Vibrante bilabiale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vibrante bilabiale
IPA - numero121
IPA - testoʙ
IPA - immagine
Xsampa-Bslash.png
UnicodeU+0299
Entityʙ
X-SAMPAB\
Kirshenbaumb<trl>
Ascolto

La vibrante bilabiale è una consonante, rappresentata con il simbolo [ʙ] nell'alfabeto fonetico internazionale (IPA).

Nella lingua italiana tale fono non è presente.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La consonante vibrante bilabiale presenta le seguenti caratteristiche:

Altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

La vibrante bilabiale non esiste come fonema in molte lingue: si può presentare talvolta in italiano quando si ha un brivido, trascritto graficamente come brrr. Nelle lingue in cui compare, spesso si trova solo come occlusiva bilabiale nasalizzata seguita da un breve rilascio ([mbʙ]): per esempio si trova nella parola kele [mbʙuen]; un'eccezione a questo fenomeno si presenta nella lingua nias e nelle vocali fricative della lingua yi.

Alcune lingue, invece, hanno sia la vibrante bilabiale sonora sia una variante sorda, come la lingua mangbetu parlata in Zaire e quella mewun parlata in Vanuatu.

La lingua amzugo ha una vibrante bilabiale, ma la usa solo raramente, così come la lingua baka. In pirahã, essa è un allofono dell'occlusiva bilabiale sonora /b/.

Infine, alcune parlate del Caucaso, come l'abcaso e l'ubykh, presentano delle consonanti affricate [tʙ tʙ’ dʙ], che sono rispettivamente allofoni di /tʷ tʷ’ dʷ/.

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica