Alpi Settentrionali Salisburghesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alpi Settentrionali Salisburghesi
Alpi Settentrionali Salisburghesi
Le Alpi Settentrionali Salisburghesi (sezione 24) nelle Alpi Orientali
Continente Europa
Stati Austria Austria
Germania Germania
Catena principale Alpi
Cima più elevata Hochkönig (2.941 m s.l.m)
Massicci principali Monti dello Stein
Alpi scistose salisburghesi
Alpi di Berchtesgaden
Monti di Tennen

Le Alpi Settentrionali Salisburghesi (in tedesco Salzburger Nordalpen) sono una sezione delle Alpi. Secondo la classificazione SOIUSA, appartengono al settore delle Alpi Nord-orientali. La vetta più alta è il Hochkönig (2.941 m).

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Si trovano in Austria (Salisburghese, Stiria e Tirolo) e in Germania (Baviera).

Confinano a nord-est con le Alpi del Salzkammergut e dell'Alta Austria, a sud-est con le Alpi dei Tauri orientali, a sud con le Alpi dei Tauri occidentali, a sud-ovest con le Alpi Scistose Tirolesi, ad ovest con le Alpi Calcaree Nordtirolesi e a nord-ovest con le Alpi Bavaresi.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente secondo la Partizione delle Alpi del 1926 questa sezione alpina era parte delle più ampie Alpi Salisburghesi.

Secondo la SOIUSA invece sono una sezione alpina a sé stante.

Suddivisione[modifica | modifica wikitesto]

Si possono suddividere in quattro sottosezioni e dieci supergruppi:

Montagne[modifica | modifica wikitesto]

L'Hochkönig, montagna più alta della sezione alpina.

Le montagne principali delle Alpi Settentrionali Salisburghesi sono:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca, 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]