Allofono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

In fonologia, un allofono o variante combinatoria di un fonema è una realizzazione fonetica che in una determinata lingua non ha carattere distintivo, ma si trova a essere in distribuzione complementare con gli altri allofoni dello stesso fonema.

In italiano un esempio lampante è rappresentato dal fonema /n/, che possiede ben cinque allofoni. Se si considerano, per esempio, le parole naso, Gianpaolo, mangiare, conca e anfibio, in ognuna di esse il fonema /n/ è realizzato in realtà utilizzando foni diversi, rispettivamente [n] (nasale dentale), [m] (nasale bilabiale, esistente anche come fonema e scritto "m"), [ɲ] (nasale palatale, esistente anche come fonema, nel qual caso è scritto "gn"), [ŋ] (nasale velare), [ɱ] (nasale labiodentale). Di questi foni, solo due ([m] e [ɲ]) sono anche, in altri contesti, fonemi: gli altri risultano esclusivamente dal cambiamento del punto di articolazione del fonema, influenzato dai fonemi adiacenti.

Per continuare con gli esempi, in panca e valanga il fono nasale velare [ŋ] è foneticamente differente dalla /n/ di pane ([n], alveolare: /ˈpane/ [ˈpaːne]) e, anche se si pronunciasse [ˈpãɑ̃ŋɘ], non distinguerebbe una nuova parola per i parlanti italiani. In /ˈpanka/ [ˈpaŋka] e /vaˈlanga/ [valaŋga] il carattere velare di /n/ è determinato dalla consonante velare che segue ([k] o [ɡ]); si parla dunque di "allofono contestuale" (o di "variante combinatoria" o "tassofono") del fonema /n/.

Non tutti gli allofoni sono determinati dal contesto linguistico in cui si vengono a trovare, ma da altri tipi di contesti. La [ŋ] velare di [ˈpãɑ̃ŋɘ] è un tipico tratto regionale settentrionale; la «r moscia» (/r/ uvulare [ʀ, ʁ]) è dovuta a difetti di pronuncia, a particolari abitudini dei singoli parlanti o alla loro provenienza regionale (in Italia è frequente in Valle d'Aosta, in Alto Adige, a Parma, e nel piccolo comune di Paularo in Carnia; la cosiddetta «lisca» è un difetto di pronuncia che fa realizzare la consonante costrittiva alveolare solcata non-sonora /s/ come [ɬ] (fono costrittivo laterale alveolare non-sonoro) e la costrittiva alveolare solcata sonora /z/ come [ɮ] (fono costrittivo laterale alveolare sonoro); è curioso notare come /ɬ/ sia invece un fonema in gallese (grafia "ll, come nel cognome Lloyd). In tutti questi casi non si è in presenza di allofoni contestuali in senso linguistico, ma di "variofoni" che possono essere dovuti a "difetti" di pronunzia, o ad un idioletto, ovvero a una particolare produzione linguistica individuale, a caratteristiche fonostilistiche reputate prestigiose (i "sociofoni"), o ad una forte pronuncia regionale (i "geofoni").

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Luciano Canepari. Il MªPI — Manuale di pronuncia italiana. Bologna, Zanichelli. 1992, 19992. Pagg. 584. ISBN 88-08-30080-3
  • Luciano Canepari. Manuale di fonetica. München, Lincom Europa. 2003, 20052. Pagg. 482. ISBN 3-89586-456-0
  • Bertil Malmberg. Manuel de phonétique générale. Paris, Picard. 1974. Trad. it. Manuale di fonetica generale. Bologna, Il Mulino. 1977, 19942. ISBN 978-88-15-04550-8

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica