Natasha Lyonne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

[[File:Natasha Lyonne 2 2013 (cropped).jpg|thumb|Natasha Lyonne nel 2014]] Natasha Lyonne, all'anagrafe Natasha Bianca Lyonne Braunstein[1] (New York, 4 aprile 1979), è un'attrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Natasha Lyonne nasce a New York il 4 aprile del 1979, secondogenita dei due figli di Aaron Braunstein, un promotore d'incontri di pugilato, pilota automobilistico e personaggio radiofonico statunitense di origine ebraica[2], imparentato alla lontana con il fumettista Al Jaffee[1], e di Ivette Buchinger, una casalinga statunitense nata a Parigi, in Francia, da genitori ungheresi di origine ebraica, sopravvissuti entrambi alla Shoah[3][4].

Cresce a Great Neck, sull'isola di Long Island (nello stato di New York)[3][5], fino all'età di 8 anni, quando assieme alla propria famiglia fa aliyah in Israele, dove vi resterà per più di un anno e mezzo[6], sino al divorzio dei genitori. A seguito di ciò, Natasha e suo fratello maggiore Adam fanno ritorno negli Stati Uniti con la madre[3], stabilendosi a New York, nell'Upper East Side di Manhattan, dove però fa molta fatica ad integrarsi[1]. Nella Grande Mela, frequenta la Rabbi Joseph H. Lookstein Upper School of Ramaz, una scuola privata ebraica, dalla quale sarà poi espulsa per aver spacciato marijuana all'interno dell'istituto. Si trasferirà quindi a Miami, in Florida, dove ultima gli studi presso la locale Miami Country Day School[7][8].

Resasi indipendente dalla famiglia già dall'età di 16 anni[9], s'iscrive, seppur per un breve periodo di tempo, presso la New York University, dove studia cinema e filosofia[5].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha recitato in film come American Pie (1999) e American Pie 2 (2001) nel ruolo di Jessica, la migliore amica di Vicky. Uno dei suoi primi film da protagonista è L'altra faccia di Beverly Hills del 1998. Ha interpretato il ruolo di una teenager lesbica nella commedia Gonne al bivio insieme a Clea Duvall e anche in Kate & Leopold al fianco di Meg Ryan e Hugh Jackman. Ha anche partecipato a una puntata della terza stagione di Will & Grace.

Ha inoltre recitato nella commedia romantica/musical diretta da Woody Allen Tutti dicono I Love You nel ruolo Djuna, un'adolescente che racconta le strane storie amorose della sua famiglia allargata, poi ha ancora recitato in un film per TV di Jane Anderson intitolato Women (2000) dove interpreta Jeanne. Nel 2012, ha ripreso il suo ruolo di Jessica nel quarto episodio della saga originale di American Pie, chiamato American Pie: Ancora insieme nel quale si rivelerà lesbica. Il film è stato distribuito in America il 6 aprile 2012, mentre in Italia è uscito nelle sale il 4 maggio 2012.

Ultimamente ha preso parte alla serie TV Orange Is the New Black nel ruolo di Nicky Nichols grazie al quale ha guadagnato una nomination ai Primetime Emmy Awards 2014.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Marc Maron, Episode 432 - Natasha Lyonne, su WTF Podcast, 14 ottobre 2013. URL consultato il 1º marzo 2014.
  2. ^ Ross Barkan, Offbeat Boxing Promoter Tries to Roil West Side Council Race, su Politicker, 29 agosto 2013. URL consultato il 1º marzo 2014.
  3. ^ a b c Nancy Hass, Shopping with: Natasha Lyonne; Rough, Tough, But on a Road To Ladylike, in New York Times, 9 luglio 2000. URL consultato il 19 maggio 2010.
  4. ^ Beth Landman e Ian Spiegelman, A Dark Grey Zone for Natasha Lyonne, su New York (Intelligencer), 27 novembre 2000. URL consultato il 16 luglio 2006.
  5. ^ a b Talking with...Natasha Lyonne, su Pamela's Film and Entertainment Site. URL consultato il 1º marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2009).
  6. ^ Slum Pickings, su People, 7 settembre 1998. URL consultato il 1º marzo 2014.
  7. ^ Cindy Pearlman, Natasha Lyonne, in Chicago Sun-Times, 2 luglio 2000, p. 3.
  8. ^ Rod Dreher, Her Heart Is In New York, in Sun-Sentinel (Fort Lauderdale), 12 gennaio 1997, p. 2D. URL consultato il 4 novembre 2013.
  9. ^ Errore nell'uso delle note: Marcatore <ref> non valido; non è stato indicato alcun testo per il marcatore NYT-Revenge-2008

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN17433565 · LCCN: (ENno00032463 · ISNI: (EN0000 0000 8360 7609 · GND: (DE14199732X · BNF: (FRcb14201304h (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie