Joe Baker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Joe Baker
Joe Baker.jpg
Joe Baker con la maglia del Torino (1961)
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 170 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1974 - giocatore
1985 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1957-1961 Hibernian 117 (102)
1961-1962 Torino 19 (7)
1962-1966 Arsenal 144 (93)
1966-1969 Nottingham Forest 118 (41)
1969-1971 Sunderland 40 (12)
1971-1972 Hibernian 20 (12)
1972-1974 Raith Rovers 49 (34)
Nazionale
1959-1966 Inghilterra Inghilterra 8 (3)
Carriera da allenatore
1981-1982Albion Rovers
1984-1985Albion Rovers
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Joseph Henry Baker (Woolton, 17 luglio 1940Wishaw, 6 ottobre 2003) è stato un calciatore e allenatore di calcio inglese, di ruolo attaccante.

Anche suo fratello Gerry è stato un calciatore.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro, è stato in due distinte occasioni l'allenatore dell'Albion Rovers. Ha quindi gestito un pub e ha lavorato nel servizio ospedaliero scozzese. È morto all'età di sessantatré anni, a causa di un infarto durante un torneo di golf per beneficenza.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Baker ha iniziato la carriera nell'Armadale Thistle, prima di essere ingaggiato dall'Hibernian. Per il club di Edimburgo ha giocato 117 partite e ha realizzato 102 reti. A diciassette anni ha realizzato una quaterna nella sfida contro i rivali cittadini dell'Heart of Midlothian, nei quarti di finale della Coppa di Scozia 1958.[1] In un'altra occasione, nella sfida contro i Peebles Rovers, ha siglato nove reti. Baker è stato il capocannonniere degli Hibs per quattro stagioni consecutive, avendo segnato più di quaranta reti nel 1960.

Nel 1961 è stato acquistato dal Torino, dove è stato in squadra con il connazionale Denis Law. Nonostante una rete nel derby contro la Juventus, la sua esperienza italiana è stata comunque segnata dal coinvolgimento in un incidente automobilistico: mentre percorreva una rotatoria contromano ha colpito un marciapiede e la sua vettura si è ribaltata, portandolo vicino alla morte e ferendo Denis Law, che viaggiava con lui.[2]

Ripresosi dall'infortunio, nel 1962 è tornato in Inghilterra, all'Arsenal, in cambio di 72.500 sterline.[senza fonte] Ha debuttato contro il Leyton Orient il 18 agosto 1962 e in tutto ha trascorso quattro stagioni con i Gunners. Per tre di queste quattro stagioni è stato il capocannonniere della squadra: in totale, ha siglato cento reti in 156 partite.

Dopo il campionato 1965-1966 ha lasciato l'Arsenal per passare al Nottingham Forest. Dopo tre stagioni al Nottingham Forest, condite da 41 reti in 118 gare, si è trasferito al Sunderland. Dopo altri due campionati è tornato all'Hibernian e ha poi chiuso la carriera ai Raith Rovers nel 1974.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante avesse un accento ed educazione scozzese, il fatto che fosse nato a Liverpool non gli ha permesso di giocare per la Scozia.[senza fonte] Baker ha così accettato di giocare per l'Inghilterra. Ha debuttato nel 1959 contro l'Irlanda del Nord, diventando così il primo calciatore inglese ad approdare in Nazionale senza aver mai giocato in un club del suo paese.[senza fonte] Successivamente soltanto Owen Hargreaves ha ripetuto questo evento.

Baker è stato soprannominato "Il calciatore scozzese dell'Inghilterra"[senza fonte] e ha vinto tutte le otto partite disputate con la Nazionale. Nonostante fosse stato convocato, nel 1965, nella vittoria per 2-0 contro la Spagna, non ha fatto parte della squadra che ha partecipato al campionato del mondo 1966.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Hibernian: 1971-1972

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sat 01 Mar 1958 Scottish Cup Hearts 3 Hibernian 4, London Hearts. URL consultato il 7 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2008).
  2. ^ (EN) Joe Baker, Obituary. URL consultato il 7 novembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Joe Baker, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
Controllo di autoritàVIAF (EN96794230