Genesis Live

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Genesis Live
ArtistaGenesis
Tipo albumLive
Pubblicazione20 luglio 1973
Durata46:48
Dischi1
Tracce5
GenereRock progressivo
EtichettaCharisma Records (Europa)
Buddah Records (Stati Uniti)
ProduttoreJohn Burns, Genesis
RegistrazioneFree Trade Hall, Manchester, 24 febbraio 1973
De Montfort Hall, Leicester, 25 febbraio 1973
Genesis - cronologia
Album precedente
(1972)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 3.5/5 stelle

Genesis Live è il primo album dal vivo del gruppo rock britannico Genesis, pubblicato nel luglio 1973.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album si compone di cinque tracce tratte dalla tournée europea dell'inizio del 1973, legata all'album Foxtrot; di esse, quattro furono registrate il 25 febbraio alla De Montfort Hall di Leicester ed una soltanto, The Return of the Giant Hogweed, il giorno prima alla Free Trade Hall di Manchester.

Le registrazioni erano in origine destinate alla trasmissione radiofonica statunitense King Biscuit Flower Hour ma furono poi acquisite dalla Charisma Records. Alcune rare prove di stampa dell'album documentano che il 25 febbraio 1973 a Leicester fu registrato anche il brano Supper's Ready e che l'album fosse stato in origine pensato come doppio, con i brani in una sequenza differente da quella della versione definitiva.[2] La casa discografica decise poi di farne un album singolo e a prezzo ridotto, il cui scopo era promuovere meglio il gruppo sia in Europa che negli Stati Uniti.[3]

La copertina[modifica | modifica wikitesto]

La copertina dell'edizione europea dell'album si componeva di fotografie del gruppo in concerto, scattate da Bob Gruen[4] e Armando Gallo al Rainbow Theatre di Londra il 9 febbraio 1973.[3] Oltre ai crediti, essa riportava una dedica al fonico e roadie del gruppo Richard McPhail ed un breve racconto scritto da Peter Gabriel che, pur concettualmente non legato ai brani dell'album, richiamava comunque le storie di fantasia che il cantante era solito narrare nei concerti fra un brano e l'altro.[3]

L'Italia fu l'unico Paese al mondo in cui la prima edizione di Genesis Live uscì con una copertina totalmente diversa che, sul fronte, riportava una foto di Peter Gabriel con la maschera da fiore che indossava durante la sezione Willow Farm del brano Supper's Ready e, sul retro, una sola foto del gruppo sul palco del Rainbow Theatre.[5] Le successive ristampe dell'album si uniformarono invece a quelle uscite nel resto del mondo.[6]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Malgrado la sua pubblicazione non incontrasse all'epoca il pieno favore del gruppo,[3] Genesis Live fu il primo disco dei Genesis ad entrare fra i primi dieci posti della Official Albums Chart britannica, piazzandosi al nono posto il 12 agosto 1973[7] e preparando la strada per l'ulteriore progresso di vendite che il gruppo ottenne in patria con il successivo album in studio Selling England by the Pound, pubblicato in ottobre.[3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A[modifica | modifica wikitesto]

  1. Watcher of the Skies - 8:37
  2. Get 'Em Out by Friday - 9:15
  3. The Return of the Giant Hogweed - 8:14

Lato B[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Musical Box - 10:56
  2. The Knife - 9:46

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1973) Posizione
massima
Italia[8] 11
Regno Unito[9] 9

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bruce Eder, Genesis Live, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  2. ^ Live Test Pressing - April 13, 1973, su www.genesismuseum.com. URL consultato il 15 maggio 2018.
  3. ^ a b c d e Gallo, Armando., Genesis : I know what I like, D.I.Y, 1980, ISBN 0960403604, OCLC 925546965.
  4. ^ Note di copertina di Genesis Live.
  5. ^ Genesis - Live, su Discogs. URL consultato il 16 maggio 2018.
  6. ^ Genesis - Live, su Discogs. URL consultato il 16 maggio 2018.
  7. ^ (EN) Official Albums Chart Top 50 | Official Charts Company, su www.officialcharts.com. URL consultato il 14 maggio 2018.
  8. ^ Gli album più venduti del 1973, Hit Parade Italia. URL consultato il 4 marzo 2017.
  9. ^ (EN) Official Albums Chart Top 50: 12 August 1973 - 18 August 1973, Official Charts Company. URL consultato il 4 marzo 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo