Clima mediterraneo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aree nel mondo a clima mediterraneo

Il clima mediterraneo, Cs secondo la classificazione climatica di Köppen (che lo chiamò clima etesio), è il meno esteso dei climi temperati. È caratterizzato da un lungo periodo di siccità estiva ed inverni miti.

L'associazione di estati secche con inverni piovosi rappresenta un carattere peculiare del clima mediterraneo: nella quasi totalità dei climi (esclusi quelli marittimi dalla piovosità costante e quelli desertici in cui non piove quasi mai) la maggior parte delle precipitazioni cade nel semestre caldo. È da notare come la scarsità di precipitazioni nel semestre caldo sfavorisca l'agricoltura rispetto al clima sinico.

Il mare contribuisce a determinare il clima, il quale è temperato caldo, con escursioni termiche giornaliere ed annue modeste (inferiori a 21 °C): infatti il mare trattiene il calore estivo e lo rilascia durante l'inverno.

Definizione[modifica | modifica sorgente]

Köppen definì il clima Cs come quello in cui il mese più scarso di precipitazioni nel semestre caldo ha un totale di precipitazioni inferiore a un terzo di quello del mese invernale più piovoso e in ogni caso inferiore a 30 mm. Se il mese più secco presenta un totale inferiore a un terzo di quello del mese più piovoso ma superiore a 30 mm si identificherà come Cfs

Salvador Rivas Martínez definisce bioclima mediterraneo quello in cui ci sono almeno due mesi consecutivi di siccità estiva.

Sottotipi[modifica | modifica sorgente]

Il clima mediterraneo ha due sottotipi fondamentali: Csa con estate calda e Csb con estate più tiepida.

Csa[modifica | modifica sorgente]

Il sottotipo Csa, nel quale la temperatura del mese più caldo è superiore a 22 °C, si trova lungo le aree costiere del Mediterraneo e del Vicino oriente, mentre nelle zone costiere esterne si hanno temperature inferiori (a Essaouira in Marocco la temperatura media di luglio è di 20 °C). Temperature decisamente elevate si registrano nell'entroterra californiano (Red Bluff, con una temperatura media di luglio di 27,5 °C).

Csb[modifica | modifica sorgente]

Il sottotipo Csb è tipico delle zone costiere della California e dell'Oregon come Santa Monica e San Francisco rispettivamente con una media di luglio di 18,9 °C e 17,7 °C. Anche alcune zone della Francia, del Marocco, della Turchia, del Cile e dall'Australia appartengono a questo sottotipo. Un'estrema regolarità della temperatura si ha nelle Isole Farallon a largo di San Francisco, dove la temperatura media del mese più freddo è di 12 °C e quella del mese più caldo di 14 °C.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

In Europa, è tipico delle regioni che si affacciano sul mar Mediterraneo: il centro-sud della Spagna, la costa mediterranea della Francia, della penisola balcanica e della Crimea. In Italia lo si ritrova soprattutto sulle coste liguri e tirreniche (nell'entroterra generalmente è di tipo submediterraneo o tendente al continentale sopra i 500 mt slm). Mentre sulle coste adriatiche della costa occidentale non risale più a nord del Conero, sulla costa orientale risale molto più a nord, comprendendo la Dalmazia e (parte dell'Istria). Zone tipicamente mediterranee con spunti subtropicali sono inoltre l'Italia meridionale, la Sicilia e la Sardegna, ad eccezione delle loro zone montuose.

Anche climi paragonabili in zone situate in altri continenti vengono considerati come esempi di clima mediterraneo: per esempio, nel bacino del Mediterraneo lo si ritrova anche nelle coste turche e del Vicino Oriente. In Africa si trova un clima mediterraneo sulle coste del Maghreb e nella regione del Capo; nelle Americhe hanno un clima paragonabile la California costiera e il Cile centrale e in Australia la costa sudoccidentale. In sintesi, si tratta di zone climatiche situate poco più a nord o poco più a sud dei Tropici, e vicine a mari e oceani, che rendono il clima piuttosto mite. È questa la ragione per cui il clima mediterraneo viene talvolta considerato subtropicale, come per esempio da Troll e Paffen.

Vegetazione[modifica | modifica sorgente]

L'agricoltura e l'allevamento vi sono praticati da secoli. In queste zone l’estate è molto arida e gli agricoltori usano sistemi d’irrigazione capaci di sfruttare sia le acque di superficie sia le falde acquifere, per coltivare olivi, vite, agrumi e cereali. Dove non vi sono coltivazioni agricole c’è una vegetazione sempreverde di tipo forestale oppure di tipo a boscaglia;

Il clima mediterraneo ha determinato vari ecosistemi, tra cui il più famoso è la macchia mediterranea. In California prevale un simile tipo chiamato chaparral mentre nella zona del capo si chiama fynbos ed è particolarmente ricco in biodiversità.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Mario Pinna, L'atmosfera e il clima, Torino, UTET, 1978.
  • Fulvio Fulvi, Dizionario di geografia fisica, Roma, Newton Compton, 1996.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]