Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

de Havilland Canada DHC-4 Caribou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


de Havilland Canada DHC 4 Caribou
HARS De Havilland Canada DHC-4A Caribou at the 2015 Australian International Air Show.jpg
Descrizione
Tipo aereo da trasporto tattico
Equipaggio 2-3
Costruttore Canada de Havilland Canada
Data primo volo luglio 1958
Data entrata in servizio 1961
Utilizzatore principale Stati Uniti U.S. Army
Altri utilizzatori Australia RAAF
Esemplari 307
Dimensioni e pesi
Lunghezza 22,12 m (72.58 ft)
Apertura alare 29,13 m (95.58 ft)
Altezza 9,65 m (31.66 ft)
Superficie alare 84,72 (912 ft²)
Peso a vuoto 7 675 kg (16 920 lb)
Peso carico 12 927 kg (28 500 lb)
Capacità 3 628 kg (8 000 lb) di carico o
32 soldati o
24 paracadutisti o
14 barelle più personale medico
Propulsione
Motore 2 radiali Pratt & Whitney R-2000-7M2
Potenza 1 450 hp (1 081 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 348 km/h (216 mph)
Velocità di crociera 291 km/h (181 mph)
Velocità di salita 413 m/min (1 355 ft/min)
Corsa di decollo 280 m (910 ft)
Atterraggio 260 m (850 ft)
Autonomia 2 060 km (1,280 mi) (di trasferimento)
Raggio di azione 390 km (240 mi) (a pieno carico)
Tangenza 7 559 m (24 800 ft)
Note dati relativi alla versione DHC-4A

dati estratti da Macdonald Aircraft Handbook[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il de Havilland Canada DHC-4 Caribou era un aereo da trasporto tattico bimotore monoplano ad ala alta con caratteristiche STOL (Short Take Off and Landing) sviluppato dall'azienda aeronautica canadese de Havilland Canada negli anni cinquanta.

Entrato in servizio negli anni sessanta, trovò impiego oltre che in campo militare anche nel mercato dell'aviazione commerciale, utilizzato da numerosi paesi tra i quali: Stati Uniti, Canada, Australia, Kenia, Tanzania, Zambia, Camerun, Spagna, Thailandia, Malesia, India, Ecuador, Nuova Guinea e Colombia.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni cinquanta la United States Army emise una specifica per la fornitura di un velivolo capace di poter trasportare materiali e truppe sulla linea di fronte ed evacuare i feriti nel viaggio di ritorno. In risposta la de Havilland Canada in collaborazione con il Canada's Department of Defence Production presentò il progetto del DHC-4 Caribou.

Il Caribou venne sviluppato come aereo da trasporto tattico leggero con prestazioni STOL (Short Take Off and Landing, decollo ed atterraggio corto), in grado di atterrare e decollare su piste corte e semi preparate.

Venne portato in volo per la prima volta nel luglio del 1958 ed entrò in linea nel 1961. Dopo la realizzazione dei primi 23 esemplari la produzione passò alla versione migliorata designata DHC - 4A e continuò fino al 1973 per un totale di 307 esemplari.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Era caratterizzato da ala e coda alta con due motori stellari a pistoni, impennaggio orizzontale in posizione media sulla deriva, rampa ventrale per l'accesso alla stiva (8,76 × 2,21 × 1,90 m), ipersostentatori a doppia fessura su tutta l'apertura alare e pneumatici a bassa pressione.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Venne impiegato durante la guerra del Vietnam dove si distinse per la sua robustezza e la versatilità di impiego che andava dal trasporto tattico di truppe e materiali al lancio di paracadutisti ed allo sgancio del carico mediante il sistema LAPES (Low Altitude Parachute Extraction System), che permetteva di scaricare il carico pallettizzato mediante un sistema di estrazione a paracadute senza richiedere l'atterraggio del velivolo.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Un de Havilland C-7B Caribou USAF (s/n 63-9725) del 535th Tactical Airlift Squadron, 483d Tactical Airlift Wing, alla Cam Ranh Air Base, Vietnam del Sud, nell'ottobre 1971.
Un de Havilland C-7 Caribou dello United States Army.
Il Caribou in esposizione presso il Museo del Aire di Madrid.
Australia Australia
Brasile Brasile
Cambogia Cambogia
Canada Canada
ritirati con le Canadian Forces
Camerun Camerun
Colombia Colombia[senza fonte]
Costa Rica Costa Rica
operò con un esemplare.[2]
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Ghana Ghana
India India
Kenya Kenya
Kuwait Kuwait
operò con 2 esemplari dal 1963.[4]
Liberia Liberia[senza fonte]
operò con 2 esemplari ricondizionati nella Liberian Army's, Air Reconnaissance Unit nel 1989. Gli aerei rimasero distrutti durante la guerra civile.
Malesia Malesia
ritirati dal servizio operativo.[5]
Oman Oman
Spagna Spagna
Stati Uniti Stati Uniti
Svezia Svezia
utilizzò un DHC-4 Caribou designato Tp 55 tra il 1962 e il 1965 in prove di valutazione nella F7 Wing.[7]
Tanzania Tanzania
Vietnam Vietnam
operò con diversi esemplari catturati dalla sudvietnamita Khong Quan Viet Nam.
bandiera Vietnam del Sud
Zambia Zambia
operò con 4 esemplari.[8]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

DHC-4A Caribou della compagnia canadese Propair in sosta all'aeroporto di Rouyn-Noranda nell'1984.
Australia Australia
operò con un esemplare in Nuova Guinea.
Canada Canada
Ecuador Ecuador
Gabon Gabon
Indonesia Indonesia
Malta Malta
Papua Nuova Guinea Papua Nuova Guinea
Taiwan Taiwan
Stati Uniti Stati Uniti

Governativi[modifica | modifica wikitesto]

Thailandia Thailandia
operò con 3 DHC-4A dal 1966 al 2005.[9]
Uganda Uganda

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Andrade, Militair 1982, London, Aviation Press, 1982, ISBN 0-907898-01-7.
  • (EN) William Green, Macdonald Aircraft Handbook, London, Macdonald & Co. (Publishers) Ltd., 1964, ISBN non esistente.
  • (EN) Fred W. Hotson, The de Havilland Canada Story, Toronto, CANAV Books, 1983, ISBN 0-07-549483-3.
  • (EN) John W.R. Taylor (ed.), Jane's All The World's Aircraft 1971-72, London, Janes's Yearbooks, 1971, ISBN 978-0-7106-1262-5.

Riviste[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE1026470986