Dreaming of Me

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dreaming of Me
Artista Depeche Mode
Tipo album Singolo
Pubblicazione 20 febbraio 1981
Durata 3 min : 46 s
Genere New wave
Synth pop
Etichetta Mute Records
Produttore Depeche Mode, Daniel Miller
Registrazione 1981
Formati Disco in vinile (7''), CD
Depeche Mode - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
(1981)

Dreaming of Me è il primo singolo del gruppo musicale britannico Depeche Mode, pubblicato sul mercato del Regno Unito il 20 febbraio 1981 sotto l'etichetta discografica indipendente Mute Records[1].

Il brano non fu incluso nell'album Speak & Spell pubblicato dalla band qualche mese dopo, ma compare nell'edizione del long playing per il mercato statunitense come seconda traccia al posto della traccia I Sometimes Wish I Was Dead[2]. Negli Stati Uniti il singolo non fu mai pubblicato e apparve per la prima volta con il suo lato B all'interno del box set in compact disc del 1991[1].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Sul lato B del singolo compare un brano inedito composto anch'esso da Vince Clarke, intitolato Ice Machine[1], di cui, tra gli altri, i Röyksopp hanno realizzato una cover insieme alla cantante Susanne Sundfør in occasione della presentazione del loro singolo Running Up to the Sea sull'emittente televisiva norvegese Norsk rikskringkasting durante la trasmissione Lydverket nell'autunno 2012[3]. La versione in studio della loro reinterpretazione è stata in seguito incluso nel loro set del 2013 per l'etichetta Late Night Tales[4].

Disco in vinile - 7''

Testi e musiche di Vince Clarke.

  1. Dreaming of Me (Single Version) – 4:03
  2. Ice Machine – 4:06
CD

Testi e musiche di Vince Clarke.

  1. Dreaming of Me (Single Version) – 3:46
  2. Ice Machine – 3:54

Le versioni originali di Dreaming of Me e Ice Machine differiscono da quelle pubblicate su CD per la loro durata: queste ultime presentano una dissolvenza in uscita.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1981 il singolo raggiunse la posizione 57 nella classifica britannica[1].

Nel 30º anniversario dall'uscita del singolo gruppi di fan hanno tentato un'operazione di acquisto di massa del singolo in download digitale per riportarlo in classifica: il tentativo è riuscito solo in Germania[5] dove il singolo ha raggiunto la 45ª posizione della Single-Chart[6].

Performance[modifica | modifica wikitesto]

Dreaming of Me è stata suonata dal vivo dalla band poco più di un centinaio di volte tra il 1980 e il 1983, l'ultima in Thailandia durante il Broken Frame Tour[7].

Ice Machine è stata eseguita dal vivo almeno una volta nel corso dei seguenti tour:

Sulla versione a 12 pollici del singolo del 1984 Blasphemous Rumours/Somebody è presente un'esecuzione dal vivo di Ice Machine registrata in una data del Some Great Reward Tour[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Daniel Barassi, Depeche Mode: the Archives - "Dreaming of Me" in Sito ufficiale dei Depeche Mode.
  2. ^ (EN) Daniel Barassi, Depeche Mode: the Archives - "Speak And Spell" in Sito ufficiale dei Depeche Mode. URL consultato il 24 agosto 2014.
  3. ^  Röyksopp. Röyksopp - Ice Machine (Depeche Mode cover) Live on Lydverket. YouTube, 3 dicembre 2012. URL consultato in data 24 agosto 2014.
  4. ^ (EN) Late Night Tales... in royksopp.com, 15 marzo 2013. URL consultato il 24 agosto 2014.
  5. ^ (EN) 11-09: The Lena-Charts in German Ghartblog, marzo 2011. URL consultato il 24 agosto 2014.
    «Second German anomaly this week comes due to an flash mob by fans of Depeche Mode. Exactly 30 years after they first entered the British charts with Dreaming Of Me the track does so for the first time in Germany. It is the band’s 47th chart entry in Germany. Although this download action was a worldwide activity it only lead to an chart entry in Germany meaning the band does have it’s biggest fan base here.».
  6. ^ (DE) Depeche Mode Single-Chartverfolgung in musicline.de. URL consultato il 24 agosto 2014.
  7. ^ Statistiche sui brani eseguiti dal vivo dai Depeche Mode su setlist.fm
  8. ^ (EN) Daniel Barassi, Depeche Mode: the Archives - "Blasphemous Rumours / Somebody" in Sito ufficiale dei Depeche Mode.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica