Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Occlusiva velare sorda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Occlusiva velare sorda
IPA - numero109
IPA - testok
IPA - immagine
Xsampa-k.png
UnicodeU+006B
Entityk
SAMPAk
X-SAMPAk
Kirshenbaumk
Ascolto

L'occlusiva velare sorda è una consonante, rappresentata con il simbolo [k] nell'alfabeto fonetico internazionale (IPA).

Nella lingua italiana tale fono è rappresentato dalla lettera C seguita dalle vocali A, O o U o dal digramma CH.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La consonante occlusiva velare sorda presenta le seguenti caratteristiche:

Nella fonologia generativa tale fonema è formato dalla sequenza dei tratti: +consonante, -nasale, +compatto, +grave, -sonoro.

In italiano[modifica | modifica wikitesto]

In italiano il suono, come detto, è rappresentato nella grafia con c davanti a vocale centrale o posteriore, cioè [a], [o], [ɔ] e [u]. Se la consonante si trova davanti a una vocale anteriore come [i], [e] o [ɛ] (e rafforzata da h), sarà realizzata come il suo allofono palatale [c]. Un esempio di tale fono si trova nella parola "caro" [ˈkaːro].

Altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Francese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua francese tale fono è reso con la grafia c (valgono le stesse regole che per l'italiano, ossia solo davanti a vocale centrale o posteriore):

Spagnolo[modifica | modifica wikitesto]

In lingua spagnola tale fono è reso con la grafia qu, se seguita da e, i, o c:

Portoghese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua portoghese tale fono è reso con la grafia c:

Inglese[modifica | modifica wikitesto]

In lingua inglese tale fono è reso con la grafia c, ck o k:

Il fonema /k/ all'inizio di una sillaba si pronuncia con aspirazione:

Tedesco[modifica | modifica wikitesto]

In lingua tedesca tale fono è reso con la grafia k:

Ceco[modifica | modifica wikitesto]

In lingua ceca tale fono è reso con la grafia k:

Polacco[modifica | modifica wikitesto]

In lingua polacca tale fono è reso con la grafia k:

È inoltre palatalizzato se seguito da i:

Greco[modifica | modifica wikitesto]

In lingua greca tale fono è reso con la grafia κ nell'alfabeto greco:

  • εκ (traslitterato ek) "da" [ɛk]
  • κάκτος (traslitterato káktos) "cactus" [ˈkɐktos]

Russo[modifica | modifica wikitesto]

In lingua russa tale fono è reso con la grafia к nell'alfabeto cirillico:

Bulgaro[modifica | modifica wikitesto]

In lingua bulgara tale fono è reso con la grafia к nell'alfabeto cirillico:

Georgiano[modifica | modifica wikitesto]

In lingua georgiana tale fono è reso con la grafia nell'alfabeto georgiano:

Arabo[modifica | modifica wikitesto]

In lingua araba tale fono è espresso tramite la lettera .

Note[modifica | modifica wikitesto]


Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica