Giovanni II di Brabante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni II di Brabante, incisione dalla Ducum Brabantiae chronica

Giovanni II di Brabante, detto "il pacifico"[1] (27 settembre 1275Tervuren, 27 ottobre 1312), fu duca di Brabante e duca di Limburgo dal 1275 alla morte. Era figlio di Giovanni I e di Margherita delle Fiandre (1253-1285), figlia di Guido di Dampierre.

Succedette al padre nel 1294,[1] e durante il suo regno il Brabante continuò ad opporsi all'espansione francese. Cercò di strappare l'Olanda meridionale al conte Giovanni II di Hainaut, filofrancese, ma senza successo. Giovanni, che soffrì per tutta la vita di calcolosi renale e voleva assicurare una successione pacifica al suo figlio ed erede Giovanni III, nel 1312 firmò la Carta di Kortenberg.[1][2]

Dopo la morte venne tumulato nella Concattedrale di San Michele e Santa Gudula a Bruxelles.[1]

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica sorgente]

L'8 luglio 1290 Giovanni sposò nell'abbazia di Westminster, a Londra, Margherita d'Inghilterra[3][4][5][6], figlia di re Edoardo I d'Inghilterra e della sua prima regina consorte Eleonora di Castiglia. Dall'unione nacque un solo figlio, Giovanni.[7]

Giovanni II lasciò anche numerosi figli illegittimi:

  • Jan van Corsselaer, più tardi signore di Witthem, Wailwilre, Machelen, la Rochette e Colonster.[8]
  • Jan van Wyvliet, signore di Blaesveld e Kuyc.[9]
  • Jan Cordeken, signore di Glymes, legittimato nel 1344 in forza di un atto dell'imperatore Ludovico.[10]
  • Jan Magermann.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Biographie universelle ancienne et moderne, cit.
  2. ^ In cui concedeva fra l'altro libera e uguale giustizia ai cittadini brabantesi e aboliva per loro alcuni obblighi.
  3. ^ Oude Kronik van Brabant, p. 71.
  4. ^ Annales Halesiensibus 1290, MHG SS XVI, p. 483.
  5. ^ Florentii Wigornensis Monachi Chronicon, Continuatio, p. 243.
  6. ^ Stubbs, W. (ed.) (1882) Annales Londonienses and Annales Paulini (London), Annales Londonienses, p. 98.
  7. ^ Genealogia Ducum Brabantiæ Ampliata 14, MGH SS XXV, p. 397.
  8. ^ Butkens (1724), Vol. I, Preuves, p. 145, Extraict des registres de la ville de Malines.
  9. ^ Butkens (1724), Vol. I, Preuves, p. 144, Extraict des registres de la ville de Malines.
  10. ^ Butkens (1724), Vol. I, Preuves, p. 146, Extraicts des chartes de la maison de Berges sur Soom.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Duca di Brabante e duca di Limburgo Successore Blason Bourgogne-Brabant (selon Gelre).svg
Giovanni I 1294–1312 Giovanni III