Isola di Capri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Capri (isola))
Capri
I Faraglioni.JPG
Geografia fisica
Localizzazione Mar Tirreno
Coordinate 40°33′03.2″N 14°14′33.36″E / 40.550889°N 14.2426°E40.550889; 14.2426Coordinate: 40°33′03.2″N 14°14′33.36″E / 40.550889°N 14.2426°E40.550889; 14.2426
Arcipelago Arcipelago Campano
Superficie 10.4 km²
Geografia politica
Stato Italia Italia
Regione Campania Campania
Provincia Napoli Napoli
Comuni Capri e Anacapri
Demografia
Abitanti 14117 (2011)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Capri

[senza fonte]

voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia

Capri è un'isola nel golfo di Napoli, situata di fronte alla penisola sorrentina.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriverebbe dal greco kàpros ossia cinghiale collegato al latino capreae, capre (in antichità l'isola era nota come Caprae, in greco Κάπραι).

CapriAnsicht6.jpg

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Grotta Azzurra e Faraglioni di Capri.
La Grotta Azzurra
La famosa piazzetta

L'isola è, a differenza delle vicine Ischia e Procida, di origine carsica. Inizialmente era unita alla Penisola Sorrentina, salvo essere successivamente sommersa in parte dal mare e separata quindi dalla terraferma, dove oggi si trova lo stretto di Bocca Piccola. Capri presenta una struttura morfologica complessa, con cime di media altezza (Monte Solaro 589 m e Monte Tiberio 334 m) e vasti altopiani interni, tra cui il principale è quello detto di "Anacapri".

La costa è frastagliata con numerose grotte e cale che si alternano a ripide scogliere. Le grotte, nascoste sotto le scogliere, furono utilizzate in epoca romana come ninfei delle sontuose ville che vennero costruite qui durante l'Impero. La più famosa è senza dubbio la Grotta Azzurra, in cui magici effetti luminosi furono descritti da moltissimi scrittori e poeti.

Caratteristici di Capri sono i celebri Faraglioni, tre piccoli isolotti rocciosi a poca distanza dalla riva che creano un effetto scenografico e paesaggistico; ad essi sono stati attribuiti anche dei nomi per distinguerli: Stella per quello attaccato alla terraferma, Faraglione di Mezzo per quello frapposto agli altri due e Faraglione di Fuori (o Scopolo) per quello più lontano dall'isola[1].

L'isola conserva numerose specie animali e vegetali, alcune endemiche e rarissime, come la lucertola azzurra, che vive su uno dei tre Faraglioni. La vegetazione è tipicamente mediterranea, con prevalenza di agavi, fichi d'India e ginestre. A Capri non sono più presenti sorgenti d'acqua potabile ed il rifornimento idrico è garantito da condotte sottomarine provenienti dalla penisola sorrentina. L'energia elettrica viene fornita da una società privata in loco.

I principali centri abitati dell'isola sono Capri, Anacapri, Marina Grande mentre l'altro versante marino di Capri, Marina Piccola, risulta meno abitato e ancora più soggetto al fenomeno della speculazione edilizia che ha investito tutta l'isola dai primi anni ottanta ad oggi.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Vista dal Monte Solaro
I Faraglioni
Vista panoramica di Capri

Nell'isola si trovano la Stazione meteorologica di Capri e la Stazione meteorologica di Anacapri Damecuta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia di Capri.

Libri su Capri[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Lembo: Capri 1656 l'anno della Peste, ed. La Conchiglia
  • Axel Munthe: La storia di San Michele, ed. Garzanti
  • Marino Barendson: Addio cicerchia, ed. La Conchiglia 1991
  • Kesel Humbert: Capri. Biografia di un'isola., ed. La Conchiglia 1997
  • Romana De Angelis Bertolotti: Capri. Dal Regno d'Italia agli anni del fascismo., ed. Editoriale Scientifica, 2001
  • Marcella Leone de Andreis: Capri 1939, ed. IN-ED-ITA 2002
  • Adelia Pelosi: Percorsi archeologici dell'isola di Capri, ed. La Conchiglia 2003
  • Claudio Novelli: Giallaranci mitili impazziti di luce, ed. La Conchiglia 2004
  • Marcella Leone de Andreis: Capri 1943 - C'era una volta la guerra, ed. La Conchiglia 2007
  • Jana Revedin, "Lysis", Wieser, Klagenfurt 2011, ISBN 978-3-85129-906-9

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio dell'isola di Capri è suddiviso in due comuni:

Comune Popolazione
Anacapri-Stemma.png Anacapri 6 684
Capri-Stemma.png Capri 7 052

Persone legate all'isola di Capri[modifica | modifica wikitesto]

(in ordine cronologico di nascita)

Capri, 1890, Collezione Carmen Thyssen-Bornemisza, Museo Thyssen-Bornemisza, Madrid
l'isola di Capri vista dal Monte Epomeo sull'isola d'Ischia

inoltre:

  • Humbert Kesel (? – ?), scrittore tedesco, autore di Capri, Biographie einer Insel (Capri, biografia di un'isola).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Descrizione dei Faraglioni di Capri

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]