Stripped (Depeche Mode)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stripped
Artista Depeche Mode
Tipo album Singolo
Pubblicazione 10 febbraio 1986
Durata 4 min : 13 s
Album di provenienza Black Celebration
Genere Synth pop
Etichetta Mute Records
Produttore Daniel Miller e Depeche Mode
Formati 12
Depeche Mode - cronologia
Singolo precedente
(1985)
Singolo successivo
(1986)

Stripped è il primo singolo estratto dall'album Black Celebration dei Depeche Mode, pubblicato il 10 febbraio 1986. Non fu pubblicato negli Stati Uniti, dove fu sostituito dalla sua b-side But Not Tonight, che però non fu il primo singolo, ma il terzo e ultimo dell'album. La decisione di far passare But Not Tonight sul lato A e Stripped sul lato B negli USA, fu presa dal fatto che But Not Tonight era stata inclusa nella colonna sonora del film Modern Girls, diretto da Jerry Kramer.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Musicalmente, il brano, come di tradizione nella band, è arrangiato con la musica elettronica, il quale aiuta a conferire un'atmosfera molto suggestiva. Il pezzo è ricco di synths analogici e suoni di marchio industriale che contribuiscono nel dare al pezzo un senso di cappa claustrofobica. Da ricordare anche che il brano Stripped è stato anche presentato da Gahan & Co. al Festival di Sanremo 1986.

Della canzone Stripped è stata fatta nel 1998 una cover dalla band tedesca Rammstein per l'album di tributo ai Depeche Mode, For the Masses. Questa versione è poi stata utilizzata inclusa nella colonna sonora del film Matrix Reloaded.

Singolo[modifica | modifica sorgente]

  1. Stripped (Single Version) (3:47)
  2. But Not Tonight (UK Single Version) (4:15)

Tutte le canzoni sono scritte da Martin Lee Gore.

Video[modifica | modifica sorgente]

Il video della canzone è l'ultimo di una trilogia di video musicali del gruppo diretti da Peter Care (gli altri furono Shake the Disease ed I't Called a Heart, entrambi singoli estratti dalla raccolta The Singles 81-85) ed è stato girato in una discarica per automobili al di fuori degli Hansa Studios. In un'ambientazione notturna sono proiettate immagini con primi piani dei membri della band mentre questi colpiscono le autovetture con colpi di mazza. L'inizio e la fine del pezzo sono accompagnati da un rumore scoppiettante di un motore a due tempi simile a quello montato su alcune auto prodotte nella ex Germania Democratica che si intravedono nel video. L'auto fissa alle spalle di Gahan con i fari accesi è una Citroen GS.

Alcuni spezzoni del video compaiono in Martyr.

Performance dal vivo nei tour[modifica | modifica sorgente]

La canzone è stata eseguita dal vivo nei seguenti tour:

Cover[modifica | modifica sorgente]

Molti gruppi hanno inciso una cover della canzone, tra cui i Rammstein.