de Havilland Canada DHC-5 Buffalo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
de Havilland Canada DHC-5 Buffalo
DehavillandCC-115Buffalo12.JPG
Un DHC-5 del 442 Transport & Rescue Squadron CC-115 Buffalo RCAF presso l'aeroporto di Ottawa-Rockcliffe, 1º luglio 2004.
Descrizione
Tipoaereo da trasporto
Equipaggio3
Costruttorede Havilland Canada
Data primo volo22 settembre 1961
Data entrata in servizio1965
Esemplari122
Dimensioni e pesi
Lunghezza24,08 m (79 ft 0 in)
Apertura alare29,26 m (96 ft 0 in)
Altezza8,73 m (28 ft 9 in)
Superficie alare87,8 (945 ft²)
Peso a vuoto11 412 kg (25 159 lb)
Peso max al decollo22 317 kg (49 200 lb)
Propulsione
Motore2 turboeliche General Electric CT64-820-4
Potenza3 133 shp (2 336 kW) ciascuna
Prestazioni
Velocità max467 km/h (290 mph)
Autonomia1 110 km (690 mi)
Tangenza9 450 m (31 000 ft)
Notedati riferiti alla versione DHC-5
voci di aerei militari presenti su Wikipedia
Un DHC-5 canadese destinato a compiti di soccorso.

Il de Havilland Canada DHC-5 Buffalo è un bimotore da trasporto ad ala alta con caratteristiche STOL, prodotto dall'azienda canadese de Havilland Canada dagli anni sessanta.

Il Buffalo è lo sviluppo dotato di motori turboelica del precedente DHC-4 Caribou del quale, grazie alla maggior potenza disponibile, ne aumentò notevolmente le già buone prestazioni di capacità di carico riducendo ulteriormente le distanze necessarie per decollo ed atterraggio.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Un CC-115 Buffalo del 442 Transport & Rescue Squadron RCAF.
DHC-5 Buffalo
versione originariamente concepita come utility e trasporto tattico STOL proposta alla United States Army a cui diede la denominazione AC-2.
YAC-2
versione di valutazione per la U.S. Army, successivamente ridesignata CV-7A.
CV-7A
versione destinata alla U.S. Army, successivamente ridesignata C-8A.
DHC-5A
versione utility e trasporto tattico STOL destinata alla Força Aérea Brasileira, Canadian Forces e Fuerza Aérea del Perú. Denominazione canadese CC-115.
CC-115
versione ricerca e soccorso, trasporto ed utility STOL destinata alle Canadian Forces.
DHC-5B
versione proposta, motorizzata da due turboelica General-Electric CT64-P4C, restata a livello progettuale.
DHC-5C
versione proposta, motorizzata da due turboelica Rolls-Royce Dart RDa.12, restata a livello progettuale..
DHC-5D
versione aggiornata, motorizzata da due turboelica General Electric CT64-820-4 da 3 133 shp (2 336 kW) ciascuna.
DHC-5E Transporter
versione da trasporto civile.
NASA / DITC C-8A
un C-8A convertito in velivolo di ricerca sull'ala ad incremento di spinta tramite effetto Coandă.
XC8A ACLS
un C-8A convertito in velivolo di ricerca su un sistema di atterraggio a cuscino d'aria.
NASA / Boeing QSRA C-8A
un C-8A convertito in versione a corto raggio da ricerca per il volo a basso inquinamento acustico.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Un Buffalo in fase di atterraggio.
Un DHC-5 Buffalo della Force aérienne togolaise.
Brasile Brasile
Camerun Camerun
Canada Canada
Cile Cile
RD del Congo RD del Congo
Ecuador Ecuador
1 DHC-5D in servizio al febbraio 2019.[1]
Egitto Egitto
8 DHC-5A in servizio al giugno 2019.[2]
Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Indonesia Indonesia
Kenya Kenya
10 DHC-5D consegnati in due lotti tra il 1977 ed il 1987, ne restano operativi 5 più 3 in riserva all'ottobre 2017.[3]
Mauritania Mauritania
Messico Messico
Perù Perù
Sudan Sudan
1 DHC-5D in servizio al luglio 2019.[4]
Tanzania Tanzania
Togo Togo
CV-7 Buffalo, US Army
Stati Uniti Stati Uniti
Zaire Zaire
Zambia Zambia

Governativi[modifica | modifica wikitesto]

Oman Oman
  • Oman Police Air Wing
Stati Uniti Stati Uniti

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Etiopia Etiopia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "LE PARC AÉRIEN DE L’AVIACION DEL EJÉRCITO ECUATORIANO EN 2019 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 25 febbraio 2019, URL consultato il 25 febbraio 2019.
  2. ^ "L’INVENTAIRE DE L’AL-QŪWĀT AL-GAWWIYÄ AL-MIṢRIYA EN 2019 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 16 giugno 2019, URL consultato il 16 luglio 2019.
  3. ^ "La prova del fuoco: le Forze Armate del Kenya e la guerra somala" - "Rivista italiana difesa" N. 10 - 10/2017 pp. 58-65
  4. ^ "LES AÉRONEFS DE L’AL QUWWAT AL-JAWWIYA AS-SUDANIYA EN 2019 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 12 luglio 2019, URL consultato il 12 luglio 2019.
  5. ^ Andreas Rohde, Riding a Buffalo - with Arctic Sunwest Charters, in Airways, 15, Number 12, nº 156, febbraio 2009, pp. 30-35, ISSN 1074-4320 (WC · ACNP).
    «Only two of the 126 Buffalos built were for a commercial operator - Ethiopian Airlines.».

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]