Casato di Reginar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casato di Reginar
Blason fr Hainaut ancien.svg
Stato Ducato della Bassa Lorena, Ducato di Brabante
Titoli
Fondatore Gilberto, I conte del Maasgau
Ultimo sovrano Giovanna, Duchessa di Brabante
Data di fondazione 770
Rami cadetti Casato di Montfort
Percy (fino al 1610)
Casato d'Assia

Il Casato di Reginar (in seguito noto come Casato di Brabante) era un gruppo di parenti in Lotaringia durante i secoli dei Carolingi e degli Ottoniani. Furono la prima dinastia della Contea di Hainault e fornirono due Duchi di Lorena.

In seguito alla morte di Carlo il Grosso, i Reginaridi cominciarono una lunga lotta con i Corradinidi per la supremazia in Lotaringia.[1] Quando trionfarono, nel 910, fu candidato Carlo il Semplice come re. Furono le forze combinate di Bruno I di Lorena e dei Carolingi della Francia Ovest che finalmente ruppero la presa sul potere dei Reginaridi.[2] Nel 958, Reginar III ebbe le sue terre confiscate e ridistribuite a Gerardo, conte di Metz, dei Matfridi, nemici della sua famiglia sin dal regno di Sventibaldo.[3]

I Reginaridi sostennero Lotario di Francia contro Ottone II, ma fecero un accordo con quest'ultimo nel 978.[4] Tuttavia, i Reginaridi non furono più una famiglia unita dalla fine del X secolo.[5] I loro discendenti a Mons e Lovanio continuarono, tuttavia, il loro spirito di opposizione al re.[6] La casata fornì anche una regina consorte d'Inghilterra nella persona di Adeliza di Lovanio, che sposò Enrico I d'Inghilterra.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Reuter, 135.
  2. ^ Reuter, 168.
  3. ^ Reuter, 159.
  4. ^ Reuter, 176.
  5. ^ Reuter, 192.
  6. ^ Reuter, 201.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Reuter, Timothy. Germany in the Early Middle Ages 800–1056. New York: Longman, 1991.