Il ragazzo della porta accanto (film 2015)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il ragazzo della porta accanto
IlRagazzoDellaPortaAccanto.png
Una scena del film
Titolo originaleThe Boy Next Door
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2015
Durata91 min
Rapporto2,40 : 1
Generethriller, erotico
RegiaRob Cohen
SceneggiaturaBarbara Curry
ProduttoreJason Blum, Eric Bromberg, Kathleen M. Courtney, Gerald DiNardi, Elaine Goldsmith-Thomas, John Jacobs, Jennifer Lopez, Priscilla Porianda
Produttore esecutivoJeanette Brill, Zac Unterman
Casa di produzioneUniversal Pictures, Blumhouse Productions, Smart Entertainment, Nuyorican Productions
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaDavid McFarland
MontaggioMichel Aller
MusicheNathan Barr, Randy Edelman
ScenografiaLisa Son, Charles Varga
CostumiCourtney Hoffman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il ragazzo della porta accanto (The Boy Next Door) è un film del 2015 diretto da Rob Cohen, con Jennifer Lopez, Ryan Guzman, Ian Nelson e John Corbett.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La bellissima, forte e sensibile Claire Peterson è un'insegnante di letteratura che si è separata da poco tempo dal marito Garrett (che la tradiva con una segretaria) e ora si ritrova a dover gestire il non facile rapporto con il figlio adolescente Kevin, timido e vittima di bullismo. Claire affronta la propria solitudine, il lavoro e le difficoltà del figlio anche grazie all'aiuto di Vicky, la sua migliore amica nonché vicepreside del liceo in cui Claire lavora.

Un giorno, nella villa accanto a quella di Claire, arriva il quasi ventenne Noah Sandborn, un ragazzo avvenente e apparentemente generoso, che si trova in città per assistere il suo prozio, reduce di guerra in attesa del trapianto del midollo osseo. A differenza degli altri uomini che Claire prova a frequentare, Noah è interessato alla letteratura (citando spesso l'Iliade e l'Odissea, entrambi poemi di Omero), si dimostra dolce con lei e prende sotto la sua ala Kevin, che riesce gradualmente a lottare contro la propria timidezza. Intanto Garrett è in cerca di redenzione nei confronti dell'ex-moglie.

Ben presto Noah invita Claire a casa sua per una cena. Il giovane è fortemente attratto da lei e la donna è in un momento di debolezza; Noah arriva a spogliare e baciare in continuazione la vulnerabile Claire, che rimane sedotta dalle sue attenzioni. I due finiscono col passare la notte a fare l'amore sul divano. La mattina dopo, la donna si riprende subito cercando di dimenticare l'episodio e considerarlo come un incidente isolato, ma la passione del ragazzo verso Claire diventa un desiderio ossessivo, arrivando a perseguitarla iscrivendosi nella stessa classe della donna come studente e a frequentare ancora suo figlio. Come se non bastasse Noah picchia i persecutori di Kevin e rivela a quest'ultimo le ragioni del divorzio dei genitori; allora Kevin, in preda alla collera, rifiuta la compagnia della madre e arriva a causare un incidente d'auto insieme al padre (il veicolo era fuori controllo ma, fortunatamente, si è evitato il peggio).

Vicky espelle Noah dall'istituto per via del suo scarso autocontrollo, ma i guai non sono finiti: il giovane, oramai impazzito, sparpaglia nella classe di Claire un'enorme quantità di foto che li ritraggono nudi durante quella fatidica notte, ma lei riesce appena in tempo a nascondere le foto prima dell'ingresso degli studenti. Decisa a risolvere civilmente il problema con Noah, Claire entra in casa sua e gli rinfaccia di smetterla con le persecuzioni, ma egli afferma di non voler rinunciare a lei e le rivela di avere (oltre alle foto di prima) un video della loro notte insieme, ripreso con una webcam nascosta nell'orologio del salotto e conservato da qualche parte. Allontanatasi da lui, chiede aiuto a Vicky e la mette al corrente della situazione, che potrebbe rovinare il suo lavoro, la sua reputazione e la sua famiglia.

Il giorno seguente, Noah segue nuovamente l'auto di Claire, per poi scoprire che si è scambiata con Vicky; infatti Claire è in cerca del video nella casa di Noah e, seguendo il cavo di un modem, riesce a trovare il suo computer personale, nascosto in una stanza sotterranea e che contiene il video, ma vi scopre al suo interno anche i file dell'impianto frenante dell'auto dei suoi genitori e di quella di Garrett. Dopo aver cancellato il video, viene informata da Vicky che è tenuta prigioniera proprio da Noah (che ne registrò la voce per attirarla); Claire si introduce in casa di Vicky scoprendo il cadavere crudelmente sgozzato dell'amica. Inorridita, Claire tenta di fuggire in auto ma Noah la raggiunge e la invita ad assistere al linciaggio di Garrett e di Kevin, legati e torturati in un fienile.

Noah rivela a Claire di aver ucciso suo padre (manomettendo i freni della sua auto) perché fedifrago e quindi destinato a morire, e che la stessa sorte doveva succedere anche a Garrett e Kevin. Dopo un durissimo scontro con Noah, deciso sia a tenersi prepotentemente la donna che ad incendiare il fienile per eliminare Garrett e Kevin, Claire riesce ad averne la meglio infilzando un ago nell'occhio sinistro del nemico, rendendolo cieco, e facendogli cadere addosso un'incudine (agganciata ad una catena), uccidendolo. Alla fine i parenti Peterson escono vivi dal fienile e vengono portati via da un furgone dell'ambulanza, accorsa sul posto.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione del film viene affidata alla Universal Pictures.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il ruolo della protagonista, Claire Peterson, viene affidato alla star Jennifer Lopez, mentre quello del personaggio principale maschile, Noah Sandborn, a Ryan Guzman.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer viene diffuso dal canale YouTube all'inizio del 2015.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film esce nella sale cinematografiche a partire da giovedì 23 luglio 2015 dalla Universal Pictures.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito in 2.602 sale nordamericane, Il ragazzo della porta accanto ha incassato $ 14,910,105 al suo primo fine settimana, ben oltre il suo budget ($ 4,000,000).

Alla fine il film ha incassato $ 35,423,380 in patria, più altri $ 17,002,475 a livello internazionale, per un totale di $ 52,425,855[1]. Fu un fiasco in Italia, con soli € 664,421[2].

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto recensioni generalmente negative dalla critica cinematografica. Su Rotten Tomatoes, il film detiene una valutazione dell'11%, basata su 133 recensioni, con una valutazione media di 3,3/10. Il consenso del sito recita "Il ragazzo della porta accanto potrebbe ottenere alcuni ululati dai fan dei thriller stalker, ma per la maggior parte degli spettatori non raggiungerà nemmeno il livello "così brutto da essere un traguardo nella categoria"[3]. Su Metacritic, il film ha un punteggio di 30 su 100, basato su 33 critici, che indica "recensioni generalmente sfavorevoli"[4]. Secondo CinemaScore, il pubblico ha attribuito al film come voto "B−" su una scala da A+ a F[5].

Nonostante le recensioni negative, Jennifer Lopez ha ricevuto elogi. Richard Lawson del Vanity Fair ha scritto: "Dato il materiale, la Lopez è davvero brava nel film, prendendolo abbastanza sul serio da non essere un campo accecante, ma anche consapevole del fatto che non sta facendo Shakespeare. È una gioia da guardare ovunque."[6] Claudia Puig di USA Today ha dichiarato che il film è stato un miglioramento rispetto alle precedenti commedie romantiche, definendo la Lopez "credibilmente potente nei momenti di conflitto fisico".[7] Anche se ha definito il film "goffo e ridicolo", Daniel D'Addario di Time ha scritto che è "un film raro sulle donne" e che il film sembra "perversamente rinfrescante" per la sua attenzione ai temi delle donne."[8]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Il ragazzo della porta accanto, su Box Office Mojo. URL consultato il 12 gennaio 2020. Modifica su Wikidata
  2. ^ (EN) Il ragazzo della porta accanto [collegamento interrotto], su Movieplayer.
  3. ^ (EN) Il ragazzo della porta accanto, su Rotten Tomatoes.
  4. ^ (EN) Il ragazzo della porta accanto, su Metacritic.
  5. ^ (EN) Il ragazzo della porta accanto [collegamento interrotto], su CinemaScore.
  6. ^ (EN) 20 Reasons Wht The Boy Next Door Is Actually Worth Seeing, su Vanity Fair. URL consultato il 18 maggio 2020.
  7. ^ (EN) 'Boy Next Door' lures J.Lo in silly, fun thriller, su USA Today. URL consultato il 18 maggio 2020.
  8. ^ (EN) The Boy Next Door Is the Bad Movie Hollywood Needs Right Now, su TIME. URL consultato il 18 maggio 2020.
  9. ^ (EN) Anexo:Premios Juventud 2015, su Wikipedia. URL consultato il 12 gennaio 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]