Little 15

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Little 15
Ss-little15.png
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Depeche Mode
Tipo album Singolo
Pubblicazione 16 maggio 1988
Durata 4:14
Album di provenienza Music for the Masses
Genere Synth pop
Etichetta Mute Records
Depeche Mode - cronologia
Singolo precedente
(1987)
Singolo successivo
(1988)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 3/5 stelle[1]

Little 15 è un singolo discografico dei Depeche Mode, quarto ed ultimo[2] estratto dall'album Music for the Masses[3]. Pubblicato nel maggio 1988 per insistenza di un'etichetta francese, il brano fu poi inserito nella raccolta The Singles 86>98 (dove è erroneamente riportato che il singolo fu pubblicato esclusivamente per mercato francese[4]).

Una versione remixata dal produttore discografico tedesco Ulrich Schnauss è stata selezionata per la raccolta Remixes 81-04[5].

Secondo quanto dichiarato da Alan Wilder in un'intervista per il documentario Sometimes You Need to Play New Jokes incluso nell'edizione rimasterizzata di Music for the Masses, Little 15 è stata una delle ultime tracce di cui il gruppo si è occupato durante le sessioni di registrazioni dell'album[6].

La demo del brano, cantata e suonata da Martin Lee Gore, è stata pubblicata nel 2009, insieme ad altre demo della band, in occasione dell'uscita di Sounds of the Universe su un disco bonus ad edizione limitata[7]. Si tratta della demo meno recente dei Depeche Mode ad essere stata pubblicata in via ufficiale.

Sul lato B dell'edizione a 45 giri del singolo sono presenti un brano strumentale inedito intitolato Stjarna (svedese per "stella", titolo travisato dall'etichetta che riporta St. Jarna sulle copertine delle edizioni su vinile[1]) e un'esecuzione del Chiaro di luna di Ludwig van Beethoven[3] suonata da Alan Wilder registrata di nascosto dal collega Martin Gore[8].

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Little 15 – 4:16 (Martin Lee Gore)
  2. Stjarna – 4:25 (Martin Lee Gore)
  3. Moonlight Sonata – 5:36 (Ludwig van Beethoven)

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Videoclip[modifica | modifica sorgente]

Il video musicale diretto da Martyn Atkins, caratterizzato da un particolare filtro rosa, è stato girato nei pressi e all'interno della Torre Trellick di Londra - ritrae il gruppo in atmosfera seria e cupa. In una delle scene Martin Gore mima una parte del brano su un piccolo pianoforte giocattolo, numeri e orologi segnano l'inesorabile trascorrere del tempo.

Il videoclip è contenuto nella raccolta The Videos 86>98 pubblicata nel 1998.

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Sebbene il singolo fu commissionato dalla Virgin francese, ironicamente il brano non si piazzò nella hit parade in Francia. Little 15 ad oggi risulta uno dei singoli dei Depeche Mode ad aver ottenuto il peggior piazzamento nella classifica di Gran Bretagna restandoci sole due settimane con un picco massimo alla posizione n° 60[3][9].

In tabella sono riportati i migliori piazzamenti nelle classifiche nazionali:

Classifica Posizione
massima
Austria 25[10]
Germania 16[10]
Regno Unito 60[3][9]
Svizzera 18[10]

Performance dal vivo nei tour[modifica | modifica sorgente]

La canzone non è stata eseguita dal vivo durante il Music for the Masses Tour. Il brano è stato eseguito soltanto in alcune date del World Violation Tour in versione acustica, cantato da Martin.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Ned Raggett, Little 15 in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 29 giugno 2014.
  2. ^ Qualche mese più tardi è stata pubblicata una versione diversa di Strangelove (già uscito in Europa prima di Little 15) per il mercato discografico statunitense.
  3. ^ a b c d (EN) Depeche Mode: The Archives - "Little 15" sul sito ufficiale dei Depeche Mode
  4. ^ (EN) Daniel Barassi, Depeche Mode: The Archives - "Little 15". URL consultato il 29 giugno 2014.
    «"The Singles 86>98" states that "Little 15" was only released in France. That is not true. The single was released in the UK, Germany, Italy, Belgium, Holland, Italy, Spain... and France».
  5. ^ (EN) Depeche Mode: The Archives - "Remixes 81-04" sul sito ufficiale dei Depeche Mode
  6. ^  (EN) Sometimes You Do Need Some New Jokes (Depeche Mode: 1987 - 1988). YouTube
  7. ^ (EN) Depeche Mode: The Archives - "Sounds of the Universe" sul sito ufficiale dei Depeche Mode
  8. ^ (EN) Jonathan Miller, Stripped: A True Story of Depeche Mode, Omnibus Press, 2004, pp. 257-258, ISBN 1-84449-415-2.
  9. ^ a b (EN) Depeche Mode UK Chart History in Official Charts Company. URL consultato il 7 settembre 2013.
  10. ^ a b c (DE) Depeche Mode - Little 15 in AustrianCharts.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica