Alenia C-27J Spartan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
C-27J Spartan
C-27J a Pratica di Mare nel maggio 2007.
C-27J a Pratica di Mare nel maggio 2007.
Descrizione
Tipo aereo da trasporto tattico
Equipaggio 2+1
Costruttore Italia Leonardo-Finmeccanica (dal 2016)
Italia Alenia Aeronautica
Data primo volo settembre 1999
Data entrata in servizio settembre 2005
Utilizzatore principale Stati Uniti USAF
Altri utilizzatori Italia AMI
Grecia Polemikì Aeroporìa
altri
Esemplari 82 (al 30 giugno 2016)[1]
Dimensioni e pesi
Lunghezza 22,70 m
Apertura alare 28,70 m
Altezza 9,80 m
Superficie alare 82
Peso carico 30 500 kg
Peso max al decollo 31 800 kg
Propulsione
Motore 2 turboelica Rolls-Royce 2100D2A
Potenza 4 637 shp (3 460 kW) ciascuna
Prestazioni
Velocità max 602 km/h
Velocità di crociera 583 km/h
Autonomia 5 930 km a 500 km/h
Tangenza 9 144 m

Alenia Aeronautica[2][3]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Alenia C-27J Spartan è un aereo da trasporto tattico di classe media. Il C-27J è una versione avanzata e aggiornata del G.222 (C-27A nell'USAF) prodotta da Finmeccanica (dal 2016 Leonardo-Finmeccanica) precedentemente Alenia Aeronautica, con sistemi e motori Rolls Royce AE 2100-D2A 4,637 SHP ciascuno, simili a quelli del del C-130J Super Hercules della Lockheed Martin. Inizialmente fu prodotto in collaborazione da Alenia Aeronautica e Lockheed Martin unite sotto la sigla LMATTS (Lockheed Martin/Alenia Tactical Transport Systems). La designazione del velivolo è stata mutuata da quella dei 10 G.222 acquisiti dalla United States Air Force nel 1990 come C-27A Spartan.

Il C-27J è stato acquistato oltre che dall'Aeronautica Militare Italiana anche da quella statunitense (ove vengono impiegati, oltre che presso lo Special Operation Command dell’Esercito, anche presso la Guardia Costiera), australiana, greca, bulgara, lituana, messicana, marocchina, rumena, chadiana, peruviana, slovacca e di un altro paese al momento non annunciato.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Alenia C27J Spartan dell'Aeronautica Militare italiana.

Rispetto al G.222 questo aeroplano presenta un peso massimo al decollo sensibilmente aumentato (da 28.000 kg a 31.800 kg), grazie anche alla nuova e più potente motorizzazione, pressoché identica a quella del C-130J (con eliche a scimitarra Dowty R-391), ed una suite avionica anch'essa installata sul C-130J: infatti, in fase di progettazione, è stato deciso di avere una forte intercambiabilità di parti tra i due velivoli, con un valore finale del 65%.

Il carrello di questa nuova versione è ad assetto variabile, per facilitare le operazioni di carico.

La versione ordinata dall'Aeronautica Militare è tra le più ricche, con strumentazione che comprende HUD, suite di autoprotezione che include sistemi per la difesa passiva contro missili terra-aria, sonda per rifornimento in volo.

Il C-27J è in grado di trasportare fino a 46 paracadutisti o 60 soldati (36 barelle + 6 assistenti in configurazione MEDEVAC - evacuazione medica). L'aereo può altrimenti imbarcare fino ad 11,5 tonnellate di materiali.

Questo aeromobile è inoltre l'unico della sua categoria in grado di effettuare vere e proprie manovre acrobatiche come looping e tonneau. Il 19 luglio 2011 con equipaggio del Reparto Sperimentale di Volo dell'Aeronautica Militare composto dai piloti maggiore Severino De Luca e maggiore Francesco Ferreri e dal tecnico primo maresciallo Ugo Sabeni, il C-27J Spartan è stato premiato per l'esibizione al RIAT 2011 di Fairford con i trofei As the Crow Flies per la migliore presentazione in volo e Douglas Bader per la miglior presentazione solista.[4]

Nel luglio del 2015 Alenia Aermacchi ha annunciato di aver completato i test di volo per l'installazione di winglets che comportano un aumento delle prestazioni nelle fasi di decollo per effetto dell'aumento del rapporto tra portanza e resistenza dell'ala.[5]

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Lo Spartan è stato ordinato in 12 esemplari dall'Aeronautica Militare Italiana, in 8 esemplari (l'ordine iniziale era di 12 macchine) dalla Polemikì Aeroporìa greca, in 3 esemplari dalla Karinės oro pajėgos lituana, in 3 esemplari (in origine l'ordine era di 5 macchine) dalla Bălgarski Voenno văzdušny sily bulgara, in 7 esemplari dalla Forțele Aeriene Române rumena e in 4 esemplari dalla Al-Quwwat al-Jawwiyya al-Malikiyya al-Maghribiyya marocchina. Il 13 giugno 2007 un comunicato stampa di Finmeccanica ha annunciato la vittoria della gara per la fornitura alle forze armate statunitensi di 55 C-27J (anche se è già stata concessa l'autorizzazione ad acquistarne fino a 78) per un valore di 2,04 miliardi di dollari. Si tratta della prima fase di un ampio progetto che dovrebbe portare in 10 anni alla consegna di più di 200 velivoli per un valore stimato di circa 6 miliardi di dollari. Tuttavia il nuovo governo di Barack Obama ha ridimensionato il numero dei velivoli, prima a 38, poi a 21.

Nel 2011, 4 esemplari sono stati venduti alla Fuerza Aérea Mexicana. Inoltre altri 4 esemplari sono stati ordinati dalla Forza Aerea Peruviana, il primo dei quali è stato consegnato il 12 marzo 2015. Il C-27J è stato anche selezionato dalla Vzdušné sily Slovenskej republiky slovacca Il C-27J nel 2013 viene preso in considerazione dall'aeronautica militare del Canada e da diversi paesi dell'Europa Orientale, del Medio Oriente, dell'Africa e del Sud America.

Nel 2008 l'AFSOC (Air Force Special Operation Command) americano ipotizzò una versione modificata del C-27J da usare come cannoniera volante per sostituire gli AC-130U Spectre, in quanto le dimensioni minori lo avrebbero reso più adeguato al supporto delle forze speciali. Il nome di questa versione doveva essere AC-27J Stinger II. Con l'anno successivo, però, questa ipotesi venne accantonata e i fondi da utilizzare rimossi dal budget per l'anno 2010. L’US Army Special Forces Command sta utilizzando il velivolo per addestrare le proprie unità ad operazioni combinate e non è escluso che nel futuro i velivoli possano essere modificati per compiti di supporto tattico così come è accaduto per varie versioni del C-130.[6]

Nel 2009 il Ghana decise di acquisire 4 C-27J in regime di Foreign Military Sales, le forniture dirette ai paesi stranieri da parte del governo americano. Essi avrebbero dovuto prima affiancare e successivamente sostituire i tre Fokker F27. Successivamente il paese africano ha deciso di acquistare 2 esemplari di CASA C-295 per ragioni economiche.

Nel maggio 2012, dopo anni di voci e trattative il Dipartimento della Difesa australiano con un comunicato stampa, conferma l'acquisto da parte della Royal Australian Air Force di 10 esemplari dello Spartan. Il velivolo si affianca ai C-130J e C-17 già in servizio. Il meccanismo di vendita sarà quello delle Foreign Military Sales, ovvero con fornitura diretta da parte del governo USA e di L-3 Communications come prime contractor. Alenia Aermacchi ha confermato che si tratta di velivoli di nuova costruzione e non della cessione di esemplari americani, come sostenevano alcune voci. Le prime macchine sono arrivate in Australia nel 2015. I C-27J svolgeranno i compiti degli ormai ritirati De Havilland Canada DHC-4 Caribou.

Un C-27J opportunamente modificato è stato utilizzato per il controllo delle ceneri vulcaniche. L'apparato (LIDAR) sviluppato in collaborazione tra l'Aeronautica Militare Italiana, l'ENAC e il CNR è stato presentato nel gennaio del 2011. Operativamente è stato utilizzato per la prima volta il 14 gennaio 2011 durante l'eruzione dell'Etna. In caso di eruzione infatti il compito del C-27J sarà quello di fare una mappatura completa dell'aria per stabilire le zone di volo sicure.[7]

Il 22 ottobre 2014[8] il governo della Slovacchia (Veliteľstvo vzdušných síl) ha approvato l’acquisto di 2 velivoli C-27J.

Versioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

  • MC-27J
Alenia MC-27J - Marrakech Air Show 2014.

L'MC-27J è una versione sviluppata da Alenia Aermacchi capace di svolgere un vasto campo di missioni. Rispetto alle versioni normali è possibile installare una serie di sensori come la torretta Elettro-Ottica/InfraRossi (EO/IR), un radar AESA, una completa suite di autoprotezione, sistemi di comunicazione avanzati, consolles per la gestione del sistema di missione, degli ampi finestrini d’osservazione (observer windows) per compiti C3-ISR/ISTAR (command, control, communication, intelligence, surveillance, reconnaissance and target acquisition) e MP/SAR (Maritime Patrol/Search and Rescue). Per le missioni di supporto al fuoco (Fire Support) è possibile installare un sistema montato su pallet, che comprende un cannone e tutti i relativi sistemi di tiro.[9][10] Le prime fasi di studio si sono concluse nel 2013 in collaborazione con l'USAF.[11] I primi tre MC-27J sono stati consegnati all'Aeronautica Militare Italiana (cliente di lancio) a partire dal 2014, nella configurazione dedicata Praetorian. L'Aeronautica Militare Italiana è tra le poche forze aeree al mondo ad avere cannoniere volanti, insieme all'USAF, all'aeronautica giordana[12] e quella colombiana[13] e la prima in Europa.[14] Sarebbe allo studio anche la possibilità da parte dell'MC-27J di lanciare missili Griffin e portare Viper Strike Bombs.[15] La scelta ricade sul C-27J per le sue ottime doti STOL e l'eccellente manovrabilità.

  • EC-27J "JEDI"

Nel 2010 l'Aeronautica Militare Italiana ha annunciato lo sviluppo di una versione da guerra elettronica del C-27 denominata JEDI (jamming and electronic defense instrumentation). La prima missione operativa per l'EC-27J è stata quella a supporto del contingente ISAF in Afganistan, nel 2012, dove ha volato per 2800 ore di volo in più di 800 missioni. Il 14 dicembre 2014 l'EC-27J ha ufficialmente terminato l'impiego operativo in Afganistan.[16] L'equipaggio dell'EC-27J è composto da Operatori di Bordo del ReSTOGE (reparto supporto tecnico operativo di guerra elettronica), facenti capo alla 9ª Brigata Aerea ISTAR-EW di Pratica di Mare (RM), insieme all'operato dei naviganti e degli specialisti del 98º Gruppo Volo della 46ª Brigata Aerea di Pisa.

  • C-27J FWSAR

Il C-27J FWSAR è una proposta di versione dedicata al soccorso (SAR) nell’ambito del programma FWSAR (fixed wing search and rescue) del governo canadese. L'Alenia (dal 2016 confluita in Leonardo-Finmeccanica) fa leva sul C-27J per i bassi costi di gestione, l'elevata autonomia della piattaforma e le eccellenti doti STOL. Il velivo è stato presentato con una livrea gialla con due grandi "Z" sulla fusoliera di colore rosso[17]

  • HC-27J

L'HC-27A è una versione del C-27J sviluppata dalla USCG in collaborazione con Leonardo-Finmeccanica (precedentemente Alenia) che comprende un completo sistema di missione, sensori kit dedicati per le missioni di ricerca e soccorso. L'USCG effettuerà la conversione di 14 C-27J ex-USAF, garantendo la comunanza a livello di avionica e propulsione, con la flotta di HC-130J Hercules in servizio.[18]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Utilizzatori del C-27J Spartan nel mondo.
Alenia C-27J Spartan durante l'esibizione nell'ambito del Salone internazionale dell'aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget del 2007.
Un C-27J della Lithuanian Air Force.
Un C-27J della Royal Moroccan Air Force.
Un C-27J della Romanian Air Force.
Australia Australia
10 C-27J, ordinati nel 2012 e il primo esemplare consegnato ufficialmente il 30 giugno 2015.[19]
Bulgaria Bulgaria
3 C-27J, tutti consegnati e operativi.
Ciad Ciad
2 C-27J, tutti consegnati e operativi.
Grecia Grecia
8 C-27J, tutti in servizio. Inizialmente l'ordine comprendeva 12 esemplari, ma gli ultimi 4 aerei non saranno acquistati a causa di tagli alla spesa militare.
Italia Italia
12 C-27J, tutti consegnati e operativi, l'ultimo è stato consegnato il 22 maggio 2009.[20] Il 19 maggio 2009 la flotta dei C-27J dell'AMI ha raggiunto le 5.000 ore di volo.[20]
Lituania Lituania
3 C-27J, tutti consegnati e operativi;
Marocco Marocco
4 C-27J, tutti consegnati e operativi.
Messico Messico
4 C-27J, ordinati nel 2011, tutti consegnati e operativi.
Perù Perù
4 C-27J, ordinati nel dicembre 2013, con l'annuncio di un nuovo ordine per due velivoli da formalizzare dato nel maggio 2014, tutti consegnati e operativi.[21]
Romania Romania
7 C-27J, tutti consegnati e operativi.
Slovacchia Slovacchia
2 C-27J, firmato contratto dal Governo il 29 ottobre 2014 per la fornitura di due velivoli C-27J.[22]
Stati Uniti Stati Uniti
21 C-27J, tutti consegnati e operativi. Inizialmente l'ordine era di 78 velivoli, successivamente ridotto a soli 21. 14 velivoli sono stati in seguito assegnati alla USCG, i rimanenti 7 all’United States Army Special Operations Aviation Command (USASOAC).
Zambia Zambia

2 velivoli ordinati, a luglio 2016 ordine non ancora annunciato dal produttore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Leonardo-Finmeccanica official site.
  2. ^ Alenia Aeronautica official site.
  3. ^ C-27J essential facts, C-27j.com.
  4. ^ Gregory Alegi, Aeronautica Militare: due trofei per C-27J in Inghilterra, in Dedalonews, 19 luglio 2011. URL consultato il 26 settembre 2011.
  5. ^ Super User, Completate le prove volo del C-27J con le winglets, su www.difesaonline.it. URL consultato il 31 luglio 2015.
  6. ^ AC-XX Gunship Lite: The C-27J “Stinger II”, su defenseindustrydaily.com, 2009. URL consultato il 25 febbraio 2011.
  7. ^ Un velivolo C27J per il controllo delle ceneri vulcaniche (PDF), aeronautica.difesa.it.
  8. ^ Glváč kupuje lietadlá Spartan tajne, môžu stáť do 80 miliónov eur, sme.sk.
  9. ^ MC-27J PRAETORIAN, aleniaaermacchi.it.
  10. ^ MC-27J PRAETORIAN - DESCRIZIONE, leonardocompany.com.
  11. ^ MC-27J Test Results, aleniaaermacchi.it.
  12. ^ Giordania: CN235 e 295 trasformati in cannoniere volanti, avioblog.it.
  13. ^ Basler BT-67 Turbo 67 (AC-47T), aviation-safety.net.
  14. ^ Italian Air Force To Launch Gunship C-27J, su m.aviationweek.com. URL consultato l'08 febbraio 2016.
  15. ^ Farnborough 2012: new details about the "weaponized" C-27J disclosed, theaviationist.com.
  16. ^ Afghanistan: il C27J JEDI rientra in Italia, aeronautica.difesa.it.
  17. ^ The C-27J Spartan for Canada - To the Rescue (PDF), aaada.ca.
  18. ^ Rescue Required: Canada's Search-And-Rescue Aircraft Program, defenseindustrydaily.com.
  19. ^ Primo C-27J RAAF arriva in Australia - DETTAGLIO - Alenia Aermacchi, su www.aleniaaermacchi.it. URL consultato il 31 luglio 2015.
  20. ^ a b Air Press 09/22.
  21. ^ Francesco Prisco, Dal Perù commessa da 600 milioni di dollari per Alenia Aermacchi: salgono a 12 gli aerei richiesti all'azienda italiana, in Il Sole24Ore, 8 maggio 2014. URL consultato l'8 maggio 2014.
  22. ^ http://www.sme.sk/c/7452590/glvac-kupuje-lietadla-spartan-tajne-mozu-stat-do-80-milionov-eur.html.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]