Aalborg Boldspilklub

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Aalborg Boldspilklub è una società polisportiva danese con sede nella città di Aalborg. Il club è noto anche come Aalborg BK, abbreviato in AaB. In passato la società ha avuto branche nel cricket e nel tennis, ma attualmente controlla soltanto squadre di calcio, hockey su ghiaccio e pallamano: tutte queste squadre militano nella massima divisione danese dei loro rispettivi sport. Lo sponsor tecnico delle tre squadre è la Adidas, mentre lo sponsor principale delle squadre di calcio e pallamano è la banca regionale Spar Nord. La società è quotata alla Borsa di Copenaghen nel segmento Small.[1]


Storia[modifica | modifica sorgente]

L'AaB venne fondato il 13 maggio 1885 da degli ingegneri inglesi impiegati nella costruzione delle ferrovie nella penisola dello Jutland. Nei primi anni la società praticava il cricket, sport tipicamente britannico. Il primo nome fu Aalborg Cricketklub, cambiato in Aalborg Boldklub nel 1899. Il calcio cominciò a essere disputato a livello amatoriale nel 1902: da allora, tale disciplina si è affermata come la principale e il nome del club è stato mutato in Aalborg Boldspilklub af 1885 nel 1906.

Calcio[modifica | modifica sorgente]

Aalborg Boldspilklub
Calcio Football pictogram.svg
Aalborg BK.png
AaB
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Bianco.svg Rosso-bianco
Dati societari
Città Aalborg
Paese Danimarca Danimarca
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Denmark.svg DBU
Campionato Superliga danese
Fondazione 1885
Presidente Danimarca Per Søndergaard
Allenatore Danimarca Kent Nielsen
Stadio Aalborg Stadion
(16,000 posti)
Sito web www.aab.klubfodbold.dk
Palmarès
Titoli nazionali 4 Campionati danesi
Trofei nazionali 3 Coppe di Danimarca
Si invita a seguire il modello di voce

Il club costituì una squadra di calcio maschile nel 1902. La compagnia prende parte alla Superliga danese dal 1987 e si è aggiudicata quattro campionati: nel 1995, nel 1999, nel 2008 e nel 2014.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Aalborg Boldspilklub fece parte della massima divisione danese dalla stagione 1928-29, fino alla retrocessione del club nel 1947. Ritornò nella massima competizione nel 1963 e vi rimase fino ad oggi, eccetto negli anni 1972, 1978 e dal 1981 al 1986. Nonostante abbia trascorso molti anni nel massimo campionato danese, il club non vinse mai un titolo, ma si aggiudicò la coppa danese nel 1966 e 1970.

Nella stagione 1994-1995 Erik Bo Andersen, con 24 reti, divenne il capocannoniere del campionato e la squadra allenata da Poul Erik Andreasen vinse anche il suo primo titolo. L'Aalborg ebbe quindi accesso diretto ai preliminari di Champions League. La gara di qualificazione contro la Dinamo Kiev ebbe come epilogo l'eliminazione, ma nel primo incontro del proprio girone contro il Panathinaikos, la squadra ucraina venne accusata di un fallito tentativo di corruzione dell'arbitro, per cui, nonostante avesse fatto appello, fu esclusa dalla competizione da parte dell'UEFA e squalificata per i due anni successivi. L'Aalborg prese quindi il posto della squadra ucraina nella fase a gironi. L'Aalborg Boldspilklub diventò quindi la prima squadra danese a competere nella fase a gironi della Champions League. Anche se la sua partecipazione si concluse già nel girone eliminatorio con l'ultimo posto, l'Aalborg ottenne comunque 4 punti e una vittoria contro il Panathinaikos. Erik Bo Andersen lasciò il club per la squadra scozzese dei Rangers, ma i danesi trovarono poi in Søren Frederiksen un degno sostituto, visto che questi realizzò 17 gol nel campionato 1997-1998, stagione in cui club vinse il titolo sotto la guida dell'allenatore svedese Hans Backe. L'Aalborg dovette giocarsi con la Dinamo Kiev l'accesso alla UEFA Champions League, ma questa volta fu eliminato, perdendo 1-2 in casa e pareggiando 2-2 a Kiev.

Da allora la squadra non andò oltre le posizioni di centro classifica nel campionato, guadagnando il quarto posto nel 2001-2002 e 2004-2005. Arrivò al terzo posto nella stagione 2006-2007, in cui Rade Prica vinse il titolo di capocannonire con 19 gol alla prima stagione con la maglia dell'Aalborg.

Nel 2007-2008 l'Aalborg visse una positiva esperienza in Coppa UEFA e vinse il campionato danese per la terza volta nella sua storia (stagione 2007-2008).

Grazie al terzo posto dell'anno precedente l'Aalborg partecipò alla Coppa Intertoto, in cui disputò la prima partita contro i finlandesi dell'FC Honka, riuscendo a spuntarla solo per la differenza di reti segnate fuori casa: 2-2 in Finlandia e 1-1 in Danimarca. Nel terzo ed ultimo turno giocò contro il AA Gent, pareggiando 1-1 fuori casa, ma in virtù della vittoria casalinga per 2-1 poté qualificarsi per la Coppa UEFA, avendo accesso diretto al secondo turno di qualificazione. Il sorteggio assegnò questa volta i finlandesi dell'HJK Helsinki. Il primo match in Finlandia finì per 2-1 per la squadra di casa, ma nel ritorno l'Aalborg si impose per 3-0, qualificandosi così per il primo turno della coppa. Qui incontrò la Sampdoria e, ancora in virtù di un doppio pareggio, l'Aalborg superò il turno grazie alle reti segnate in trasferta. Nella successiva fase a gironi si fermò a causa dei soli 3 punti ottenuti nel proprio raggruppamento, frutto dell'unica vittoria sulla Lokomotiv Mosca.

La squadra ha dovuto attendere 110 anni dalla sua fondazione prima di conquistare un titolo nazionale, riuscendo ad aggiungere a quello del 1994-1995 il trionfo del 1998-1999, impresa non facile considerando il dominio pressoché assoluto esercitato nella Superliga danese da Brøndby e FC Copenhagen, squadre che dal 1991 al 2008 si sono spartite dodici titoli.

Il successo del 2008 in patria ha consentito al club di disputare la fase a gironi della Champions League. Superato il secondo turno preliminare contro i bosniaci del Modriča (5-0 all'andata e 2-1 al ritorno), i danesi hanno eliminato il Kaunas con un doppio 2-0, che ha condotto l'Aalborg di accedere per la prima volta nella sua storia alla fase finale della Champions League. Inserita nel girone E con Manchester United, Villarreal e Celtic, dopo un pareggio al Celtic Park, la formazione biancorossa ha collezionato due sconfitte, un pari interno contro il Villarreal e la prima vittoria in Champions League, in casa contro il Celtic, eliminandolo dalla competizione. Il terzo posto ha garantito all'Aalborg di accedere ai sedicesimi di finale di Coppa UEFA, dove ha avuto ragione del Deportivo La Coruña, battuto per 3-0 in Danimarca e 3-1 al Riazor, prima di essere eliminato agli ottavi di finale dal Manchester City ai rigori.

Nella Superligaen 2013-2014 la squadra è tornata a vincere il campionato dopo sei anni. Inoltre, nella stessa stagione ha vinto la Coppa di Danimarca, battendo in finale il FC Copenhagen per 4-2.

Nella UEFA Champions League 2014-2015 la squadra danese ha affrontato i campioni di Croazia della Dinamo Zagabria al terzo turno preliminare .[2] L'andata in casa dei danesi è finita 1-0 per la Dinamo Zagabria (gol di Marcelo Brozović), mentre al ritorno allo Stadio Maksimir di Zagabria l'Aalborg ha vinto 2-0 (doppietta di Anders K. Jacobsen al 36 all'85'), qualificandosi per i play-off.[3][4]

Stadio[modifica | modifica sorgente]

Fin dal 1920, l'Aalborg gioca le sue partite interne nell'Aalborg Stadion (anche "Aalborg Parken"). Questo stadio, aperto il 18 luglio 1920, venne disegnato con il campo allineato da nord a sud. Le prime panche per gli spettatori vennero costruite nel 1927, mentre nel 1937 fu edificata una tribuna in legno in grado di sostenere 3.000 spettatori. Nel 1960 la tribuna andò in fiamme e fu necessaria allora la costruzione lungo l'asse est-ovest di una tribuna in cemento, aperta nel 1962. Negli ultimi anni lo stadio è stato allargato e ricostruito con servizi moderni e la copertura su tutte le tribune. L'impianto attualmente può ospitare 16.000 persone.


Rosa[modifica | modifica sorgente]

Aggiornato al 9 settembre 2014.[5]

N. Ruolo Giocatore
1 Danimarca P Nicolai Larsen
2 Danimarca D Patrick Kristensen
3 Danimarca D Jakob Ahlmann
5 Danimarca D Kennenth Emil Petersen
6 Paesi Bassi D Donny Gorter
7 Danimarca C Thomas Enevoldsen
8 Danimarca C Rasmus Würtz
9 Danimarca C Thomas Augustinussen
10 Svezia A Rasmus Jönsson
11 Danimarca A Nicklas Helenius
14 Danimarca C Mathias Wichmann
15 Fær Øer A Gilli Sørensen
16 Danimarca C Mathias Thrane
18 Danimarca A Anders Jacobsen (giocatore)
19 Danimarca A Søren Fredriksen
N. Ruolo Giocatore
20 Danimarca D Henrik Dalsgaard
21 Danimarca C Kasper Risgård
22 Danimarca P Carsten Christensen
23 Danimarca C Nicolaj Thomsen
25 Danimarca C Frederik Børsting
26 Danimarca D Rasmus Thelander
28 Danimarca A Viktor Ahlmann
30 Danimarca C Andreas Bruhn
31 Danimarca D Jakob Blåbjerg
32 Danimarca D Kasper Pedersen
33 Lituania A Lukas Spalvis

Rose delle stagioni precedenti[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatori celebri[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Calciatori dell'Aalborg B.K..

Allenatori celebri[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Allenatori dell'Aalborg B.K..

Statistiche e cronologia recente[modifica | modifica sorgente]

  • 49 stagioni in massima serie;
  • 19 stagioni in seconda serie;
  • 5 stagioni in terza serie.
Stagione Serie Pos. G V N P GF GS Pt. Coppa
1996-1997 1D 5 33 12 11 10 46 40 47 quarti di f.
1997-1998 1D 7 33 12 8 13 54 48 44 quarti di f.
1998-1999 1D 1 33 17 13 3 65 37 64 finale
1999-2000 1D 5 33 12 13 8 57 40 49 finale
2000-2001 1D 5 33 13 10 10 51 49 49 5º turno
2001-2002 1D 4 33 16 6 11 52 45 54 quarti di f.
2002-2003 1D 6 33 14 4 15 42 45 46 semifinali
2003-2004 1D 5 33 16 9 8 55 41 57 finale
2004-2005 1D 4 33 15 8 10 59 45 53 5º turno
2005-2006 1D 5 33 11 12 10 48 44 45 semifinali
2006-2007 1D 3 33 18 7 8 55 34 61 2º turno
2007-2008 1D 1 33 20 5 6 56 38 65 4º turno

Hockey su ghiaccio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi AaB Ishockey.

Pallamano[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) AAB, nasdaqomxnordic.com. URL consultato il 23 luglio 2014.
  2. ^ Facile conferma della Dinamo, it.uefa.com, 22 luglio 2014. URL consultato il 23 luglio 2014.
  3. ^ (DA) AK hamrer AaB videre i Europa, fodbold.aabsport.dk, 6 agosto 2014. URL consultato il 7 agosto 2014.
  4. ^ Tutta la gioia dell'Aalborg, it.uefa.com, 7 agosto 2014. URL consultato il 7 agosto 2014.
  5. ^ (DA) Spillerprofil, aabsport.dk. URL consultato il 9 settembre 2014.