Don DeFore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Don DeFore nella serie televisiva Hazel 1962

Don DeFore, nome d'arte di Donald John DeFore (Cedar Rapids, 25 agosto 1913Los Angeles, 22 dicembre 1993), è stato un attore cinematografico, radiofonico e televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'ingegnere Joseph Ervin DeFore e di Albina Sylvia Nezerka, Don DeFore iniziò a lavorare come attore di cinema tra la fine degli anni trenta e l'inizio degli anni quaranta, comparendo in brevi ruoli non accreditati in pellicole come L'uomo di bronzo (1937), Sottomarino D-1 (1937) e La commedia umana (1943).

Dopo alcune parti più rilevanti in film bellici quali Joe il pilota (1943) e Missione segreta (1944), entrambi accanto a Spencer Tracy e Van Johnson, nel dopoguerra DeFore si affermò definitivamente come interprete di commedie brillanti, nelle quali si specializzò in ruoli di bravo ragazzo della porta accanto, simpatico e bonario. Tra i titoli da lui interpretati, sono da ricordare Amore sotto coperta (1948) con Doris Day e Jack Carson, La mia amica Irma (1949), film d'esordio della coppia formata da Dean Martin e Jerry Lewis, Una ragazza in ogni porto (1952) con Groucho Marx, Il caporale Sam (1952), ancora con Martin e Lewis, Il collegio si diverte (1952), accanto a Virginia Mayo e Ronald Reagan, con il quale aveva lavorato agli esordi in Brother Rat (1938).

Già affermato interprete radiofonico dagli anni quaranta, nella prima metà degli anni cinquanta DeFore si dedicò con successo anche alla televisione, consolidando la propria popolarità presso il pubblico grazie alla serie The Adventures of Ozzie & Harriet, di cui interpretò 56 episodi tra il 1952 e il 1956 nel ruolo di Thorny, l'amichevole vicino di casa dei protagonisti, personaggio che gli fece ottenere una candidatura all'Emmy Award come miglior attore non protagonista nel 1955. Presidente della National Academy of Television Arts and Sciences dal 1954 al 1955, l'attore apparve con sempre minor frequenza sul grande schermo. Fu diretto da Douglas Sirk in due ruoli di supporto nei film Inno di battaglia (1957) con Rock Hudson, e Tempo di vivere (1958), tratto dal romanzo Tempo di vivere, tempo di morire di Erich Maria Remarque.

Con la commedia Un adulterio difficile (1960), accanto a Bob Hope e Lucille Ball, DeFore concluse di fatto la carriera cinematografica e si dedicò completamente alla televisione, riscuotendo un nuovo grande successo grazie alla serie Hazel, in cui recitò dal 1961 al 1965, per un totale di 125 episodi, nel ruolo di George Baxter, datore di lavoro della governante Hazel, interpretata dall'attrice Shirley Booth. L'attore apparve successivamente in singoli episodi di serie molto popolari presso il pubblico, quali Io e i miei tre figli (1969) con Fred MacMurray, Mannix (1970), Il virginiano (1970), Marcus Welby (1975), Ellery Queen (1975), Love Boat (1978), Fantasilandia (1978) e La signora in giallo (1986), fino all'ultima apparizione in A cuore aperto (1987) che coincise con il definitivo ritiro dalle scene.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Don DeFore sposò nel 1942 Marion Holmes (nata nel 1918), cantante con le orchestre jazz di Henry Busse e Art Kassel. Dal matrimonio nacquero cinque figli, Penny (nel 1943), David (1945), Dawn (1948), Ron (1950) e Amy (1952). La coppia prese la residenza a Mandeville Canyon, nella località californiana di Brentwood, di cui DeFore fu poi nominato primo cittadino onorario. Il matrimonio con Marion Holmes durò fino alla morte dell'attore, avvenuta il 22 dicembre 1993, all'età di ottant'anni.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Don DeFore è stato doppiato da:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 54409739