Berchtesgaden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Berchtesgaden
Comune
Berchtesgaden – Stemma
Berchtesgaden – Veduta
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Bavaria (striped).svg Baviera
Distretto gov. Wappen Bezirk Oberbayern.png Alta Baviera
Circondario Berchtesgadener Land
Amministrazione
Sindaco Franz Rasp (CSU) dal 2008
Territorio
Coordinate 47°38′N 13°00′E / 47.633333°N 13°E47.633333; 13 (Berchtesgaden)Coordinate: 47°38′N 13°00′E / 47.633333°N 13°E47.633333; 13 (Berchtesgaden)
Altitudine 572 m s.l.m.
Superficie 35,61 km²
Abitanti 7 674[1] (31-12-2012)
Densità 215,5 ab./km²
Frazioni 5 (vedi elenco)
Comuni confinanti Bischofswiesen, Marktschellenberg, Schönau am Königssee, Hallein (Austria)
Altre informazioni
Cod. postale 83471
Prefisso 08652
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 09 1 72 116
Targa BGL
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Berchtesgaden
Berchtesgaden – Mappa
Sito istituzionale

Berchtesgaden è un comune di 7.674 abitanti situato nello Stato federato della Baviera, in Germania. Appartiene al Circondario del Berchtesgadener Land. Posto ad un'altitudine di 572 m s.l.m., sorge al centro di una zona alpina ed è una località di villeggiatura e di cure termali rinomata. Stazione sciistica, è un importante centro per la pratica degli sport invernali.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il Watzmann

Il borgo si trova all'estremità sudorientale della Germania nel cuore della Alpi di Berchtesgaden, sottosezione delle Alpi Settentrionali Salisburghesi (Alpi Nord-orientali). Sorge ai piedi del monte Watzmann ed è bagnato dal torrente Berchtesgadener Ache (con i suoi affluenti Königsseer Ache e Ramsauer Ache), tributario del Salzach. Il comune si trova non lontano dal lago alpino Königssee e dista meno di 200 km da Monaco di Baviera e 24 da Salisburgo, confinando direttamente con l'Austria.

Il territorio comunale confina a nordovest con Bischofswiesen, a nordest con Marktschellenberg e a sudovest con Schönau am Königssee. A est si trova il confine con l'Austria: il comune austriaco confinante è Hallein, nel Salisburghese, e la frontiera stradale è situata fra la frazione austriaca di Dürrnberg e quella tedesca di Oberau.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Temperature e precipitazioni medie registrate a Berchtesgaden

Il clima di Berchtesgaden risente della collocazione montana del comune, soggetto a venti di föhn; in altura è alpino. La temperatura media annua è 7,2°; il mese mediamente più freddo è gennaio (-2,7°), il più caldo luglio (16,3). Le precipitazioni sono relativamente costanti (1514 mm annui), con il picco a luglio (219 mm).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Prevostato di Berchtesgaden.

La cittadina (Altstadt) sorge alla base della collina dove nel 1102 fu fondato un monastero dedicato a san Pietro e a san Giovanni Battista. Nel suo territorio erano attive miniere di sale, estratto a partire dal 1517.

Il Prevostato di Berchtesgaden nel 1789

Il Prevostato di Berchtesgaden, piccolo Stato cuscinetto tra il Ducato di Baviera e l'Arcidiocesi di Salisburgo, si vide riconoscere dai vari imperatori diritti e privilegi che le permisero di acquisire lo stato giuridico di libera città imperiale, pur sotto il protettorato dei principi-prevosti. Nel 1803 il prevostato fu secolarizzato e nel 1810 assorbito dalla Baviera.

In epoca nazista Adolf Hitler fece costruire presso Berchtesgaden una residenza estiva, il Berghof, e il "Nido dell'aquila", bunker-rifugio e postazione militare necessaria a Hitler per fornirgli sicurezza per la sua inaccessibilità e per impressionare nel contempo i visitatori durante le visite diplomatiche. Nel suo capolavoro, Stefan Zweig evidenziò la tragica coincidenza per cui la fine di un'epoca era stata pianificata sul monte che fronteggiava la sua abitazione a Salisburgo, giusto dall'altro lato del fiume che divideva Austria e Germania:

« Con quanti abbiamo passato ore che riscaldavano il cuore lì, affacciandoci dalla terrazza sul meraviglioso e pacifico panorama, senza sospettare nemmeno che esattamente davanti, sulla montagna di Berchtesgaden, sedeva un uomo che un giorno avrebbe distrutto tutto questo? »
(Stefan Zweig, Il mondo di ieri)

I lavori, diretti da Martin Bormann e iniziati nel 1936, furono eseguiti rapidamente. Hitler in effetti vi salì poche volte; dopo la Seconda guerra mondiale il Nido dell'aquila fu trasformato in ristorante.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

La collegiata dei santi Pietro e Giovanni Battista e l'adiacente Castello
  • Castello (Königliches Schloss Berchtesgaden): antica abbazia romanico-gotica che fu modificata nel XVI secolo e in parte barocchizzata dagli abati commendatari, quasi tutti appartenenti al Casato di Wittelsbach. Il principe Ruprecht, che vi abitò dal 1923 al 1955, la restaurò e trasformò nell'attuale museo; a fianco l'antica chiesa abbaziale.
  • Collegiata dei santi Pietro e Giovanni Battista (Stiftskirche St. Peter und Johannes der Täufer): è l'antica chiesa abbaziale, affiancata dall'attuale Castello. La facciata è di stile neoromanico; l'interno è gotico. Risale al XII secolo ed è affiancata da due torri cuspidate di 56 metri di altezza
  • Santuario di Maria Gern (Wallfahrtskirche Maria Gern): edificio religioso di stile barocco, sito a nord della cittadina in una posizione panoramica, meta di pellegrinaggi. Fu costruito fra il 1701 e il 1724 da artisti salisburghesi.

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

  • Miniere di sale (Salzbergwerk): visitabili con visita guidata, un trenino elettrico porta fino a una vasta caverna dove viene proiettato un documentario sulla produzione del sale.
  • Obersalzberg: pianoro sito a 5 chilometri da Berchtesgaden e già conosciuto da artisti e letterati, dal quale si sale per la strada privata fatta costruire da Hitler al tempo dei suoi soggiorni nella villa del Berghof, fino al monte Kehlstein. Da qui un condotto scavato nella roccia porta al Nido dell'aquila. In tempi moderni questi luoghi costituiscono un'attrazione turistica. In realtà, gran parte del piccolo villaggio non esiste più tranne una villa del 1878, oggi albergo, e l'accesso al bunker semidistrutto avviene dal vicino albergo Zum Türken, che era la sede della polizia di Stato.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Berchtesgaden in una cartolina illustrata del 1914 circa
Anno Abitanti[2]
1840 3.789
1925 6.606
1939 9.787
1950 10.955
1970 8.683
1987 7.538
1999 7.660
2009 7.536

Persone legate a Berchtesgaden[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Maria Gern

Berchtesgaden è articolata in cinque frazioni (incluso il capoluogo), a loro volta ripartite in subfrazioni:

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Berchtesgaden, per la sua attenzione a favorire il turismo ecosostenibile e la mobilità dolce, fa parte del consorzio delle Perle delle Alpi[3].

È capolinea della ferrovia Freilassing-Berchtesgaden, che a Freilassing s'innesta sulla linea ferroviaria Monaco–Salisburgo.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Stazione sciistica specializzata nello sci alpino, sulla pista sciistica Loipl ha ospitato numerose prove tecniche (slalom gigante e slalom speciale) della Coppa del Mondo di sci alpino, a partire dalla prova inaugurale del massimo circuito, il 5 gennaio 1967. Berchtesgaden è stata sede dei Campionati mondiali di snowboard 1999.

È punto terminale della Deutsche Alpenstrasse, la strada alpina delle Alpi Bavaresi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Bayerisches Landesamt für Statistik. URL consultato il 9 febbraio 2013.
  2. ^ (DE) Bayerisches Landesamt für Statistik. URL consultato il 9 febbraio 2013.
  3. ^ Sito ufficiale delle Perle delle Alpi. URL consultato l'11 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]