Sasà Salvaggio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sasà Salvaggio

Sasà Salvaggio, pseudonimo di Rosario Salvaggio (Milano, 17 agosto 1968), è un comico, attore teatrale, conduttore televisivo, autore televisivo, speaker ed imitatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Milano da Gaetano Salvaggio e Giovanna Macaluso, all'età di 6 anni va a vivere a Palermo, terra d'origine dei suoi genitori.

Inizia la carriera nel mondo dello spettacolo nel 1992, quando debutta in una trasmissione comica di sua creazione intitolata Non è la Rai, non è Canale 5, ma allora che schifiu è dove ridoppiava in dialetto palermitano i personaggi nelle alcune scene dei film a cartoni animati Disney come Ariel (per gli amici Mariella), il principe Eric (Franco), Re Tritone (Nettuno, padre di Mariella), Sebastian il granchio giamaicano (il maresciallo) e Scuttle il gabbiano (un amico di Mariella) de La sirenetta (1989), inclusi Belle, il principe Adam nei panni della Bestia, Maurice, Gaston (Filippo di Cognamore) e Le Tont de La bella e la bestia (1991) senza scordare Aladdin nei panni del principe Ali Ababua (figlio dello zio Gino), il Genio della lampada, la principessa Jasmine (Rosalia), il Sultano di Agrabah (padre di Rosalia), Rajah la tigre e il Trovatore (il mercante Abduh) di Aladdin (1992) e non-Disney con quelli in live action come i personaggi delle alcune scene di Ben-Hur e altri film o serie televisive, di un film in bianco e nero a cartoni animati della fortunata saga di Asterix e i vari personaggi de Gli antenati.

Due anni dopo è l'ideatore della trasmissione Sgrilla la Notizia, parodia del più ben noto telegiornale satirico Striscia la notizia. Proprio l'ideatore della trasmissione di Canale 5, Antonio Ricci, si accorge di lui e lo arruola per il suo programma, inviandolo soprattutto nella sua città d'adozione, Palermo. Dopo aver curato per anni la redazione siciliana del programma, nel periodo di aprile, maggio e giugno del 2004 conduce in studio insieme a Luca Laurenti, situazione che si ripeterà negli anni seguenti.

Sasà Salvaggio Show

Come attore di teatro ha debuttato nel 1993 al Teatro Lelio di Palermo, facendo registrare il tutto esaurito per tre mesi. Nel 1996 recita nello spettacolo Sembra serio ma fa ridere. Nel 1999 è in scena con Dialetti e pubblicità. Nel 2002, il suo spettacolo Siciliani brava gente viene registrato e pubblicato in DVD; nel 2004, al Teatro Politeama di Palermo, è in scena Siciliani brava gente 2. Tra il 2007 e il 2008 ha recitato in Sasào Meravigliao, parodia della canzone Cacao Meravigliao della trasmissione televisiva di Rai 2 Indietro tutta! (1987-1988), con la conduzione di Renzo Arbore e Nino Frassica e I Love Sicilia.

Nel 2002 presenta il Carnevale di Sciacca, nell'occasione, l'organizzazione gli dedica un carro. Nel 2008 ha partecipato al videoclip dei Combomastas intitolato U tagghiamu stu palluni (in italiano Lo tagliamo questo pallone), relativo al brano di un gruppo emergente che denuncia i disagi della quotidiana vita palermitana.[1] Tale video ha ricevuto il premio dall'Università IULM di Milano come miglior videoclip dell'anno per la comunicazione sociale.

Dal 2009 è testimonial del vino Sasàmore, il cui scopo è quello di rilanciare il territorio della Valle del Belice. Nel 2009 vince un Oscar al Sicilian Film Festival di Miami, con il DVD sottotitolato in inglese Racconti di Sicilia come miglior documentario sulla storia e l'ironia dei siciliani. Nel 2010 è testimonial delle promozioni di Chateau d'Ax, in onda all'interno della trasmissione Zelig su Canale 5. Nel 2011 è ospite su Rai Due dell'"Isola dei famosi" come opinionista; inoltre si esibisce al Saturday Night Live su Italia 1 ed è testimonial dell'Associazione Giusta Causa che assiste e tutela le vittime di episodi di malasanità nel territorio Italiano.

Nel 2012 è ospite di Quinta colonna nonché testimonial della Partita del cuore (trasmessa da Rai Uno in occasione del ventennale delle stragi di Falcone e Borsellino) e di Amg Gas luce, società del gruppo Edison. Sempre nello stesso anno partecipa a qualche puntata di Cielo che Gol su Sky e alla produzione del DVD “Racconti di Sicilia” distribuito in tutto il mondo; inoltre debutta con lo spettacolo teatrale Miracolo a Broadway, un musical comico di cui è protagonista.

Tele Sasà

Nel 2013 debutta con il tour teatrale Risate all'italiana in scena nelle città di Torino, Bologna, Milano (Zelig) e Roma. Il tour si conclude al teatro Al Massimo di Palermo con lo spettacolo I miei primi 20 anni registrando il tutto esaurito per ben 8 repliche. Per la tv va in onda sui migliori network televisivi regionali con la trasmissione Sasà Salvaggio Show, con il meglio dei video registrati durante la tournée internazionale che ha toccato Miami, Montreal, New York, Los Angeles e Barcellona.

Nel 2014: Testimonial presentatore della manifestazione Insieme per non dimenticare (Anniversario Stragi Falcone e Borsellino) e della Manifestazione Una vita da social, per la Polizia di Stato. Commenta il Mondiale del Brasile in collaborazione con la SNAI in compagnia di campioni come Schillaci, Altafini, Cabrini, Tacconi. A novembre in onda sui canali regionali siciliani TRM e MED1 con la trasmissione satirica dal titolo Tele Sasà.

A dicembre ritorna sul palco del teatro Al Massimo di Palermo con il nuovo spettacolo: I miei primi 20 anni 2

In tutti questi anni ha sempre portato con sé, il chitarrista-cantante Jimmy Coraro, eclettico e camaleontico musicista sempre pronto ad ogni situazione e gag di Sasà, a cui si è unito il virtuoso fisarmonicista Peppe Corsale.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con Stefania, dalla quale ha avuto due figli gemelli, Andrea e Matteo.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Opere letterarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Cenè X Tutti, 2000
  • Siciliani brava gente!, 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]