Bernie Worrell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bernie Worrell
Un'esibizione dal vivo di Bernie Worrell a Vienna nel 2009
Un'esibizione dal vivo di Bernie Worrell a Vienna nel 2009
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
(New Jersey)
Genere Funk[1]
Rhythm and blues[1]
Post-bop[1]
Periodo di attività 1947 – in attività
Strumento Tastiera elettronica
Gruppo attuale Bernie Worrell and the Woo Warriors
Gruppi precedenti Parliament
Funkadelic
Praxis
Colonel Claypool's Bucket of Bernie Brains
Gruppi e artisti correlati George Clinton
Bootsy Collins
Talking Heads
Sito web

George Bernard "Bernie" Worrell, Jr., conosciuto anche come "Dr. Woo" ("Doctor Woo") (Long Branch, 19 aprile 1944), è un tastierista e compositore statunitense, noto soprattutto per aver fatto parte dei Parliament e dei Funkadelic, e per aver collaborato con i Talking Heads.

È membro della Rock and Roll Hall of Fame, inserito nel 1997 assieme ad altri quindici membri dei Parliament-Funkadelic.[2][3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il periodo funk[modifica | modifica wikitesto]

Worrell nasce a Long Branch, ma cresce a Plainfield, nel New Jersey.[1] Viene subito riconosciuto come bambino prodigio per le sue abilità legate alla musica: comincia a suonare il piano già all'età di tre anni e si esibisce in pubblico per la prima volta un anno più tardi.[1][2] All'età di otto anni scrive un concerto e a dieci anni si esibisce con la Washington Symphony Orchestra.[1][2] Continua ad approfondire gli studi di musica classica alla Juilliard di New York e al conservatorio del New England.[2]

Nel 1970, quando è studente al college, suona con un gruppo chiamato Chubby & The Turnpikes, conosciuto in seguito come Tavares.[1] Il batterista della band è Joey Kramer, che lascia nell'ottobre dello stesso anno per poi divenire uno dei membri fondatori degli Aerosmith.

Conosce quindi George Clinton, l'allora leader di un gruppo doo-wop noto come The Parliaments.[1] Presto il gruppo si scioglie e Clinton si trasferisce a Detroit, nel Michigan, dove riforma una band con il nome Parliament.[1] Worrell lo segue, prendendo parte anche al progetto parallelo Funkadelic.[1]

Durante gli anni settanta lo stesso gruppo di musicisti va in tournée e regista sotto entrambi i nomi di Parliament e di Funkadelic, portando avanti contemporaneamente anche diversi altri progetti paralleli, conosciuti collettivamente come Parliament-Funkadelic. Worrell è una delle figure centrali tra i musicisti che ne fanno parte, suona il piano, le tastiere e l'organo in entrambe le formazioni, inoltre scrive e arrangia molti dei brani delle band. Il suo sound è uno degli elementi che più caratterizzano le canzoni.[1] Worrell introduce il sintetizzatore di basso elettrico per tastiera nella musica moderna utilizzandolo per la prima volta nella canzone dei Parliament Flash Light.

Nel 1978 pubblica il primo album da solista, All the Woo in the World.[4]

Mentre la maggior parte dei musicisti funk utilizza tradizionalmente tastiere elettriche come ad esempio l'organo Hammond ed il Fender Rhodes, Bernie Worrell crea il sound distintivo dei Parliament attraverso un sintetizzatore Minimoog. Il lavoro di Worrell è evidente nella maggior parte dei brani più conosciuti della band, come Mothership Connection (Star Child) e Give Up the Funk (Tear the Roof Off the Sucker) dall'album Mothership Connection, Flash Light da Funkentelechy Vs. the Placebo Syndrome e Aqua Boogie (A Psychoalphadiscobetabioaquadoloop) da Motor Booty Affair.

Il periodo alternativo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che gli originari Parliament-Funkadelic smettono di esibirsi nel 1980, Worrell pubblica diversi album da solista.

Negli anni ottanta viene assunto, con altri musicisti provenienti da generi differenti come Adrian Belew, per esibirsi e registrare con i Talking Heads. La sua esperienza e il suo gusto per gli arrangiamenti rafforzano il sound complessivo della band. Anche se non è mai ufficialmente entrato a far parte dei Talking Heads, fu di fatto un membro per la maggior parte degli anni ottanta, comparendo su uno dei loro album, sugli album da solisti dei membri della band e in molteplici tour finché non si sciolsero ufficialmente nel 1992.

Dagli ultimi anni ottanta, Worrell ha registrato più volte con Bill Laswell.

Negli anni novanta ha suonato con i Gov't Mule.

A partire dai primi anni 2000, Bernie è divenuto un membro in vista della cosiddetta scena delle jam band, suonando in importanti festival estivi, talvolta sotto il nome di Bernie Worrell and the Woo Warriors. Questi nuovi gruppi rock e funk hanno fin dall'inizio abbracciato la rilevanza storica e il talento di Bernie Worrell.

Worrell ha suonato con il progetto Black Jack Johnson (dal nome del pugile Jack Johnson), assieme al rapper Mos Def, al batterista Will Calhoun, al bassista Doug Wimbish e al chitarrista Dr. Know. Appare con la band anche sull'album del 2004 di Mos Def The New Danger.

Worrell si è unito anche alla leggenda del basso elettrico Les Claypool, al chitarrista Buckethead e al batterista Bryan Mantia per formare i Colonel Claypool's Bucket of Bernie Brains.

Il suo ultimo progetto è Baby Elephant, una collaborazione con Prince Paul (membro dei Stetsasonic e produttore dei De La Soul) e Don Newkirk, collega di lunga data di Paul. Sull'album Turn My Teeth Up!, pubblicato l'11 settembre 2007, compaiono anche George Clinton, Shock G, Yellowman, Reggie Watts, Nona Hendryx, David Byrne e Gabby La La.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il rapper underground Chino XL è suo nipote.

Apparizioni in opere cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Worrell appare nel film documentario Moog del 2004, assieme al pioniere della musica elettronica Bob Moog, inventore del sintetizzatore Moog, e altri interpreti di questo strumento.[5]

Nel 2005 esce Stranger: Bernie Worrell on Earth, il film documentario sulla sua vita, sulla sua musica e sull'impatto di Bernie sulla musica.[6]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album da solista[modifica | modifica wikitesto]

  • 1978 - All the Woo in the World
  • 1990 - B.W. Jam (Rock the House)
  • 1991 - Funk of Ages
  • 1993 - Pieces Of Woo: The Other Side
  • 1993 - Blacktronic Science
  • 1997 - Free Agent: A Spaced Odyssey
  • 2007 - Improvisczario

Con i Parliament[modifica | modifica wikitesto]

  • 1970 - Osmium
  • 1974 - Up for the Down Stroke
  • 1975 - Mothership Connection
  • 1975 - Chocolate City
  • 1976 - The Clones of Dr. Funkenstein
  • 1977 - Funkentelechy Vs. the Placebo Syndrome
  • 1978 - Motor Booty Affair
  • 1979 - Gloryhallastoopid
  • 1980 - Trombipulation

Con i Funkadelic[modifica | modifica wikitesto]

Con i Talking Heads[modifica | modifica wikitesto]

Con i Praxis[modifica | modifica wikitesto]

Con i Colonel Claypool's Bucket of Bernie Brains[modifica | modifica wikitesto]

Con i Baby Elephant[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 - Turn My Teeth Up!

Altri album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1984 - Fred Schneider & the Shake Society di Fred Schneider
  • 1993 - Every Silver Lining Has a Cloud di Julian Schnabel
  • 1999 - Unison di Shin Terai
  • 2004 - The New Danger di Mos Def
  • 2006 - Gold & Wax di Gigi (Ejigayehu Shibabaw)
  • 2007 - Lightyears di Shin Terai
  • 2008 - Living on Another Frequency dei Science Faxtion
  • 2008 - A New Mind degli Activities of Dust

Album tributo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k (EN) John Book, Bernie Worrell in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 9 febbraio 2013.
  2. ^ a b c d (EN) Bernie Worrell Biography, BernieWorrell.com. URL consultato l'11 novembre 2012.
  3. ^ (EN) Parliament-Funkadelic: inducted in 1997, rockhall.com. URL consultato l'11 novembre 2012.
  4. ^ (EN) All the Woo in the World in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 9 febbraio 2013.
  5. ^ (EN) Moog in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  6. ^ (EN) Stranger: Bernie Worrell on Earth in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29726384 LCCN: no98047791