Dare il cinque

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un ragazzo e una ragazza che stanno per darsi il cinque
I giocatori di due squadre di football americano si salutano dandosi il cinque dopo la fine della partita

Dare il cinque è un gesto compiuto da due persone, ognuna delle quali alza la propria mano contemporaneamente e colpisce il palmo della mano dell'altra persona producendo un rumore secco. Cinque è riferito alle dita della mano.

Tale gesto viene solitamente usato per comunicare soddisfazione o per congratularsi con altre persone.

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un tipo di gestualità tipicamente statunitense, della cui origine in patria sono state formulate diverse teorie.

Il gesto è attribuito principalmente al giocatore di baseball gay Glenn Burke dei Los Angeles Dodgers, il 2 ottobre del 1977[1], durante una partita contro gli Houston Astros, ebbe l'idea quando il compagno di squadra Dustin Baker, dopo aver fatto un fuoricampo ed aver girato le basi, per poi avviarsi in panchina, lo incrociò. Glenn Burke alzò il braccio destro, con il palmo della mano rivolto verso di lui e gli diede il cinque.[2] Dustin Baker raccontò in merito:

«Non avevo idea di cosa fare così gli ho schiaffeggiato la mano.»

Da quel momento i Los Angeles Dodgers lo adottarono come segno distintivo per complimentarsi tra loro in quel modo. L'anno successivo il club mise nella copertina del suo almanacco attribuendogli il nome di high five.[2] In seguito i Dodgers cominciarono a promuoversi gadget con la scritta High Five sotto un logo di due mani aperte che si univano.[3] In un poster promozionale scrissero[3]:

«Il saluto "High Five" è diventato il saluto standard dei Dodgers per la stagione 1980. Viene scambiato regolarmente tra i giocatori dopo un fuoricampo, una buona azione difensiva o una vittoria dei Dodgers»

In Italia, cominciò a diffondersi negli anni ottanta, forse attraverso le trasmissioni delle partite di pallacanestro NBA che ebbero una certa popolarità tra i più giovani. A diffondere ulteriormente l'espressione "dammi il cinque" fu Jovanotti, con uno dei suoi primi successi, "Gimme five".

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Esistono diverse varianti del gesto standard. Una delle varianti più famose è chiamata "windmill": inizia come il gesto normale ma una volta che le mani si sono incontrate in cima, le due persone continuano a far girare le braccia in modo che le mani si incontrino di nuovo in un "cinque basso".

Questo metodo viene più volte usato nel film Top Gun.

Talvolta vengono dati nomi particolari al gesto per aumentarne l'unicità. Nella serie tv Scrubs Todd dà continuamente dei nomi diversi a questo gesto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mag: The history and mystery of the high five, in ESPN.com. URL consultato il 1º dicembre 2018.
  2. ^ a b Mario Salvini, Baseball, Glenn Burke inventò "l'high five", ma fu rinnegato perché gay, in La Gazzetta dello Sport, 30 novembre 2018. URL consultato il 1º dicembre 2018.
  3. ^ a b L'inventore dell'high five, in Il Post, 29 luglio 2014. URL consultato il 1º dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]