Gran Premio del Canada 2007

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Canada Gran Premio del Canada 2007
774º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 6 di 17 del Campionato 2007
Circuit Gilles Villeneuve.svg
Data 10 giugno 2007
Nome ufficiale XLV Grand Prix du Canada
Luogo Montreal
Percorso 4,361 km
Distanza 70 giri, 305,270 km
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Lewis Hamilton Spagna Fernando Alonso
McLaren-Mercedes in 1'15.707 McLaren-Mercedes in 1'16.367
Podio
1. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes
2. Germania Nick Heidfeld
BMW Sauber
3. Austria Alexander Wurz
Williams-Toyota

Il Gran Premio del Canada 2007 è stata la sesta prova del Campionato mondiale di Formula 1 2007. Svoltasi il 10 giugno 2007 sul Circuito di Montréal ha visto la prima vittoria in carriera di Lewis Hamilton su McLaren, che, con questo successo, divenne pure leader del mondiale. Alle sue spalle giunsero Nick Heidfeld, Alexander Wurz, Heikki Kovalainen, Kimi Räikkönen, Takuma Satō, Fernando Alonso e Ralf Schumacher. La gara fu comunque caratterizzata dal terribile incidente occorso a Robert Kubica, dal quale il pilota polacco è fortunatamente uscito illeso, e dai quattro ingressi in pista della safety car.[1]

Prove libere[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del venerdì,[2] si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Spagna Fernando Alonso McLaren-Mercedes 1'17"759
2 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1'17"967
3 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1'18"136

Nella seconda sessione del venerdì,[3] si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Spagna Fernando Alonso McLaren-Mercedes 1'16"550
2 Brasile Felipe Massa Ferrari 1'17"090
3 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1'17"307

Nella sessione libera del sabato,[4] si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1'16"071
2 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1'16"459
3 Spagna Fernando Alonso McLaren-Mercedes 1'16"465

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Pos Nome Costruttore Q1 Q2 Q3
1 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:16.576 1:15.486 1:15.707
2 Spagna Fernando Alonso McLaren-Mercedes 1:16.562 1:15.522 1:16.163
3 Germania Nick Heidfeld BMW Sauber 1:17.006 1:15.960 1:16.266
4 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1:16.468 1:16.592 1:16.411
5 Brasile Felipe Massa Ferrari 1:16.756 1:16.138 1:16.570
6 Australia Mark Webber Red Bull-Renault 1:17.315 1:16.257 1:16.913
7 Germania Nico Rosberg Williams-Toyota 1:17.016 1:16.190 1:16.919
8 Polonia Robert Kubica BMW Sauber 1:17.267 1:16.368 1:16.993
9 Italia Giancarlo Fisichella Renault 1:16.805 1:16.288 1:17.229
10 Italia Jarno Trulli Toyota 1:17.324 1:16.600 1:17.747
11 Giappone Takuma Satō Super Aguri-Honda 1:17.490 1:16.743
12 Italia Vitantonio Liuzzi Toro Rosso-Ferrari 1:17.541 1:16.760
13 Brasile Rubens Barrichello Honda 1:17.011 1:17.116
14 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Renault 1:17.436 1:17.304
15 Regno Unito Jenson Button Honda 1:17.522 1:17.541
16 Stati Uniti Scott Speed Toro Rosso-Ferrari 1:17.433 1:17.571
17 Regno Unito Anthony Davidson Super Aguri-Honda 1:17.542
18 Germania Ralf Schumacher Toyota 1:17.634
19 Austria Alexander Wurz Williams-Toyota 1:18.089
20 Germania Adrian Sutil Spyker-Ferrari 1:18.536
21 Paesi Bassi Christijan Albers Spyker-Ferrari 1:19.196
22 Finlandia Heikki Kovalainen Renault 1:17.806*

* Heikki Kovalainen viene retrocesso di 10 posizioni per aver cambiato il motore.

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Nel pomeriggio canadese è attesa una prima resa dei conti tra i due galli in casa McLaren che si dividono la prima fila. Come sempre in Canada i colpi di scena non mancheranno. Alla partenza Alonso attacca subito il compagno ma arriva lungo e taglia nell’erba rientrando dietro a Heidfeld; alle sue spalle si insedia Massa, davanti a Rosberg e Raikkonen, protagonista di un leggero contatto con il compagno alla seconda curva. Button non parte per un problema al cambio. Al quarto giro Webber, partito male e ora nono, attacca Robert Kubica alla prima curva ma arriva lungo e va in testacoda perdendo posizioni. Al giro 8 Speed si tocca con Wurz e si ritira.

Hamilton gira un secondo più veloce degli altri e costruisce un vantaggio di 15” su Heidfeld quando questi rientra ai box al giro 20. Al secondo posto non sale Alonso ma Massa che ha approfittato di un nuovo lungo dello spagnolo in curva 1. Hamilton rifornisce al giro 22; subito dopo Sutil va a muro alla curva 4 provocando il primo ingresso della safety car. Alonso e Rosberg rientrano subito a rifornire con pit lane chiusa, verranno penalizzati con uno stop&go. Qualche giro dopo, riforniscono regolarmente le due Ferrari, Fisichella e Kubica. Mentre Räikkönen attende in coda dietro al compagno, Massa e il romano ripartono ignorando il semaforo rosso. Si riparte al giro 27 e subito Kubica va violentemente a muro alla curva nove, ribaltandosi più volte; l’incidente è impressionante, ma il pilota per fortuna esce praticamente illeso. Entra di nuovo la safety car e tutti i piloti che puntano su una strategia ad una sosta, eccetto Anthony Davidson e Ralf Schumacher, riforniscono.

Si riparte e subito Räikkönen va lungo a l’epingle, cedendo la decima piazza a Takuma Satō. Alonso e Rosberg scontano la penalità, consentendo a Davidson di salire in terza posizione. Al giro 37 Ralf attacca l’inglese alla chicane, Davidson resiste ma arriva lungo, spiattellando le gomme e decidendo di rientrare ai box, dove però non è atteso. Schumacher rifornisce al quarantesimo giro. Ora dietro ad Hamilton ed Heidfeld, che hanno di nuovo preso il largo, sono Webber, Massa, Fisichella, Sato e Raikkonen. Alonso si scatena, risale a suon di sorpassi, ottiene il giro più veloce riportandosi in scia a Räikkönen. Al cinquantunesimo giro, dopo che Hamilton e Heidfeld hanno effettuato la seconda sosta, entra per la terza volta la safety car, per pulire la pista dai detriti della vettura di Albers. A Massa e Fisichella viene esposta la bandiera nera per i fatti di venticinque giri prima. Räikkönen e Alonso riforniscono e lo spagnolo sopravanza il ferrarista, a cui non ne va bene una. Webber, che è momentaneamente secondo, rifornisce invece inspiegabilmente nel momento il cui la vettura di sicurezza torna ai box.

Si riparte e dietro ai primi due sono ora Barrichello, Wurz, Liuzzi, Trulli, Kovalainen e Alonso. Succede di tutto, Kovalainen passa Trulli, Liuzzi sbatte sul muro dei campioni; Alonso attacca l’abruzzese ma sbaglia ancora e taglia la curva due per la terza volta nel pomeriggio, perdendo un paio di posizioni. Quarto ingresso della safety car per rimuovere la Toro Rosso, si riparte quando mancano dieci giri, senza Trulli che ha sbattuto alla prima curva dopo aver rifornito. Alonso sale in settima posizione passando ancora Schumacher, mentre Barrichello rifornisce a sette giri alla fine, lasciando il podio a Wurz, il finale è però tutto di marca nipponica. Uno scatenato Sato infila Ralf Schumacher al giro 65 e poi si lancia all’inseguimento di Alonso, ora in crisi con la gomma soft; il duello si risolve alla chicane con un gran sorpasso all’esterno che proietta il pilota della Super Aguri in sesta posizione.

Non succede più nulla e Hamilton festeggia la sua prima vittoria in F1 dopo una gara gestita con consumata abilità che ne legittima la posizione di leader mondiale ora in solitario. Gara solida anche quella di Heidfeld, sicuramente aiutata da un pizzico di fortuna quella di Wurz (che conquista il suo terzo ed ultimo podio in F1, il primo dopo il Gran Premio di San Marino 2005). Si tiene fuori dai guai Kovalainen e ottiene il primo risultato degno di nota in F1; Räikkönen continua ad essere un enigma, come anche il regresso di performance della Ferrari. Sato è sicuramente tra i protagonisti di giornata mentre Alonso ha sbagliato troppo, cominciando a sentire la tensione del confronto interno. Completa la zona punti un Ralf Schumacher che appare un po’ in disarmo. Per la Williams si tratta del primo podio dal Gran Premio d'Europa 2005.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos N. Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro P.al via Punti
1 2 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 70 1:44:11.292 1 10
2 9 Germania Nick Heidfeld BMW Sauber 70 +4.343 3 8
3 17 Austria Alexander Wurz Williams-Toyota 70 +5.325 19 6
4 4 Finlandia Heikki Kovalainen Renault 70 +6.729 22 5
5 6 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 70 +13.007 4 4
6 22 Giappone Takuma Satō Super Aguri-Honda 70 +16.698 11 3
7 1 Spagna Fernando Alonso McLaren-Mercedes 70 +21.936 2 2
8 11 Germania Ralf Schumacher Toyota 70 +22.888 18 1
9 15 Australia Mark Webber Red Bull-Renault 70 +22.960 6
10 16 Germania Nico Rosberg Williams-Toyota 70 +23.984 7
11 23 Regno Unito Anthony Davidson Super Aguri-Honda 70 +24.318 17
12 8 Brasile Rubens Barrichello Honda 70 +30.439 13
SQ 5 Brasile Felipe Massa Ferrari 51 Squalificato 5
SQ 3 Italia Giancarlo Fisichella Renault 51 Squalificato 9
Rit 12 Italia Jarno Trulli Toyota 58 Incidente 10
Rit 18 Italia Vitantonio Liuzzi Toro Rosso-Ferrari 54 Incidente 12
Rit 21 Paesi Bassi Christijan Albers Spyker-Ferrari 47 Incidente 21
Rit 14 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Renault 36 Cambio 14
Rit 10 Polonia Robert Kubica BMW Sauber 26 Incidente 8
Rit 20 Germania Adrian Sutil Spyker-Ferrari 21 Incidente 20
Rit 19 Stati Uniti Scott Speed Toro Rosso-Ferrari 8 Collisione con A.Wurz 16
Rit 7 Regno Unito Jenson Button Honda 0 Cambio 15

Classifiche Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cesare Fiorio, Una pista che falsa i risultati, in Autosprint, 12 giugno 2007, p. 32.
  2. ^ Grand Prix du Canada 2007, su formula1.com. URL consultato il 19 agosto 2009.
  3. ^ Grand Prix du Canada 2007, su formula1.com. URL consultato il 19 agosto 2009.
  4. ^ Grand Prix du Canada 2007, su formula1.com. URL consultato il 19 agosto 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2007
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Europe.svg Flag of Hungary.svg Flag of Turkey.svg Flag of Italy.svg Flag of Belgium.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Brazil.svg
  Fairytale up blue-vector.svg

Edizione precedente:
2006
Gran Premio del Canada Edizione successiva:
2008
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1