Transmutation (Mutatis Mutandis)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Transmutation (Mutatis Mutandis)
Artista Praxis
Tipo album Studio
Pubblicazione 8 settembre 1992
Durata 56 min : 45 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Alternative rock[1]
Rock sperimentale[1]
Heavy metal[1]
Etichetta Axiom Records
Produttore Bill Laswell
Registrazione Registrato ai Greenpoint Studios di Brooklyn, New York
Praxis - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1994)

Transmutation (Mutatis Mutandis) è un album del supergruppo statunitense Praxis, pubblicato nel 1992.[1] È l'album di debutto dei Praxis, progetto del produttore Bill Laswell,[1] e vede la partecipazione di Buckethead alla chitarra, Bootsy Collins al basso e alla voce, Bernie Worrell alle tastiere, Bryan Mantia alla batteria e del dj AF Next Man Flip (Nathaniel Hall dei Jungle Brothers, conosciuto anche come Afrika Baby Bam) al giradischi e al mixer.[1]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco è caratterizzato da un'ampia mescolanza di generi musicali e suoni differenti.[1] Si possono sentire influenze di generi come rock, funk, heavy metal, hip hop, ambient e jazz, con lunghi assoli di chitarra e di tastiere e diversi passaggi improvvisati.[1]

L'ottava traccia dell'album comincia con il tema Giant Robot, che è anche presente sull'album di Buckethead dello stesso anno, Bucketheadland. Lo stesso brano contiene anche una citazione del tema musicale scritto da Akira Ifukube per il film Godzilla.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Blast/War Machine Dub – 3:51 (Buckethead, Bootsy Collins, Bill Laswell)
  2. Interface/Stimulation Loop – 2:17 (Buckethead, Bootsy Collins, Bill Laswell, Bryan Mantia, Bernie Worrell)
  3. Crash Victim/Black Science Navigator – 3:42 (Bootsy Collins, Bryan Mantia)
  4. Animal Behavior – 7:09 (Buckethead, Bootsy Collins, Bill Laswell)
  5. Dead Man Walking – 5:14 (Buckethead, Bootsy Collins, Bill Laswell, Bryan Mantia, Bernie Worrell)
  6. Seven Laws of Woo – 5:05 (Buckethead, Bootsy Collins, Bernie Worrell)
  7. The Interworld and the New Innocence – 6:29 (Buckethead, Bootsy Collins, Bryan Mantia)
  8. Giant Robot/Machines in the Modern City/Godzilla – 6:38 (Buckethead, Bootsy Collins, Bill Laswell, Bernie Worrell)
  9. After Shock (Chaos Never Died) – 16:20 (Bootsy Collins, Bernie Worrell)

Durata totale: 56:45

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Christian Genzel, Transmutation in Allmusic, All Media Network. URL consultato l'8 febbraio 2013.
rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock