Saluto vulcaniano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Saluto vulcaniano

Il saluto vulcaniano è un saluto proprio della specie aliena dei Vulcaniani dell'universo fantascientifico di Star Trek. Consiste nel sollevare la mano aperta con il palmo in avanti e le dita distese a formare una V, lasciando uno spazio tra il medio e l'anulare. Tipicamente il gesto è accompagnato dalla celebre frase: "Lunga vita e prosperità".

Il gesto col tempo è diventato molto popolare, divenendo celebre anche tra chi non è un fan del franchise.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il saluto è stato ideato dall'attore Leonard Nimoy, che nella serie ha interpretato il personaggio del signor Spock. Il gesto è stato introdotto nel 1967 nel primo episodio della seconda stagione di Star Trek, Il duello.[1] In un'intervista al New York Times del 1968, descrisse il gesto come una "versione a due dita del segno di vittoria di Churchill".[2]

In un'intervista del 2013 al National Yiddish Book Center ne spiegò l'origine. Nimoy disse che vide tale gesto quando era bambino. Era con la famiglia in una sinagoga di Boston: durante una funzione religiosa, cinque o sei persone avevano iniziato a intonare la Shekhinah. Il padre gli intimò di non guardare, ma non obbedì: quelle persone avevano le braccia protese verso il pubblico e le facevano quello che sarebbe diventato il saluto vulcaniano.[senza fonte]

Il gesto è divenuto così popolare da essere incluso il 16 giugno 2014 nella versione 7 dello standard Unicode come U+1F596 🖖 .[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L’origine del saluto vulcaniano, spiegata da Leonard Nimoy, in Il Post, 28 febbraio 2015.
  2. ^ (EN) Digby Diehl, Girls All Want To Touch The Ears [collegamento interrotto], in The New York Times, The New York Times Company, 25 agosto 1968, p. 173. URL consultato il 25 febbraio 2015.
  3. ^ (EN) Andrew West, What's new in Unicode 7.0?, su Bablestone, Blogspot, 20 ottobre 2013. URL consultato il 17 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  4. ^ (EN) Unicode 7.0 introduces 2,834 new characters, including 250 emoji, su Ars Technica, giugno 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]