La mummia - La tomba dell'Imperatore Dragone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Odio le mummie... non sono mai leali! »
(Jonathan Carnahan)
La mummia - La tomba dell'Imperatore Dragone
La mummia - La tomba dell'Imperatore Dragone - Trailer.png
L'imperatore Qin Shi Huang
Titolo originale The Mummy: Tomb of the Dragon Emperor
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Cina, Germania
Anno 2008
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, avventura, commedia
Regia Rob Cohen
Sceneggiatura Miles Millar, Alfred Gough
Produttore Bob Ducsay e James Jacks
Produttore esecutivo Chris Brigham
Distribuzione (Italia) Universal Studios
Fotografia Simon Duggan
Montaggio Kelly Matsumoto, Joel Negron
Musiche Randy Edelman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La mummia - La tomba dell'Imperatore Dragone (The Mummy: Tomb of the Dragon Emperor) è un film del 2008 diretto da Rob Cohen, e interpretato da Brendan Fraser e Jet Li.

La pellicola costituisce il terzo capitolo della saga iniziata nel 1999 con La mummia e proseguita nel 2001 con La mummia - Il ritorno.

Il film è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 1º agosto 2008, e il 26 settembre dello stesso anno in Italia.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Cina, III secolo a.C. L'imperatore Qin Shi Huang ha esteso il suo impero grazie a 10.000 guerrieri a lui fedeli. Per ottenere il controllo anche di tutto il territorio conosciuto, si affida alla magia di una strega, Zi Juan, che gli dona il potere dei cinque elementi e il dono dell'immortalità. La fiducia della strega viene, però, tradita dall'Imperatore che le uccide l'amante, il Generale Ming. Furiosa con l'imperatore condanna lui a scontare un'eternità di dannazione assieme ai suoi 10.000 guerrieri, trasformati in terracotta.

Nel 1946, Rick ed Evelyn O'Connell si sono ritirati nell'Oxfordshire dopo la loro attività di spie durante la seconda guerra mondiale. Rick si dedica a varie attività, ma è molto nostalgico delle vecchie avventure. Evelyn si è dedicata alla scrittura di due romanzi: La Mummia e La Mummia - Il ritorno, racconti biografici delle loro passate avventure in Egitto. Si sentono molto annoiati, e così decidono di accettare un'ultima missione: scortare un prezioso manufatto fino al museo di Shangai, dal quale era stato rubato l'Occhio di Shangrila.

Nel frattempo Alex O'Connell, figlio di Rick e Evelyn, insieme al paleontologo Wilson e ad un gruppetto di archeologi cinesi, entra all'interno di alcune rovine dove è sepolta la tomba dell'imperatore Qin. Qui, gli archeologi vengono decimati a causa delle trappole mortali cosicché solo Wilson e Alex ritrovano la tomba dell'imperatore, sepolta per millenni. Durante la ricerca Alex viene aggredito da una bella assassina che neutralizza temporaneamente Wilson e cerca di ucciderlo per tenere nascosta la scoperta a tutti, ma Alex si salva. La tomba viene trasportata a Shangai, dove nel frattempo un militare fanatico, il generale Yang, intende svegliare l'imperatore e aiutarlo a riconquistare la Cina con la sua armata di terracotta.

Rick ed Evelyn giungono a Shangai ed entrano nel bar di cui è proprietario Jonathan, il fratello di Evelyn. Scoprono che il loro figlio non è cambiato di una virgola, cercando sempre di conquistare belle fanciulle. Questa azione scatena una rissa al bar, ma Alex si salva grazie all'influenza del padre. I due genitori apprendono della grande scoperta di Alex: la tomba dell'Imperatore. Wilson si unisce al generale Yang e, dopo aver decifrato la scritta sulla tomba, risvegliano l'imperatore attraverso l'Occhio di Shangrila. Qin Shi Huang scatena la propria furia in città, inseguito dagli O'Connel. La famiglia fallisce, in quanto non appena l'Imperatore Dragone risorge, acquisisce poteri sovrannaturali e si appresta ad attraversare l'estremo oriente per risvegliare il suo esercito dannato, allo scopo di dominare il mondo. Il giovane Alex dovrà così chiedere aiuto ai suoi genitori, i quali possiedono l'Occhio di Shangrila, che è ciò che occorre per risvegliare il terribile monarca, e Lin, la quale si scopre essere la figlia Zi Juan. Rick e Alex organizzano un piano per distruggere l'Imperatore, sulle montagne della Cina. Durante lo scontro Lin richiama alcuni Yeti che attaccano e uccidono i soldati del Generale Yang, ma nello scontro Rick viene gravemente ferito. A far precipitare la situazione ci pensa una slavina, che spazza via tutto e tutti, tranne Yang, l'imperatore e i protagonisti. Portato in salvo, Rick viene guarito da Zi Juan, ma l'Imperatore li segue e ritorna al suo aspetto originario. L'ultima speranza è riposta negli O'Connell, i quali risvegliano i nemici dell'Imperatore, con cui riescono a sconfiggere l'esercito di terracotta, appena tornato in vita. Intanto Evelyn e Lin combattono contro Yang e nello scontro hanno alla meglio le prime due che triturano Yang negli ingranaggi della grande muraglia. Ai piedi di quest'ultima, Qin combatte con Rick e Alex che uccidono l'imperatore grazie ad un pugnale maledetto da Zi Juan, la quale viene uccisa dall'Imperatore. La battaglia finisce: i nemici dell'Imperatore possono riposare in pace, Alex e Lin si innamorano, e gli O'Connell vincono la loro ennesima avventura. Ma nessuno sospetta di Jonathan che sta per recarsi in Perù con l'Occhio di Shangrila, proprio quando vengono rinvenute delle mummie antiche...

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 2006, l'attore Oded Fehr ha dichiarato che il film era in fase di sviluppo, con la sola sceneggiatura già pronta, e con gli attori Brendan Fraser, Rachel Weisz già confermati.[1]

Regia[modifica | modifica sorgente]

L'11 novembre 2001, il regista de La mummia Stephen Sommers, espresse il suo interesse circa la direzione di una terza pellicola per concludere la serie.[2]

Il settembre seguente, gli Universal Studios hanno offerto a Joe Johnston la regia, fissando come data d'inizio lavorazione l'inverno 2007.[3]

Il gennaio 2007, è stato assunto Rob Cohen come regista e Stephen Sommers come co-produttore, altresì non sono stati chiariti i motivi dell'abbandono di Joe Johnston.[4]

Sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre 2005, gli sceneggiatori Alfred Gough e Miles Millar hanno steso una prima bozza,[5] a differenza dei precedenti capitoli, la trama si è incentrata sulle vicende della resurrezione del primo re di Cina Qin Shi Huang e del suo esercito di mummie.

Qin Shi Huang è il primo sovrano storico a fregiarsi di tale titolo, dopo aver riunificato nel 221 a.C. tutti i regni allora divisi sotto il suo dominio. All'inizio del film governa il suo mastodontico impero, fno a quando viene condannato da una strega a scontare un'eternità di dannazione assieme ai suoi 10.000 guerrieri, trasformati in terracotta.

Il film è ambientato circa 10 anni dopo il secondo capitolo, in un'ambientazione risalente al Novecento dopo la II guerra mondiale, in cui Rick ed Evelyn sono una coppia di spie che si sono ritirati nell'Oxfordshire.

Cast[modifica | modifica sorgente]

A maggio 2004, il cast artistico dei precedenti due film ha espresso la volontà di partecipare al nuovo film, col solo dubbio del ritorno alla regia di Sommers.[6]

Nel marzo 2006, l'attore Oded Fehr dichiarò che Brendan Fraser e Rachel Weisz sarebbero tornati nei panni di Rick ed Evelyn O'Connell.

Il casting si è aperto a febbraio 2007, con Luke Ford in lizza per recitare nella parte di Alex O'Connell, e con John Hannah in contrattazione per ritornare nel ruolo del fratello di Evelyn.[7] A fine mese, sono iniziate le trattative anche con Jet Li e Michelle Yeoh,[8] i due sono stati confermati però, solo a metà maggio.[9]

L'aprile dello stesso anno, Brendan Fraser è stato confermato nuovamente nel ruolo di Rick O'Connell, mentre l'attrice Rachel Weisz ha affermato di non partecipare all'ultimo film.[10] Lo stesso mese è stato ingaggiato Luke Ford nel ruolo di Alex;[11] mentre a maggio l'attrice Maria Bello ha sostituito la Weisz nella parte di Evelyn.[12]

Titolo[modifica | modifica sorgente]

Sumner Redstone, manager di 20th Century Fox annunciò il titolo e terzo film, The Mummy: Curse of the Dragon (La Mummia: la Maledizione del Drago). In seguito il titolo è stato cambiato in quello attuale.

Riprese[modifica | modifica sorgente]

Le riprese del film sono iniziate il 27 luglio a Montreal per terminare in Cina.

« L’idea che i guerrieri di terracotta di Xi'an fossero in realtà delle mummie, mi è sembrata veramente fantastica. Si trattava quindi di esplorare la vera storia cinese di due periodi, il 200 a.C. e il 1946, ovviamente in maniera originale e divertendosi un sacco. Era un'opportunità per utilizzare tutta la buona volontà de La mummia e gli splendidi personaggi creati da Steve Sommers. Ci sono tutti i grandi elementi fondamentali, ma desideravo portare il film in una nuova direzione, lontano dall'Egitto, in Asia. È un’avventura tutta nuova per i nostri eroi; spettacolare, emozionante e totalmente asiatica. »
(Rob Cohen)

In una intervista il regista ha parlato sulla difficile realizzazione degli effetti visivi, proceduta senza sosta poco prima dell'uscita americana nel film[13].

Molte sequenze sono state girate in stile ottocento, visto che il film è ambientato in quei tempi. Per quanto riguarda Shangri-La il regista l'ha definita un'ambientazione molto complessa da visualizzare, con 100 inquadrature molto difficili[13].

Effetti speciali[modifica | modifica sorgente]

La casa di produzione ha affidato gli effetti speciali alla Digital Domain e alla Rhythm & Hues per le sequenze in 3D. La popolazione di Yeti che appaiono in aiuto della famiglia O'Connell sono stati interamente creati in 3D dalla Rhythm & Hues[13].

Alla Digital Domain, invece, è stato dato il compito di ricreare al computer Jet Li in terracotta e la colossale battaglia finale dove il battaglione di non-morti guidato da Michelle Yeoh si batte con l'armata di terracotta. Gli ultimi 25 minuti di film contengono la metà delle scene con effetti visivi: 400 inquadrature[13]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il budget colossale del film è stato di 145 milioni di dollari.

Alla sua uscita negli USA è arrivato al primo posto incassando 16,5 milioni, battendo di poco Il cavaliere oscuro (12 milioni di dollari). Durante i primi tre giorni di programmazione è stato battuto dal Cavaliere Oscuro scendendo al secondo posto, arrivando a 42.4 milioni di dollari stimati, inferiori solo di un milione all'incasso della prima Mummia nel 1999. Al secondo weekend è sceso alla terza posizione incassando la cifra di 16 milioni e arrivando a un totale di 70 milioni. A fine agosto il film ha raggiunto la cifra 93 milioni totali e 316 in tutto il mondo.

All'estero ha incassato 60 milioni nei 28 mercati in cui è uscito.

Il film ha incassato in America 102 milioni di dollari, nel resto del mondo 281 milioni, con una media per sala superiore agli 11,000 dollari e in Italia circa 5.399.000 euro. Complessivamente il film ha ottenuto un ottimo incasso di circa 403 milioni di dollari, non riuscendo però a superare quello dei precedenti capitoli (415 e 433 milioni di dollari).

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Alla fine del film, in cui Jonathan possiede l'occhio di Shangri La, appare la scritta «Soon after, mummies were found in Perù», cioè «Poco tempo dopo, delle mummie furono trovate in Perù», aprendo gli scenari per un possibile nuovo capitolo della serie.
  • Negli ultimi secondi in cui scorrono i titoli di coda del film è udibile un pezzo del principale tema musicale di La mummia - Il ritorno composto da Alan Silvestri.
  • All'inizio del film si vede la divisa egiziana di Rick, indossata da lui all'inizio de La mummia.
  • Il bar di cui è proprietario Jonathan si chiama Imhotep, ovvero il nome della mummia dei primi due capitoli.
  • L'attrice Rachel Weisz ha scelto di non partecipare al film dopo averne letto il copione.
  • Inizialmente alla regia era stato proposto Stephen Sommers, il regista dei precedenti due film e in seguito Joe Johnston.
  • Il regista Stephen Sommers ha partecipato al film come co-produttore.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Clint Morris, Fehr parla de "La mummia 3", Moviehole, 16-03-2006. URL consultato il 29-12-2006.
  2. ^ Steve Head, Brian Linder, Il nuovo "Re Scorpione", IGN, 15-11-2001. URL consultato il 21-03-2008.
  3. ^ Fraser in La mummia 3, IGN, 07-09-2006. URL consultato il 21-03-2008.
  4. ^ Gabriel Snyder, Cohen in trattativa per la "Mummia 3", Variety, 09-01-2007. URL consultato il 21-03-2008.
  5. ^ Esclusiva: Lo script de La mummia III, IESB, 03-12-2005. URL consultato il 21-03-2008.
  6. ^ Sommers in dubbio per la "Mummia 3", Sci Wi Fire, 19-05-2004. URL consultato il 21-03-2008.
  7. ^ Ufficiale il titolo de "La mummia 3", Worst Previews, 27-07-2007. URL consultato il 21-03-2008.
  8. ^ Scoop dal cast della Mummia 3!, IGN, 16-02-2007. URL consultato il 21-03-2008.
  9. ^ Michael Fleming, Jet Li e Michelle Yeoh in "La mummia 3", IGN, 04-05-2007. URL consultato il 21-03-2008.
  10. ^ Diane Garrett, Fraser torna nella Mummia 3, Variety, 11-04-2007. URL consultato il 21-03-2008.
  11. ^ Michael Fleming, Ford è la nuova star nella "Mummia 3", Variety, 30-04-2007. URL consultato il 21-03-2008.
  12. ^ Michael Fleming, La Bello gioca la Weidz, Variety, 13-05-2007. URL consultato il 21-03-2008.
  13. ^ a b c d BadTaste.it - Il nuovo gusto del cinema!

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema