Circolo Sportivo Ponziana 1912

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Circolo Sportivo Ponziana 1912
Calcio Football pictogram.svg
Veltri
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco-celeste
Dati societari
Città Trieste
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 1912
Presidente Alessandro Davanzo
Stadio Stadio "Giorgio Ferrini" di Trieste
(1700 circa posti)
Sito web www.ponziana.it
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Circolo Sportivo Ponziana 1912 è una squadra di calcio di Trieste.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le origini[modifica | modifica sorgente]

La società è nata nel 1912 da un gruppo di amanti del calcio del rione triestino operaio di San Giacomo. La squadra fino alla Prima guerra mondiale disputa diversi incontri amichevoli con squadre del circondario e dell'Istria.

Nel 1918 il Ponziana si fonde con il Foot-Ball Club Trieste nell'Unione Sportiva Triestina.

Gli anni Venti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1920 il Ponziana riprese vita e partecipò a campionati regionali. La sua fu un'ascesa rapida, e nel 1927 era già in I Divisione, la B dell'epoca.

Nel 1928 accadde qualcosa di imprevisto: il regime fascista impose la fusione tra il Ponziana e l'Edera (in questa fusione doveva entrare anche la Triestina), nacque quindi l'ASPE (Associazione Sportiva Ponziana Edera) con maglia bianca cerchiata di nero, rosso e azzurro sormontati dalla Torre di Trieste, e al braccio un nastrino tricolore a ricordare il titolo di Seconda Divisione appena conquistato dall'Edera. Questa fusione non fu però gradita a tutti gli appartenenti al sodalizio biancoceleste, che decisero di ripartire dalla I Categoria uliciana con il nome di Ponzianini Erranti.

Gli anni prima della guerra[modifica | modifica sorgente]

Nel 1930 l'ASPE si fondeva con il Gruppo Sportivo Cantieri San Marco dando vita all'Esperia. L'anno successivo, la neonata società riprendeva il nome di Ponziana, giungendo 5º in I Divisione, campionato che vedeva tra le partecipanti squadre del calibro di Fiumana, Grion Pola, Mestrina, Vicenza, Mantova e Treviso.
Questi anni sono caratterizzati da piazzamenti di medio-alta classifica, con alcuni acuti, come nel 1937/38 (3º posto) e nel 1940/41 (altro 3º posto). La squadra resta sempre nel terzo livello del calcio italiano, con l'eccezione del 1935/36, nel quale il Ponziana militò (in seguito alla riforma che creò la serie C) in I Divisione Regionale (quarto livello).

In Italia o in Jugoslavia?[modifica | modifica sorgente]

Nel 1943/44 il Ponziana partecipò al girone del Friuli-Venezia Giulia del campionato Alta Italia, terminandolo all'ottavo e ultimo posto con solo 7 punti.
Gli eventi della guerra e la complicatissima situazione di Trieste non contribuirono a creare un clima sereno, anzi. Diversi dirigenti e giocatori del Ponziana formarono l'Amatori Ponziana, iscritta nel campionato jugoslavo, in contrapposizione alla Triestina che militava nella serie A italiana.
Il Ponziana "italiano", che militava invece in serie C, risultò sensibilmente indebolito dalla scissione: nel 1946/47 terminerà al 15º e ultimo posto il campionato con zero punti. La stagione seguente fu sensibilmente migliore, dato che la squadra terminò terza, dietro alle concittadine Edera e Libertas, ma non servì a molto, poiché (per una riforma dei campionati) retrocedette in Promozione.

Gli anni Cinquanta e la riunificazione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1949 i due Ponziana si riunificarono: i giocatori che avevano giocato in Jugoslavia subirono una squalifica di sei mesi. Nel 1950 la squadra - che aveva ripreso il nome di Circolo Sportivo Ponziana - ritornò in serie C, dove rimase fino al 1952, anno in cui retrocesse nella neonata IV Serie.
In quegli anni il Ponziana si affida a una serie di giovani, tra cui Fabio Cudicini, futuro portiere di Roma e Milan, e Giovanni Galeone. Del 1955 è il ritorno in IV Serie, che dura solo una stagione. Successivamente la squadra dovrà rinunciare per due volte alla promozione in Serie D per motivi economici,[1] conseguendo però, nel 1960, il titolo di Campione d'Italia di I Categoria contro la Scafatese (a Rimini: Ponziana-Scafatese 1-1 d.t.s.; Ponziana campione per sorteggio).

Gli anni Sessanta[modifica | modifica sorgente]

Gli anni Sessanta scorrono senza emozioni per il Ponziana, con alcune eccezioni: la Stella d'Oro al merito sportivo conferita dal CONI nel 1960 e la promozione in serie D del 1967; la quarta serie dura però solo una stagione (17º posto con 22 punti).

Dai Settanta ad oggi[modifica | modifica sorgente]

Con gli anni Settanta il Ponziana riprende vigore, anche grazie al contemporaneo declino della Triestina. La Serie D 1974/75 presentò alla tifoseria una novità assoluta: il derby in campionato contro i rossoalabardati (anche se vi era un precedente nel Campionato Alta Italia del 1944). Il primo match ebbe luogo il 1º dicembre 1974, davanti ad oltre 20.000 spettatori. Decise l’incontro un gol del ponzianino Miorandi. Al ritorno l’incontro terminò 1-1. A fine stagione, pur se di poco, la Triestina (3º posto con 43 punti) precederà in classifica la Ponziana (4º posto e 40 punti). La stagione successiva fu meno fortunata: la Triestina tornò in serie C, mentre la Ponziana finì diciassettesima e retrocessa in Promozione. Anche il 1976/77 finì con una retrocessione, stavolta in Prima Categoria. Da allora il declino: nella stagione 2006/07 la Ponziana milita in Seconda Categoria. Il Ponziana nel campionato 2006/07 viene promosso in prima categoria, categoria nella quale resta un solo anno, dato che la stagione seguente la squadra viene promossa in Promozione.

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

Cronistoria del Circolo Sportivo Ponziana 1912
  • 1912 - Fondazione
  • 1912-1918 - Attività sportiva in ambito locale
  • 1918 - Fusione con il FBC Trieste nell'Unione Sportiva Triestina; alcuni soci rifiutano la fusione e ricostituiscono la squadra
  • 1920 - La nuova Ponziana si affilia alla F.I.G.C.
  • 1920-21 - Nel Campionato Giuliano
  • 1921-22 - Nel Campionato Giuliano. Ammesso in Terza Divisione
  • 1922-23 - In Terza Divisione giuliana
  • 1923-24 - In Terza Divisione giuliana
  • 1924-25 - 5° nel girone unico della Terza Divisione giuliana
  • 1925-26 - 1° nel girone B della Terza Divisione giuliana. Promossa in Seconda Divisione
  • 1926-27 - 1° nel girone C della Seconda Divisione Nord. Promossa in Prima Divisione
  • 1927-28 - 5° nel girone A della Prima Divisione
  • 1928 - Fusione coatta con l'Edera Trieste nell'A. S. P. E. (Associazione Sportiva Ponziana Edera); alcuni soci dissidenti fonderanno la S. S. Ponzianini Erranti, iscritta in Prima Categoria U.L.I.C.
  • 1928-29 - 5° nel girone C della Prima Divisione. Ammessa alla nuova Prima Divisione declassata a terzo livello del calcio italiano
  • 1929-30 - 3° nel girone C della Prima Divisione; Ponzianini Erranti 1° nel girone unico Venezia-Giulia della Terza Divisione, ammesso alle finali Nord, poi vinte e promosso in Seconda Divisione
  • 1930 - Si fonde con il Gruppo Sportivo Cantieri San Marco nell'Esperia Trieste
  • 1930-31 - 7° nel girone A della Prima Divisione; Ponzianini Erranti 5° nel girone unico Venezia-Giulia della Seconda Divisione
  • 1931 - Prende il nome di S. S. Ponziana
  • 1931-32 - 5° nel girone A della Prima Divisione
  • 1932-33 - 10° nel girone C della Prima Divisione
  • 1933-34 - 8° nel girone A della Prima Divisione
  • 1934-35 - 10° nel girone A della Prima Divisione. Retrocessa nella nuova Prima Divisione Regionale
  • 1935-36 - 5° nel girone unico della Prima Divisione V Zona (Venezia Giulia). Promossa in Serie C come prima squadra non riserve
  • 1936-37 - 4° nel girone A della Serie C
  • 1937-38 - 3° nel girone A della Serie C
  • 1938-39 - 10° nel girone A della Serie C
  • 1939-40 - 3° nel girone A della Serie C
  • 1940-41 - 2° nel girone A della Serie C
  • 1941-42 - 6° nel girone A della Serie C
  • 1942-43 - 6° nel girone A della Serie C
  • 1943-44 - 8° nel girone giuliano del Campionato Alta Italia
  • 1944-45 - attività interrotta per la guerra.
  • 1945-46 - 2° nel girone A di Serie C dell'Alta Italia.
  • 1946 - accetta l'offerta della Federcalcio jugoslava che la iscrisse nella Prva Liga con il nome di Amatori Ponziana, ma continua a mantenere anche l'affiliazione in F.I.G.C. dove schiera la formazione riserve in Serie C.
  • 1946-47 - 15° nel girone I della Lega Nord di Serie C, ripescata; Amatori Ponziana 11° nella Prva Liga, ripescata.
  • 1947-48 - 3° nel girone I della Lega Nord di Serie C, retrocessa nella nuova Promozione; Amatori Ponziana 7° nella Prva Liga.
  • 1948-49 - 3° nel girone F della Lega Nord di Promozione; Amatori Ponziana 10° nella Prva Liga, retrocessa.
  • 1949 - riunificazione delle due squadre nel Circolo Sportivo Ponziana sotto l'egida della FIGC, ma i calciatori che erano iscritti in Jugoslavia furono squalificati per tre mesi.
  • 1949-50 - 1° nel girone A della Lega Nord di Promozione. Promossa in Serie C.
  • 1950-51 - 15° nel girone B di Serie C.
  • 1951-52 - 14° nel girone B di Serie C. Retrocessa in IV Serie.
  • 1952-53 - 13° nel girone C di IV Serie. Retrocessa in Promozione Regionale.
  • 1953-54 - ??° nel girone B della Promozione Giuliana.
  • 1954-55 - ??° nel girone B della Promozione Giuliana.
  • 1955-56 - 1° nel girone B della Promozione Giuliana. Promossa in IV Serie.
  • 1956-57 - 11° nel girone D di IV Serie.
  • 1957-58 - 14° nel girone C della Seconda Categoria di IV Serie. Retrocessa nel Campionato Dilettanti.
  • 1958-59 - 1° nel girone B del Campionato Giuliano Dilettanti. Giudicata dalla FIGC come inadatta all'ascesa.
  • 1959-60 - 1° nel girone B e nelle finali della Prima Categoria Friulana; batte nella finale nazionale la Scafatese. Campione italiano di Prima Categoria. Giudicata dalla FIGC come inadatta all'ascesa.
  • 1960-61 - nel girone C della Prima Categoria Friulana.
  • 1961-62 - nel girone B della Prima Categoria Friulana.
  • 1962-63 - nel girone B della Prima Categoria Friulana.
  • 1963-64 - nel girone B della Prima Categoria Friulana.
  • 1964-65 - nel girone B della Prima Categoria Friulana.
  • 1965-66 - 6° nel girone B della Prima Categoria Friulana.
  • 1966-67 - 1° nel girone A della Prima Categoria Friulana. Promossa in Serie D.
  • 1967-68 - 17° nel girone C della Serie D. Retrocessa in Prima Categoria
  • 1968-69 - 5° nel girone A della Prima Categoria Friuli-Venezia Giulia. Ammessa alla nuova Promozione regionale
  • 1969-70 - 11° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1970-71 - 15° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia. Retrocessa in Prima Categoria
  • 1971-72 - in Prima Categoria. Promossa in Promozione
  • 1972-73 - 5° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1973-74 - 1° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia. Promossa in Serie D
  • 1974-75 - 4° nel girone C della Serie D
  • 1975-76 - 17° nel girone C della Serie D. Retrocessa in Promozione
  • 1976-77 - 16° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia. Retrocessa in Prima Categoria
  • 1977-78 - in Prima Categoria
  • 1978-79 - in Prima Categoria
  • 1979-80 - in Prima Categoria. Promossa in Promozione
  • 1980-81 - 13° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1981-82 - 13° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1982-83 - 14° nel girone unico della Promozione Friuli-Venezia Giulia. Retrocessa in Prima Categoria
  • 1983-84 - in Prima Categoria
  • 1984-85
  • 1985-86
  • 1986-87
  • 1987-88
  • 1988-89
  • 1989-90
  • 1990-91
  • 1991-92 - 16° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia. Retrocessa in Prima Categoria
  • 1992-93 - in Prima Categoria. Promossa in Promozione
  • 1993-94 - 3° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1994-95 - 6° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1995-96 - 8° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1996-97 - 5° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1997-98 - 9° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1998-99 - 6° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 1999-00 - 11° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 2000-01 - 11° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 2001-02 - 4° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia. Perde i play-off promozione
  • 2002-03 - 16° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia. Retrocessa in Prima Categoria
  • 2003-04 - 5° nel girone c della Prima Categoria Friuli-Venezia Giulia
  • 2004-05 - 5° nel girone C della Prima Categoria Friuli-Venezia Giulia
  • 2005-06 - 14° nel girone C della Prima Categoria Friuli-Venezia Giulia. Retrocessa in Seconda Categoria
  • 2006-07 - 1° nel girone D della Seconda Categoria Friuli-Venezia Giulia. Promossa in Prima Categoria
  • 2007-08 - 2° nel girone C della Prima Categoria Friuli-Venezia Giulia. Vince i play-off promozione. Promossa in Promozione
  • 2008-09 - 12° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 2009-10 - 7° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia
  • 2010-11 - 3° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia Vince i PlayOff per l'eccellenza, ma rimane in Promozione per mancanza di posti
  • 2011-12 - 9° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia.
  • 2012-13 - 16° nel girone B della Promozione Friuli-Venezia Giulia.Retrocede in Prima Categoria.

Giocatori[modifica | modifica sorgente]

Giocatori Celebri[modifica | modifica sorgente]

  • Italia Alberto Eliani, prima di affermarsi come calciatore a livello nazionale con le maglie di Roma e Fiorentina, ha militato per diverse stagioni nella squadra ponzianina.
  • Italia Valerio Gravisi, anche lui ha militato per diverse stagioni nel club ponzianino, prima di affermarsi a livello nazionale e giocare in Serie A con la maglia del Napoli.

Giorgio Ferrini, cresciuto nelle Giovanili del Ponziana prima di approdare, nel '55, al Torino, dove diventerà "La Diga"

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ CorSport