Daylight - Trappola nel tunnel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daylight - Trappola nel tunnel
Daylight - Trappola nel tunnel Screenshot.jpg
Una scena del film
Titolo originale Daylight
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Italia
Anno 1996
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere drammatico, azione, avventura, thriller
Regia Rob Cohen
Soggetto Leslie Bohem
Sceneggiatura Leslie Bohem
Fotografia David Eggby
Montaggio Peter Amundson
Musiche Randy Edelman
Scenografia Benjamín Fernández
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Daylight - Trappola nel tunnel (Daylight) è un film del 1996 diretto da Rob Cohen ed interpretato da Sylvester Stallone.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tassista, ex dipendente dei Servizi Medici di Emergenza, Kit Latura entra in azione quando, dopo un'esplosione di gas tossici, dovuti ad un incidente stradale causato da un gruppo di teppisti, un gruppo composto da dodici superstiti rimane imprigionato nel tunnel sottomarino del fiume Hudson che collega Manhattan al New Jersey.

Mentre la parte sud del tunnel è ancora in fase di evacuazione, Kit trova al lavoro i suoi ex colleghi e li convince a mandarlo nel tunnel, convinto che poi troverà una via di fuga. Passando per i condotti di aerazione di una stazione idrica, dopo aver bloccato temporaneamente le ventole, arriva fin sotto il tunnel sotterraneo e riesce a contare una dozzina di persone. Inizialmente la situazione pareva essere in mano a Roy Nord che muore durante il crollo di alcuni condotti, insieme ad un carcerato. Kit però viene solo rimproverato dai superstiti che gli rinfacciano una sua precedente missione nel Bronx finita male.

Subito dopo il tunnel cede e l'acqua del fiume vi penetra, allagando lentamente la galleria. Qui Kit usa degli esplosivi, rallentando il corso dell'acqua dove però vi rimane gravemente ferito il poliziotto George Tyrell che si rassegna delle sue condizioni e si lascia abbandonare in cambio che Kit restituisca alla moglie il braccialetto che le doveva.

Kit riesce successivamente a trovare un passaggio e decide di provare ad uscire attraverso la stanza dove si riposavano gli operai durante la costruzione del tunnel. Qui tuttavia vi muore assiderata Eleanor tra le braccia del marito Norman.

Grazie a dei topi, Kit ed i superstiti riescono a trovare una via di fuga ma l'ex paramedico non riesce a fuggire per la scala che li avrebbe portati sopra: infatti egli, per salvare il cane di un vecchio signore, precipita nelle acque che ormai stavano sovrastando tutto il tunnel.

Dopo che la ragazza Madelyne cade nel tentativo di salvarlo, Kit ordina a tutti di andare avanti mentre lui riesce a salvarsi facendo saltare con un esplosivo la parte superiore del tunnel arrivando a contatto con il fiume, insieme alla ragazza caduta precedentemente con lui. Durante il trasporto in ambulanza, il paramedico viene riassunto e incontra poi la moglie del poliziotto deceduto, restituendole il braccialetto. Infine tra Kit e Madelyne nasce una relazione, poiché lei è l'unica che non ha mai dubitato di lui.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]