Zambia Air Force

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zambian Air Force and Air Defence Command
Comando di Forza Aerea e Difesa Aerea dello Zambia
Air Force Ensign of Zambia.svg
Insegna
Descrizione generale
Attiva1968 – oggi
NazioneZambia Zambia
TipoAeronautica militare
Comandanti
Comandante attualeTenente Generale Erick Chimese
Degni di notaLieutenant General Ronnie Shikapwasha
Simboli
Coccarda alare
Roundel of Zambia.svg
Fin Flash
Fin Flash of Zambia.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia
Uno Xian MA60 dell'Aeronautica militare zambiana in sosta all'Aeroporto Internazionale di Lusaka.

La Zambian Air Force (ZAF) è la forza aerea e l'elemento per le operazioni aeree della Forza di Difesa dello Zambia.

Dopo la creazione della Repubblica dello Zambia nel 1964, l'ex Northern Rhodesian Air Wing era stata ribattezzata Brigata Aerea della Zambia, che durò fino al 1968, quando fu fondata la Zambian Air Force.

Le missioni principali della Air Force sono per difendere i confini della Zambia e proteggere il suo spazio aereo. Inoltre, offre varie forme di supporto aereo per altri dipartimenti governativi. Quindi, vola anche la ricognizione, Trooping e le missioni di trasporto per la polizia e i ponti aerei forniture mediche e il personale in aree inaccessibili. Infine, l'organizzazione prevede il trasporto di emergenza in caso di necessità. Una delle più recenti operazioni di soccorso montato dalla Air Arm si è verificato nei primi mesi del 2007, quando è venuto in aiuto delle vittime delle inondazioni nella provincia nord-occidentale. Pochi dettagli sono disponibili sul schieramento della forza, ma gli elementi di combattimento si intendono situato a Lusaka (K-8), Mbala (MB-326) e Mumbwa (MiG-21), con la piccola flotta di aerei da trasporto ed elicotteri utility inoltre secondo come riferito di stanza a Lusaka.

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio (2017)[1] Note
Aerei da combattimento
Mikoyan-Gurevich MiG-21 Fishbed Russia Russia caccia multiruolo MiG-21-2000 10[1] Si tratta di MiG-21MF convertiti dalla IAI israeliana allo standard MiG-21-2000.
Shenyang J-6 Cina Cina caccia multiruolo
conversione operativa
F-6A
FT-6
8[1]
2[1]
Aerei da addestramento
Hongdu K-8 Karakorum Cina Cina aereo da addestramento avanzato K-8P 16[1][2]
Hongdu L-15 Lie Ying Cina Cina aereo da attacco leggero
aereo da addestramento avanzato
L-15AFT 2[1][3][4] 6 ordinati nel 2014.[1] [3] La variante scelta è la L-15AFT (Attack, Fighter, Trainer) e le consegne termineranno nel 2017.[4][2]
Aermacchi SF-260 Italia aereo da addestramento basico SF-260TW 9[5][1]
Aermacchi MB-326 Italia Italia aereo da addestramento avanzato
aereo da attacco leggero
MB-326GB
MB-326K9
10[5] 25 tra MB-326GB e MB-326K9 consegnati a partire degli anni settanta,

10 dei quali dovrebbero essere ancora in servizio.[3]

Nanchang PT-6 Cina Cina aereo da addestramento basico PT-6 condizioni di volo non note
Aerei da trasporto
Antonov An-26 Curl Ucraina Ucraina aereo da trasporto tattico medio An-26 4
de Havilland DHC-5D Buffalo Canada Canada aereo da trasporto tattico leggero DHC-5D 4
Harbin Y-12 Cina Cina aereo da trasporto leggero Y-12 8[1]
Yakovlev Yak-40 Russia Russia aereo da trasporto VIP Yak-40 2
Xian MA60 Cina Cina aereo da trasporto tattico MA-60 1[1]
Alenia C-27J Spartan Italia Italia aereo da trasporto tattico C-27J 0 2 C-27J ordinati a settembre 2015 che saranno consegnati nel primo trimestre del 2018.[6][5]
Elicotteri
Mil Mi-17 Hip Russia Russia elicottero da trasporto tattico medio Mi-171 4[1]
Bell UH-1 Iroquois Stati Uniti Stati Uniti elicottero utility UH-1H 12[1]
Bell 206 Stati Uniti Stati Uniti elicottero utility B206 2[1]
Harbin Z-9 Haitun Cina Cina elicottero medio Z-9 7[1][2] 7 consegnati.[2]

Comandanti[modifica | modifica wikitesto]

  •  ? al 1997 Tenente Generale Ronnie Shikapwasha
  • c. 2001 Tenente Generale Kayumba Sande
  •  ? al 2006 Tenente Generale Christopher Singogo
  • 2006-2010 Tenente Generale Samuel Mapala
  • 2010-2011 Maggiore Generale Andrew Sakala
  • 2011 Tenente Generale Erick Chimes

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) World Air Force 2017 (PDF), su Flightglobal.com, p. 18. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  2. ^ a b c d "La Cina sul mercato globale della difesa" - Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2017 pp. 44-53
  3. ^ a b c "AAD 2016: ZAMBIAN L-15s MAKE FIRST PUBLIC APPEARANCE" Archiviato il 21 ottobre 2016 in Internet Archive., su janes.com, 16 settembre 2016, URL consultato il 21 ottobre 2016.
  4. ^ a b "La prima apparizione degli L-15 dello Zambia" - "Aeronautica & Difesa" N. 361 - 11/2016 pag. 69
  5. ^ a b c "CONSEGNA IMMINENTE PER I C-27J DELLO ZAMBIA", su analisidifesa.it, 4 gennaio 2018, URL consultato il 4 gennaio 2018.
  6. ^ "ZAMBIAN C-27J SPARTAN BUY CONFIRMED", su janes.com, 20 dicembre 2017, URL consultato il 20 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]