Lingua alto-tedesca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lingua alto-tedesca (Hochdeutsche Sprachen)
Parlato in Austria Austria
Germania Germania
Italia Italia
Svizzera Svizzera
Lussemburgo Lussemburgo
Polonia Polonia
Liechtenstein Liechtenstein
Francia Francia
Parlato in Baviera Baviera
Tirolo Tirolo
Alsazia Alsazia
Scrittura Latina
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Lingue germaniche
  Lingue germaniche occidentali
Suddivisioni vedi Classificazione

Con il termine di lingua alto-tedesca, o più semplicemente alto tedesco, (in lingua tedesca Hochdeutsche Sprachen) si identificano le varietà di parlate, dialetti e lingue del tedesco standard, del Lussemburghese e dello Yiddish parlate nella sezione centrale e meridionale della Germania, in Austria, Liechtenstein, Svizzera, Lussemburgo e nei territori degli stati confinanti dove siano presenti comunità tedesche, come Belgio, Francia (Alsazia e Lorena), Italia (principalmente in provincia di Bolzano) e Polonia. A causa dell'emigrazione tedesca e di numerosi avvenimenti storici, isole linguistiche dell'alto tedesco sono presenti in America, Russia, Romania ed Africa.

Il termine Alto tedesco fa riferimento alla lingua parlata nei territori dove sono presenti altipiani, montagne, con riferimento alle zone montuose della Germania, includendo così anche Svizzera, Austria e Liechtenstein, in contrapposizione al basso-tedesco che è parlato nelle terre basse, nei territori pianeggianti che invece si trovano a nord.

L'alto tedesco può essere così suddiviso in tedesco superiore (Oberdeutsche in tedesco) che comprende le forme dialettali dell'Austria e della Svizzera tedesca e tedesco centrale (Mitteldeutsch).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I dialetti dell'alto tedesco parlati nella Germania centrale e meridionale (in particolare quelli della Sassonia e della Baviera) hanno ricoperto un'importante funzione nel processo di formazione del tedesco standard.

Le forme storiche dell'alto tedesco sono l'Alto tedesco antico o Antico Alto tedesco e l'Alto tedesco medio o Medio Alto tedesco.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ludwig Erich Schmitt (editore): Germanische Dialektologie. Franz Steiner, Wiesbaden 1968, p. 143