Villa San Michele (Capri)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La villa con il porto di Capri sullo sfondo

Villa San Michele è un'abitazione sita nel comune di Anacapri, nell'isola di Capri.

La villa prende il nome da una piccola cappella che sorgeva in epoca medioevale alla fine della Scala Fenicia nel territorio appunto di Anacapri.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Nel 1895 il medico svedese Axel Munthe si innamorò delle rovine di un'antica cappella, costituite da una volta sfondata ed alcuni muri diroccati, e volle acquistarla a tutti i costi.[1] Mentre eseguiva i lavori di restauro rinvenne nel vigneto adiacente il rudere la presenza dei resti di un'antica villa romana; da questi attinse per adornare la nuova villa con numerosi reperti archeologici che tuttora si possono osservare nella costruzione originale di Munthe.[2]

La sfinge della villa

Il restauro durò molti anni non solo per le difficoltà di costruire senza vie di comunicazione e di approvvigionamento, che non fossero pedonali, con la vicina Capri ed il mare, ma anche per le numerose vicissitudini della vita di Munthe che più volte dovette partire lasciando incompiuta la sua fatica. La storia della sua vita è raccontata dallo stesso Munthe in una autobiografia, che ha voluto intitolare La storia di San Michele, e con la quale ripercorre anche le varie fasi del restauro.

Pubblicato nel 1929, La Storia di San Michele si è rivelato uno dei libri più letti di tutto il Novecento.[3]

Il medico svedese tuttavia non abitò per molto tempo Villa San Michele, poiché una malattia agli occhi lo costrinse a ritirarsi nella meno luminosa Torre Materita, che pure fece restaurare.[4]

La villa quindi venne affittata alla marchesa Luisa Casati Stampa che vi condusse per molti anni una vita stravagante e a volte eccessiva.[5]

Alla sua morte, avvenuta a Stoccolma nel 1949, Munthe lasciò la villa in eredità allo stato svedese.[6][7]

Oggi essa è di proprietà di una fondazione svedese che l'ha trasformata in museo dove tra l'altro si svolgono, nel periodo estivo, suggestivi concerti di musica classica da camera.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scrittori, artisti e nobili insediatisi sull'isola, Capri.net.
  2. ^ Axel Munthe, Capri Dream.
  3. ^ Emma Strindmar Norström, La Storia di San Michele, Villa San Michele.
  4. ^ Annamaria Boniello, Per due pagnotte di pane Axel Munthe andò via da Capri, L'Isola.
  5. ^ La Storia, Villa San Michele.
  6. ^ L'Istituto di Cultura, Villa San Michele.
  7. ^ Capri & Anacapri, Goldentours.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tito Fiorani. Le dimore del mito. La Conchiglia.
  • Axel Munthe. La Storia di San Michele. Garzanti, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]