolo Belli
  • Tema: «Il colore delle parole», lavoro, legalità e solidarietà

2011[modifica | modifica sorgente]

Scorcio di Piazza di Porta San Giovanni dal palco
  • Presentatore: Neri Marcorè
  •  l'anteprima è stata presentata da Enrico Capuano
  • Tema: «La storia siamo noi» - La storia, la patria, il lavoro

2012[modifica | modifica sorgente]

  • Trasmesso in TV su: Rai 3 e Rai HD.
  • Note: Il compositore e polistrumentista Mauro Pagani dirigerà la "Resident Band", con cui si esibirà dal vivo e poi la grande orchestra "Roma Sinfonietta". A Mauro Pagani sarà affidato ruolo di riarrangiare 12 brani affiancato da dodici artisti nell'esecuzione di altrettanti classici di giganti del rock. La struttura scenica del Concerto comprenderà anche un'area interamente dedicata al visual.[25]

2013[modifica | modifica sorgente]

  • Note: Per la prima volta durante l'anteprima, sempre condotta da Geppi Cucciari, si esibiscono i sei gruppi finalisti del 1'M Festival (Aeguana way, Almamediterranea, CRIFIU, Le Metamorfosi, Toromeccanica, Honeybird & the birdies) che sono sottoposti a televoto. Il gruppo che risulterà vincitore tornerà ad esibirsi sul palco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La guerra dei numeri: a San Giovanni sbagliate anche le stime del Concertone - Corriere Roma
  2. ^ [1] Storia The-gang.it sito ufficiale dei Gang, Libro LE RADICI E LE ALI, LA STORIA DEI GANG pag. 85, 86, 87
  3. ^ Biamonte Paolo, La maratona rock dei centomila in tv Corriere della Sera 1 maggio 1993
  4. ^ "E IN PIAZZA SI CANTA IL 1 MAGGIO", La Repubblica 1 maggio 1994
  5. ^ "CHIAMBRETTI CON ROSSI PER IL 1 MAGGIO", La Repubblica — 14 aprile 1995, pagina 40
  6. ^ a b c d Primo maggio, il concerto "soffocato" dalla tv Corriere della Sere 3 maggio 1998
  7. ^ Seicentomila in piazza Vasco e Bregovic in trionfo, la Repubblica, 3 maggio 1999
  8. ^ Il Papa a Tor Vergata per aprire il Primo Maggio. URL consultato il 1 maggio 2013.
  9. ^ Primo maggio, in 300 000 a ballare sotto la pioggia la Repubblica 1 maggio 2000
  10. ^ a b Primo maggio, al via il concerto della par condicio, Repubblica.it, 1 maggio 2001.
  11. ^ a b Primo Maggio, concerto-record, Corriere della Sera, 3 maggio 2001.
  12. ^ la Repubblica - Roma, 500 mila giovani al Primo Maggio in musica
  13. ^ la Repubblica - Primo Maggio, un concerto per costruire la pace
  14. ^ Primo Maggio: conduce Bisio Corriere della Sera 16 aprile 2004
  15. ^ a b Mezzo milione al concerto. «Censureranno anche La guerra di Piero?» Corriere della Sera 1 maggio 2004
  16. ^ la Repubblica - Il grande concerto del Primo Maggio
  17. ^ la Repubblica - Roma, oltre un milione in piazza per il concertone del Primo Maggio
  18. ^ la Repubblica - Concertone a Roma per 700mila I sindacati criticano il conduttore
  19. ^ la Repubblica - Primo maggio, rock e lavoro un milione a San Giovanni
  20. ^ la Repubblica - Il popolo del rock al Primo maggio oltre 800mila, tutti per Vasco
  21. ^ la Repubblica - Concertone del Primo Maggio in 700mila in piazza San Giovanni
  22. ^ ANSA - Concertone tra musica e storia, poca politica. Polemica su liberatoria
  23. ^ Anche Zilli e Noemi al Concertone.
  24. ^ Primo Maggio - Musica del desiderio - la passione, la speranza, il futuro
  25. ^ Concerto Primo Maggio 2012: le novità della nuova edizione! | Musica
  26. ^ Africa Unite al Concerto Primo Maggio
  27. ^ Cast Concerto Primo Maggio

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]