Angelo Spinillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angelo Spinillo
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Angelo Spinillo.svg
Gratis accepistis, gratis date
Titolo Aversa
Incarichi attuali Vescovo di Aversa
Vicepresidente della Conferenza Episcopale Italiana
Incarichi ricoperti Vescovo di Teggiano-Policastro
Nato 1º maggio 1951 a Sant'Arsenio
Ordinato presbitero 15 luglio 1978
Consacrato vescovo 13 maggio 2000

Angelo Spinillo (Sant'Arsenio, 1º maggio 1951) è un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Consegue la licenza in teologia pastorale profetica presso la Pontificia facoltà teologica dell'Italia meridionale.

Il 15 luglio 1978 è ordinato presbitero dal vescovo Umberto Altomare.

Il 18 marzo 2000 è eletto vescovo di Teggiano-Policastro. Il 13 maggio dello stesso anno riceve la consacrazione episcopale dal cardinale Michele Giordano.

È membro della Commissione Episcopale per la famiglia e la vita.[1]

Nel 2006 chiude il sinodo diocesano con il tema "Vi ho chiamato amici".[2]

Il 5 giugno 2007 riapre, dopo una chiusura di molti anni, il museo diocesano di Teggiano.[3] Nello stesso anno, a conclusione del XVIII convegno pastorale diocesano, il 19 settembre 2007 apre il processo diocesano di beatificazione per il suo predecessore Federico Pezzullo, vescovo di Policastro.[4]

Nel 2009 fonda il periodico diocesano Mete magazine.[5]

Nello stesso anno difende l'operato di due sacerdoti della sua diocesi entrati in contrasto con i loro parrocchiani: don Pasquale Pellegrino, di Torre Orsaia, accusato, ingiustamente, di essere l'amante di donne del luogo[6], e don Gianni Citro di Lentiscosa, già in urto per la gestione di una festa di paese con i suoi parrocchiani[7] che successivamente volevano allontanarlo dopo la sua iscrizione al PD. Il vescovo ricorda a don Gianni Citro che il diritto canonico limita le possibilità di impegno politico dei preti.[8]

Il 15 gennaio 2011 è eletto vescovo di Aversa, succedendo all'arcivescovo, titolo personale, Mario Milano.[9]

Il 22 maggio 2012 è eletto, dalla 64ª Assemblea Generale, vicepresidente, per il sud, della Conferenza Episcopale Italiana.[10]

Il 3 gennaio 2013 gli viene conferita la cittadinanza onoraria di Monte San Giacomo, piccolo comune in provincia di Salerno[11] nel quale era in precedenza stato parroco dal 1983 al 1991. Dal settembre dello stesso anno ricopre anche l'ufficio di amministratore apostolico di Caserta fino al 18 maggio 2014.

Genealogia episcopale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Annuario Vescovi CEI
  2. ^ Bollettino diocesano, n. 2 (luglio-dicembre) 2006, p. 233
  3. ^ Sito ufficiale della diocesi di Teggiano-Policastro
  4. ^ Bollettino diocesano n. 2/2007 (luglio-dicembre), pp. 343-392
  5. ^ Sito ufficiale della diocesi di Teggiano-Policastro
  6. ^ «Pasquale Pellegrino, meglio noto ai suoi amici come “Don Py”, clamorosamente portato alla ribalta dal quotidiano Cronache del Mezzogiorno ha registrato la violenta e impulsiva reazione del vescovo Angelo Spinillo che ha difeso a spada tratta il giovane parroco di Torre Orsaia. Accusato più dalla “voce popolare” che dai fatti di essere l’amante di alcune donne del luogo il sacerdote non ha fatto nulla, o quasi, per smentirle e si è ritirato in casa dei propri genitori nel vicino paese di Policastro Bussentino» in quotidiano online Dentro Salerno dell'11 maggio 2009
  7. ^ «Il vescovo della diocesi Teggiano-Policastro incontra i fedeli di Lentiscosa in rivolta contro don Gianni Citro e invita alla serenità e al dialogo. Monsignor Angelo Spinillo conferma la fiducia nei confronti del parroco, che nell’omelia di ieri per la festa di Santa Rosalia ha confermato che continuerà a guidare la parrocchia di Lentiscosa, facendo «adeguata pulizia nel comitato feste degli elementi pericolosi e facinorosi, per la buona pace e serenità della comunità e del parroco». da Il mattino
  8. ^ «SALERNO — La prima chiamata che ha ricevuto ieri mattina è stata del vescovo di Teggiano-Policastro. Ma non era di felicitazione per la tes­sera del Pd, appena sottoscritta. Mon­signor Angelo Spinillo ha però ricordato a don Gianni Citro, neomilitante di partito, i doveri imposti ai sacerdoti dal diritto canonico, che limita le possibilità di impegno politico dei preti.» in Corriere del Mezzogiorno
  9. ^ S.E. Mons. Spinillo nuovo Vescovo di Aversa
  10. ^ Annuario Vescovi CEI, op. cit.
  11. ^ Monte San Giacomo, conferita cittadinanza onoraria a Mons. Angelo Spinillo

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Teggiano-Policastro Successore BishopCoA PioM.svg
Francesco Pio Tamburrino 13 marzo 2000 - 15 gennaio 2011 Antonio De Luca
Predecessore Vescovo di Aversa Successore BishopCoA PioM.svg
Mario Milano dal 15 gennaio 2011 in carica

Controllo di autorità VIAF: 192567251