Giovanni I di Brabante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni I di Brabante, dal Codex Manesse

Giovanni I di Brabante, detto "il vittorioso"[1] (Bruxelles, 1253Lovanio, 14 maggio 1294[1]), fu duca di Brabante e duca di Limburgo dal 1275 alla morte. Era figlio di Enrico III, duca di Brabante, ed Adelaide (Aleidis) di Borgogna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni aveva appena 11 anni quando suo padre morì. Immediatamente sorsero problemi riguardo alla tutela dei figli del duca: Enrico I d'Assia, Enrico di Lovanio, Ollone conte di Gheldria, tutti nipoti del defunto, avanzarono pretese più o meno fondate. Le città del Brabante si inserirono variamente in questa disputa, e contribuirono ad mettere la tutela dei figli nelle mani della duchessa Adelaide.[2]

Suo fratello maggiore Enrico, di costituzione debole e scarsa intelligenza, rinunciò al potere - in virtù dell'influenza della madre - nel 1267, per prendere i voti, e Giovanni gli succedette, dopo aver ottenuto l'approvazione dell'imperatore del Sacro Romano Impero Riccardo di Cornovaglia.[1][2] Allo scadere del periodo di tutela da parte della madre, all'età di 17 anni Giovanni prese il governo effettivo del Ducato.[2]

Si avvicinò al regno di Francia sposando nel 1269 Margherita di Francia, figlia di Luigi IX, ma questa morì poco dopo. I legami con la Francia continuarono, poiché il nuovo re, Filippo III, sposò nel 1275 Maria di Brabante, sorella di Giovanni. Nel 1276 si unì all'armata di suo cognato incaricata di difendere i diritti di Alfonso de la Cerda contro Sancho IV di Castiglia, e al ritorno in patria venne ordinato cavaliere direttamente dalle mani del sovrano. Ebbe poi a combattere in altre occasioni: nel 1285 alla Crociata d'Aragona, e negli anni successivi contro numerosi dei governanti a lui vicini.[1][2]

Nel 1283 la duchessa Ermengarda di Limburgo era morta e l'imperatore Rodolfo I aveva accordato vita natural durante il ducato al di lei vedovo, Reginaldo I di Gheldria, ma ciò non piacque al cugino di questi, Adolfo V di Berg, che rivendicò il Limburgo. Non potendo far valere la propria ragione con le armi, Adolfo vendette i diritti sul ducato a Giovanni I, che intraprese una vera e propria azione di conquista sul ducato di Limburgo. Seguirono cinque anni di guerre, concluse con la battaglia di Worringen (5 giugno 1288), dove Giovanni sconfisse Reginaldo e i suoi alleati.[1] Il 5 ottobre 1289 Reginaldo di Gheldria rinunciò formalmente al Limburgo che da allora fu unito al Brabante.[2]

Negli anni seguenti si riavvicinò all'Inghilterra, col matrimonio di suo figlio Giovanni con Margherita, figlia di Edoardo I d'Inghilterra (1290). Due anni dopo diede in moglie sua figlia Margherita ad Enrico VII di Lussemburgo, matrimonio funzionale alla definitiva pacificazione sul Limburgo.[2]

Nel settembre 1293 accolse al porto di Anversa Eleonora d'Inghilterra, figlia di Edoardo I, che andava in sposa al conte Enrico III di Bar. In occasione delle nozze, a Bar furono indette grandi feste ed un torneo: durante una giostra Giovanni fu disarcionato, gravemente ferito al braccio dalla lancia del suo avversario, Pierre de Bauffremont. Dalle ferite non si riprese più e morì otto giorni dopo[2][3]. Venne sepolto nel coro della chiesa dei Francescani a Bruxelles, all'interno di un mausoleo che andò distrutto nel XVI secolo.[1]

Conosciamo di lui nove canzoni contenute nel Codex Manesse (dove il suo nome appare come Herzoge Johans von Brabant) e che sono composte in una lingua ancora vicina all'alto tedesco. Il suo predecessore - e padre - Enrico III aveva anch'egli composto alcune canzoni, quattro, e in lingua francese.[2][4]

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Sposò in prime nozze nel febbraio 1269 Margherita di Francia (1254-1271), figlia di Luigi IX e Margherita di Provenza, morta nel dare alla luce un figlio che non le sopravvisse.

Si risposò nel 1273 con Margherita di Dampierre (1251-1285), figlia di Guido di Dampierre, conte di Fiandra, e di Matilde di Béthune. Dall'unione nacquero:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Biographie universelle ancienne et moderne, cit.
  2. ^ a b c d e f g h Jean le Victorieux, duc de Brabant..., cit.
  3. ^ Le Comté de Bar des Origines..., cit.
  4. ^ Willem Jozef Andries Jonckbloet , Geschiedenis der Middennederlandsche dichtkunst: deel. 5, P.N. van Kampen, 1855, p. 495

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duca di Brabante Successore Armoiries Brabant.svg
Enrico IV 1267-1294 Giovanni II
Predecessore Duca di Limburgo Successore Limburg New Arms.svg
Reginaldo I di Gheldria 1288-1294 Giovanni II

Controllo di autorità VIAF: 57419621 LCCN: n96052828