Ethan Hunt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(EN)
« If I let you know where I'm going, I won't be on holiday. »
(IT)
« Se ti dicessi dove vado, non sarebbe una vacanza. »
(Ethan Hunt, in Mission: Impossible II.)
Ethan Hunt
Mission impossible.png
Universo Mission: Impossible
Soprannome Nessuno
Autore Brian De Palma
1ª app. in Mission: Impossible
Ultima app. in Mission: Impossible - Protocollo fantasma
Interpretato da Tom Cruise
Voce italiana
Sesso maschile
Luogo di nascita Madison, Wisconsin
Data di nascita 18 agosto 1964
Professione Agente segreto
Abilità
  • combattimento armi da fuoco
  • combattimento corpo a corpo
  • hacker esperto
Affiliazione Impossible Missions Force
Parenti
  • Margaret Hunt (madre)
  • Donald Hunt (zio)
  • Julia Meade (moglie)

Ethan Matthew Hunt (interpretato dall'attore Tom Cruise) è un personaggio immaginario protagonista della serie di film d'azione Mission: Impossible.

Poco si conosce delle sue origini. Nel primo film, si menziona che i suoi genitori possedevano una fattoria nello stato di Wisconsin, e che suo padre morì di malattia, cosicché uno zio di nome Donald corse ad aiutarlo in fattoria.

Nei film[modifica | modifica sorgente]

Mission: Impossible (1996)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mission: Impossible.

Ethan Hunt è un agente segreto dell'Impossible Mission Force (IMF), un'unità speciale della C.I.A. che svolge missioni ad alto rischio. In missione a Praga, la sua squadra, guidata dal veterano Jim Phelps, deve impedire ad un terrorista russo di conoscere i nomi in codice di agenti sotto copertura, ma cade vittima di una trappola da cui sembra salvarsi solo Ethan. Ma in seguito si scopre che la missione era una messinscena per capire chi fosse, all'interno del team, l'agente che rivendeva le informazioni ai terroristi. Quindi Ethan viene ingiustamente incolpato di essere il responsabile, ma si ritiene innocente, e con l'aiuto del pilota Krieger, del programmatore informatico Luther Stickell e della moglie di Jim, Claire Phelps, sopravvissuta anche lei, deve dare la caccia ai criminali che intendono incastrarlo, tra cui una commerciante di armi. Ethan ha poco tempo a disposizione per seminare i sicari del governo USA e per stanare chi lo ha accusato. Nel frattempo sua madre e suo zio vengono arrestati e incolpati ingiustamente di essere dei trafficanti di droga. A Londra ricompare misteriosamente Jim, che dice ad Ethan di essersi ripreso improvvisamente dopo essere stato colpito da un cecchino, e insieme progettano di non dire nulla a sua moglie Claire. Sul treno Londra-Parigi deve avvenire la consegna tra Ethan Hunt e la commerciante di armi, che non sa che Hunt si è inserito nella sua gang per inchiodarla, e nel frattempo arrivano anche Kittridge, direttore dell'agenzia, e i suoi uomini. Claire era una cospiratrice ma, essendosi pentita delle proprie azioni, chiede al marito Jim, organizzatore della trappola, di risparmiare Ethan, che le ha fatto compassione, ma in realtà non sta parlando con Jim, ma proprio con Hunt, camuffatosi da Jim, che prova pietà per lei ma che al tempo stesso rimane sconvolto. Arriva sul treno TGV anche il vero Jim, televisto dal Direttore Kittridge, che ora sa tutto. Dopo un drammatico confronto con Hunt, Jim uccide Claire e, insieme al complice Krieger, tenta di fuggire in elicottero, ma Ethan riesce, in un adrenalinico inseguimento, ad applicare l'esplosivo sul velivolo, facendoli morire entrambi. La commerciante di armi viene arrestata da Kittridge, che ora ha capito di aver braccato inutilmente Hunt, che era innocente. Così Hunt viene reintegrato nell'agenzia segreta, sua madre e suo zio vengono scarcerati (erano stati rinchiusi per ricattarlo) e lui si incontra con Luther, l'unico dei suoi aiutanti che ha dimostrato di volergli bene e di essere onesto. Sull'aereo per tornare a casa, incrocia una hostess, che gli chiede, tramite doppisensi, se vuole diventare lui il leader della squadra in precedenza comandata dal traditore Jim.

Mission: Impossible II (2000)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mission: Impossible II.

Ethan Hunt, ora a capo della squadra, viene incaricato dal Direttore Swanbeck di scoprire cosa si nasconde dietro la morte di Vladimir Nekhorvich, un biologo molecolare russo suo amico, ucciso da un terrorista che si era finto Ethan con una maschera, dirottando l'aereo e causando quindi una tragedia per tutti i passeggeri. Ethan aveva ricevuto uno sms da Nekhorvich poco prima che quest'ultimo morisse, in cui si parlava di qualcosa come "Chimera" e "Bellerofonte", e scopre in seguito che Sean Ambrose, suo ex-collega, ora criminale, ha rubato un virus, Chimera, e Bellerofonte ne è l'antidoto. Intanto l'ex-compagna di Ambrose, Nyah, attualmente innamorata di Hunt, viene fatta inserire sotto copertura nel covo del terrorista, ma viene scoperta e rapita, e mentre tenta di distruggere il virus, si inietta l'ultima dose di Chimera, ma Ambrose decide di avere il virus lasciandola viva per poi abbandonarla al suo destino: la morte e un'epidemia letale a Sydney. Per Hunt la sfida decisiva è quella di rubare Chimera e Bellerofonte all'ex collega nel luogo in cui avverrebbe la transizione e salvare Nyah prima che faccia effetto il virus. Ethan completerà ambedue gli obiettivi.

Mission: Impossible III (2006)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mission: Impossible III.

Ethan Hunt è ancora al servizio dell'Impossible Mission Force (IMF) ma solo come istruttore. Ma proprio il giorno del fidanzamento ufficiale con Julia Meade, una bella infermiera che però non conosce il vero lavoro del compagno, Ethan viene contattato dalla sua agenzia, che gli chiede di partecipare ad un'ultima missione: una sua ex-allieva, Lindsey Farris, è stata catturata da una promessa del mercato nero, Owen Davian, nel corso di una rischiosa missione in Germania, e l'IMF deve organizzare il suo recupero, poiché la giovane spia ha scoperto qualcosa di importante. Ethan accetta, per l'amicizia che lo lega alla ragazza, e riunisce una squadra di salvataggio di cui fanno parte, oltre all'amico fraterno Luther Stickell, anche le nuove entrate Declan Gormley e Zhen Lei. La missione non va però a buon fine, e, dopo una sparatoria e una fuga rocambolesca del team in elicottero, Lindsey muore tra le braccia di Hunt a causa di una microbomba innestàtale in testa, riuscendo comunque ad informarlo della presenza di una talpa all'interno dell'agenzia. Da questo momento Ethan decide di ritornare un agente operativo, andando contro Theodore Brassel, Direttore dell'Unità Missione Impossibile, per dare la caccia ai carnefici di Lindsey - inquadrati nell'organizzazione criminale guidata da Owen Davian - e cercare anche il traditore che agirebbe all'interno dell'IMF. Passando da Roma per inseguire Davian, Ethan metterà a rischio la vita sua e di Julia. Tutto sembra procedere per il meglio e Davian viene arrestato, ma improvvisamente, mentre viene condotto col furgone nella struttura dell'IMF, il team viene attaccato da alcuni mercenari che recupereranno Davian in elicottero, nonostante gli spari di Ethan. In seguito Ethan cerca Julia, ma Julia viene rapita da un sicario travestito da guardia giurata, ed Ethan la cerca in ospedale ma ovviamente non la trova. Appena fuori dalla costruzione, Ethan viene contattato da Davian, che, non interessato alle minacce dell'agente segreto, gli pone una condizione: se vuole riavere Julia sana e salva, dovrà rubare la Zampa di Lepre da un grattacielo pieno di guardie. Ma proprio in quel momento Hunt, che dopo la missione a Roma è considerato un delinquente, viene arrestato da alcuni agenti di Brassel e viene legato e condotto da quest'ultimo. John Musgrave, Direttore Operativo della sezione nonché suo amico, dà ad Ethan una lametta per fuggire, così l'uomo uccide il personale che lo portava via e si reca a Shanghai, dove viene raggiunto dai suoi sottoposti (Luther, Declan e Zhen), dopodiché si reca sul tetto del grattacielo cinese indicatogli da Davian, e mentre il suo team si occupa di distrarre la sicurezza con un disturbatore, lui scende con la corda verso il basso e uccide le guardie presenti, dopodiché si lancia sull'asfalto col paracadute, venendo quasi investito da un camion. Intanto Zhen e Declan sono scappati in auto, quindi prelevano Ethan, che nel frattempo è braccato dai guardiani della struttura, e tutti insieme fuggono innescando una sparatoria contro quegli uomini, senza però ucciderne nessuno. Ethan viene salutato affettuosamente dalla sua squadra, in particolare da Luther, suo abituale partner, ma durante lo scambio per salvare Julia viene addormentato, e al suo risveglio è rimasto con i jeans e la maglietta verde, senza il giubbotto, scoprendo che hanno impiantato nel suo cervello una carica esplosiva come quella di Lindsey. Inoltre Hunt scopre che il traditore all'interno dell'agenzia governativa non è Brassel, come pensava la sua defunta allieva, bensì il suo amico John Musgrave. Allora, dopo che John spiega le proprie ragioni a Ethan, questi riesce a metterlo momentaneamente fuorigioco, recandosi a cercare Julia. Ethan irrompe giusto in tempo e uccide Davian lasciandolo investire durante un corpo a corpo, ma la carica esplosiva impiantatagli nel cervello sta per ucciderlo, quindi chiede a Julia di rianimarlo fermando la carica, ma prima le dà la sua pistola, con la quale l'infermiera è costretta ad uccidere John Musgrave e l'assistente di Davian, che erano entrati per recuperare la Zampa di Lepre, ignari di chi li aspettasse. Poi Julia rianima Ethan e se ne va con lui, che le spiega per chi lavora realmente. Ethan torna negli Stati Uniti, dove viene lodato per le sue azioni eroiche dai colleghi, e finalmente si può godere una luna di miele con Julia, che ha conosciuto segretamente i membri della sua agenzia. Brassel si scusa per averlo fatto braccare dall'Intelligence civile, e gli ricorda che la Casa Bianca vorrebbe assegnargli altre missioni e che se tornerà in sede, gli spiegherà cosa significhi "Zampa di lepre".

Mission: Impossible - Protocollo fantasma (2011)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mission: Impossible - Protocollo fantasma.

Dopo che un attentato terroristico ha distrutto quasi del tutto il Cremlino, il governo degli Stati Uniti attiva il "Protocollo fantasma" e nella Russia si attua una violenta guerra civile. L'intera Impossible Mission Force viene accusata dell'attacco e disonorata da Kurt Hendrycks, un milionario russo che vuole ricostruire l'URSS, dominare l'Europa e sconfiggere i rivali americani. Ethan Hunt e la sua squadra vengono condotti nel carcere e dopo qualche mese fuggono, in modo da poter operare al di fuori della loro ex-agenzia, per provare la loro innocenza e allo stesso tempo sventare un attacco nucleare orchestrato per portare alla terza guerra mondiale.

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema