Gran Premio d'Australia 2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Australia Gran Premio d'Australia 2007
769º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 1 di 17 del Campionato 2007
Albert Lake Park Street Circuit in Melbourne, Australia.svg
Data 18 marzo 2007
Nome ufficiale LXXII ING Australian Grand Prix
Luogo Circuito Albert Park
Percorso 5,303 km / 3,295 US mi
Circuito stradale cittadino
Distanza 58 giri, 307,574 km/ 191,118 US mi
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Kimi Räikkönen Finlandia Kimi Räikkönen
Ferrari in 1'26"072 Ferrari in 1'25"235
(nel giro 41)
Podio
1. Finlandia Kimi Räikkönen
Ferrari
2. Spagna Fernando Alonso
McLaren-Mercedes
3. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes

Il Gran Premio d'Australia 2007 è stata la prima prova della stagione 2007 del campionato mondiale di Formula 1. La gara si è disputata domenica 18 marzo sul circuito di Albert Park a Melbourne ed è stata vinta dal finlandese Kimi Räikkönen su Ferrari, al decimo successo in carriera; Räikkönen ha preceduto sotto la bandiera a scacchi lo spagnolo Fernando Alonso e il britannico Lewis Hamilton, esordiente nella categoria, entrambi su McLaren-Mercedes.

Vigilia[modifica | modifica wikitesto]

Aspetti tecnici[modifica | modifica wikitesto]

La Williams cambia il proprio motorista, passando dalla Cosworth alla Toyota, siglando un accordo di tre anni fino al 2009.

Anche Red Bull Racing e Scuderia Toro Rosso cambiano fornitori di motori, con la squadra di Milton Keynes che passa alla Renault e quella di Faenza che adotta motori Ferrari, sebbene con specifiche 2006.

Aspetti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre che confermano entrambi i propri piloti sono Honda, BMW Sauber, Toyota e Toro Rosso.

Dopo l'addio di Fernando Alonso alla Renault, il suo posto viene occupato dal finlandese Heikki Kovalainen. Lo spagnolo gareggerà nel 2007 con la McLaren, la quale ingaggia anche un nuovo secondo pilota, il debuttante Lewis Hamilton. Il britannico prende il posto di Kimi Räikkönen, il quale a sua volta passa in Ferrari a seguito del ritiro di Michael Schumacher.

La Williams annuncia che il pilota di riserva e collaudatore Alexander Wurz avrebbe ottenuto un sedile nel 2007, rimpiazzando Mark Webber, trasferitosi alla Red Bull.

La Super Aguri sostituisce Sakon Yamamoto con Anthony Davidson.

A seguito dell'acquisto della Midland da parte della Spyker Cars, la scuderia cambia denominazione assumendo la stessa della casa automobilistica nederlandese.[1] La Spyker annuncia inoltre avrà come title sponsor la compagnia aerea emiratina Etihad Airways, e Aldar, una compagnia di sviluppo immobiliare di dhabense.[2] Per il team nederlandese gareggiano Adrian Sutil e Christijan Albers.

La Red Bull Racing inizia a competere con licenza austriaca, dopo aver corso nel 2005 e nel 2006 con licenza britannica.[3]

Mild Seven annuncia che non avrebbe rinnovato il contratto con Renault a causa delle nuove leggi europee sul tabacco.[4] Per le stesse ragioni anche la British American Tobacco ritira i marchi 555 e Lucky Strike dalla sponsorizzazione con Honda.

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del venerdì[5] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 1 Spagna Fernando Alonso Regno Unito McLaren-Mercedes 1'29"214 23
2 5 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'30"707 +1"493 7
3 35 Germania Sebastian Vettel Germania BMW Sauber 1'30"857 +1"643 22

Nella seconda sessione del venerdì[6] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 5 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'27"353 32
2 6 Finlandia Kimi Räikkönen Italia Ferrari 1'27"750 +0"397 33
3 35 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'27"829 +0"476 29

Nella sessione del sabato mattina[7] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 6 Finlandia Kimi Räikkönen Italia Ferrari 1'26"064 14
2 3 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'26"454 +0"390 18
3 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'26"467 +0"403 12

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella sessione di qualifica[8] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 6 Finlandia Kimi Räikkönen Italia Ferrari 1'26"644 1'25"644 1'26"072 1
2 1 Spagna Fernando Alonso Regno Unito McLaren-Mercedes 1'26"697 1'25"326 1'26"493 2
3 9 Germania Nick Heidfeld Germania BMW Sauber 1'26"895 1'25"358 1'26"556 3
4 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'26"674 1'25"577 1'26"755 4
5 10 Polonia Robert Kubica Germania BMW Sauber 1'26"696 1'25"882 1'27"347 5
6 3 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 1'27"270 1'25"944 1'27"634 6
7 15 Australia Mark Webber Austria Red Bull-Renault 1'26"978 1'26"623 1'27"934 7
8 12 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 1'27"014 1'26"688 1'28"404 8
9 11 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 1'27"328 1'26"739 1'28"692 9
10 22 Giappone Takuma Satō Giappone Super Aguri-Honda 1'27"365 1'26"758 1'28"871 10
11 23 Regno Unito Anthony Davidson Giappone Super Aguri-Honda 1'26"986 1'26"909 N.D. 11
12 16 Germania Nico Rosberg Regno Unito Williams-Toyota 1'27"596 1'26"914 N.D. 12
13 4 Finlandia Heikki Kovalainen Francia Renault 1'27"529 1'26"964 N.D. 13
14 7 Regno Unito Jenson Button Giappone Honda 1'27"540 1'27"264 N.D. 14
15 17 Austria Alexander Wurz Regno Unito Williams-Toyota 1'27"479 1'27"393 N.D. 15
16 5 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'26"712 senza tempo N.D. 22[9]
17 8 Brasile Rubens Barrichello Giappone Honda 1'27"679 N.D. N.D. 16
18 19 Stati Uniti Scott Speed Italia STR-Ferrari 1'28"305 N.D. N.D. 17
19 14 Regno Unito David Coulthard Austria Red Bull-Renault 1'28"579 N.D. N.D. 18
20 18 Italia Vitantonio Liuzzi Italia STR-Ferrari 1'29"267 N.D. N.D. 19
21 20 Germania Adrian Sutil Paesi Bassi Spyker-Ferrari 1'29"339 N.D. N.D. 20
22 21 Paesi Bassi Christijan Albers Paesi Bassi Spyker-Ferrari 1'31"932 N.D. N.D. 21

In grassetto sono indicate le migliori prestazioni in Q1, Q2 e Q3.

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Partenza

Räikkönen prende la testa davanti ad Heidfeld, mentre Hamilton sfila Alonso all’esterno della prima curva; seguono Kubica e Fisichella. Massa risale dal fondo e, in pochi giri, sale al quindicesimo posto, rimanendo poi bloccato a lungo alle spalle delle due Honda.

Kimi Räikkönen ha un ritmo insostenibile e allunga al ritmo di un secondo a giro su Heidfeld, nonostante quest'ultimo sia più leggero tanto da sostare già al quattordicesimo giro. Il finlandese, con 15" di vantaggio, rifornisce al giro 19, lasciando la testa al debuttante Hamilton, che guiderà la corsa per quattro giri. Alonso rifornisce invece al giro 22, uno prima del compagno, rimanendone alle spalle. Dopo la prima tornata di stop, quarto è Kubica davanti al compagno. Massa, risalito al settimo posto, effettua l'unica sosta a metà gara, scendendo al decimo posto, alle spalle del poco positivo debuttante Kovalainen. Prima del secondo giro di rifornimenti, Kubica abbandona per guai al cambio.

Con Räikkönen fuori portata di chiunque, si accende la lotta tra i due della McLaren. Alonso non ci sta e, complici alcuni doppiaggi, è nella scia di Hamilton, quando questi rifornisce al giro 43. Con due giri molto veloci, lo spagnolo sopravanza il compagno. Dopo gli stop, Massa, sesto, gira veloce e raggiunge Fisichella, senza riuscire nel sorpasso.

Räikkönen vince all'esordio con la Ferrari, dopo aver dominato fin dalle prove e, avendo segnato il giro più veloce oltreché la pole position, ottiene il primo hat trick della sua carriera. Alonso salva l’onore evitando di essere battuto dal debuttante compagno Lewis Hamilton, che conferma le aspettative della vigilia con una gara sensazionale. Il mondiale si annuncia come una battaglia tra Ferrari e McLaren, nettamente avanti rispetto al resto della concorrenza, dove la BMW Sauber sembra ambire al ruolo di terza forza, mentre il team campione in carica, la Renault, pare decisamente attardato.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

I risultati del Gran Premio[10] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 6 Finlandia Kimi Räikkönen Italia Ferrari 58 1h25:28.770 1 10
2 1 Spagna Fernando Alonso Regno Unito McLaren-Mercedes 58 +7.242 2 8
3 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 58 +18.595 4 6
4 9 Germania Nick Heidfeld Germania BMW Sauber 58 +38.763 3 5
5 3 Italia Giancarlo Fisichella Francia Renault 58 +1'06.469 6 4
6 5 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 58 +1'06.805 22 3
7 16 Germania Nico Rosberg Regno Unito Williams-Toyota 57 +1 giro 12 2
8 11 Germania Ralf Schumacher Giappone Toyota 57 +1 giro 9 1
9 12 Italia Jarno Trulli Giappone Toyota 57 +1 giro 8
10 4 Finlandia Heikki Kovalainen Francia Renault 57 +1 giro 13
11 8 Brasile Rubens Barrichello Giappone Honda 57 +1 giro 16
12 22 Giappone Takuma Satō Giappone Super Aguri-Honda 57 +1 giro 10
13 15 Australia Mark Webber Austria Red Bull-Renault 57 +1 giro 7
14 18 Italia Vitantonio Liuzzi Italia STR-Ferrari 57 +1 giro 19
15 7 Regno Unito Jenson Button Giappone Honda 57 +1 giro 14
16 23 Regno Unito Anthony Davidson Giappone Super Aguri-Honda 56 +2 giri 11
17 20 Germania Adrian Sutil Paesi Bassi Spyker-Ferrari 56 +2 giri 20
Rit 17 Austria Alexander Wurz Regno Unito Williams-Toyota 48 Collisione con D. Coulthard 15
Rit 14 Regno Unito David Coulthard Austria Red Bull-Renault 48 Collisione con A. Wurz 18
Rit 10 Polonia Robert Kubica Germania BMW Sauber 36 Cambio 5
Rit 19 Stati Uniti Scott Speed Italia STR-Ferrari 28 Foratura 17
Rit 21 Paesi Bassi Christijan Albers Paesi Bassi Spyker-Ferrari 10 Incidente 21

Classifiche mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Spyker buys Formula 1 team, su dutchnews.nl, 11 settembre 2006. URL consultato il 3 maggio 2022.
  2. ^ (EN) Spyker announces title sponsor, su us.motorsport.com, 17 marzo 2007. URL consultato il 3 maggio 2022.
  3. ^ (EN) James Roberts, Aston Martin Red Bull Racing claim their 60th Formula One win, su redbull.com, 2019-05.26. URL consultato il 3 maggio 2022.
  4. ^ (EN) Robert Wilkins, Renault: Won't be easy to replace Mild Seven., su crash.net, 1º febbraio 2006. URL consultato il 3 maggio 2022.
  5. ^ Prima sessione di prove libere del venerdì
  6. ^ Seconda sessione di prove libere del venerdì
  7. ^ Sessione di prove libere del sabato
  8. ^ Sessione di qualifica
  9. ^ Felipe Massa penalizzato di dieci posizioni sulla griglia di partenza a causa della sostituzione del motore, cfr. Ferrari-McLaren sfida totale, su gazzetta.it, 23 luglio 2007. URL consultato il 2 maggio 2022.
  10. ^ Risultati del Gran Premio

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2007
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Europe.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Brazil.svg
Fairytale up blue-vector.svg

Edizione precedente:
2006
Gran Premio d'Australia Edizione successiva:
2008
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1