Chitarra a 12 corde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: chitarra.

Chitarra a 12 corde
Takamine EG523SC-12.jpg
Informazioni generali
Invenzione XX secolo
Classificazione 321.322
Cordofoni composti, con corde parallele alla cassa armonica, a pizzico
Famiglia Liuti a manico lungo
Utilizzo
Musica folk
Musica pop e rock
Musica jazz e black music
Genealogia
 Antecedenti
Chitarra

La chitarra a 12 corde è un particolare tipo di chitarra in cui a ciascuna delle 6 corde usuali ne è affiancata un'altra accordata all'ottava superiore, fatta eccezione per le prime due, accordate all'unisono.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il timbro di questa chitarra è particolarmente pieno e si presta tipicamente al ruolo di accompagnamento, sebbene esistano anche esempi di utilizzo solista. Un esempio, molto conosciuto dell'utilizzo di questo particolare tipo di chitarra, è rappresentato dalla sezione introduttiva di Wish You Were Here dei Pink Floyd, nella quale una chitarra a 12 corde esegue la parte dell'accompagnamento, mentre una chitarra a 6 corde svolge il ruolo di chitarra solista. Anche nei Beatles è in parte presente l'uso di questo strumento, basti ascoltare l'accompagnamento di You've Got to Hide Your Love Away o la strimpellata in Help!.[senza fonte]

Il primo a dare risalto alla 12 corde fu Huddie William Ledbetter, meglio noto come Leadbelly, nel periodo 1930-1950, diventandone un virtuoso.

Alcuni musicisti (un illustre esempio è il chitarrista statunitense Leo Kottke, ma anche Jimmy Page), la usano quanto o più della chitarra a 6 corde; nel 1969 Kottke ha registrato un disco chiamato 6 & 12 String Guitar in cui dà ampio risalto a questo strumento. Inoltre, anche il chitarrista Blues-rock Jimi Hendrix ha fatto uso di questo strumento nella versione acustica di Hear My Train' A Comin'.
Anche Brian May ha usato questo tipo di chitarra durante i tour dei Queen per eseguire, in duetto con Freddie Mercury, i brani Love of My Life e '39; il modello preferito da May è la Ovation Pacemaker 1615, abbandonata al termine del Freddie Mercury Tribute Concert, per dirigersi verso una Guild Jumbo, che usa tuttora live, sebbene in studio prediliga ancora la vecchia Pacemaker, non più nelle condizioni per sostenere i ritmi di un tour.
Anthony Phillips, primo chitarrista dei Genesis, ha da sempre fatto un uso intenso di questo strumento. Il suo album Twelve è interamente eseguito con la sola chitarra 12 corde. Gli stessi Genesis usarono abbondantemente questo strumento, in particolare nel periodo-Gabriel. La prima parte della suite Supper's Ready, ad esempio, è eseguita da tre chitarre 12 corde, suonate da Steve Hackett, Mike Rutherford e Tony Banks. Tra gli italiani chi ha da sempre fatto uso della chitarra a 12 corde è stato Edoardo Bennato ma anche Lucio Battisti ed Herbert Pagani.

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista costruttivo, la chitarra a 12 corde è pressoché identica a quella tradizionale: fanno eccezione la "paletta" (o "cavigliere"), che deve ospitare un maggior numero di meccaniche. Le meccaniche posso essere installate singolarmente o con rulli interni. La chitarra è provvista di truss rod inserita all'interno del manico, che, dovendo contrastare una trazione quasi doppia, è costituito da una barra o due (chiamata a doppia azione).

Esistono modelli folk, elettrici, resofonici e semiacustici, esclusivamente a corde metalliche. La versione elettrica non prevede l'uso del ponte tremolato per via della maggiore tensione delle corde, ma vi sono alcune eccezioni.

Accordatura[modifica | modifica wikitesto]

L'accordatura, partendo dalla corda più sottile (mi cantino), è:

  • 1ª corda MI
  • 2ª corda MI
  • 3ª corda SI
  • 4ª corda SI
  • 5ª corda SOL
  • 6ª corda SOL (accordata all'ottava superiore)
  • 7ª corda RE
  • 8ª corda RE (accordata all'ottava superiore)
  • 9ª corda LA
  • 10ª corda LA (accordata all'ottava superiore)
  • 11ª corda MI
  • 12ª corda MI (accordata all'ottava superiore)

Chitarre a due o più manici[modifica | modifica wikitesto]

La versione a dodici corde è spesso sfruttata per la costruzione di chitarre con più di un manico: ricordiamo la Gibson EDS-1275 usata da Jimmy Page, dei Led Zeppelin e Slash, dei Guns'n'Roses, modello derivante dalla famosa Gibson SG.

Molti chitarristi si fanno costruire modelli custom, come la Ibanez Jem a tre manici di Steve Vai, di cui un manico a dodici corde, uno a sei corde con tremolo e uno a sei corde fretless; Brian May, chitarrista dei Queen, che nel 2012 si è esibito nel tour Queen + Adam Lambert mostrando la prima replica della sua Red Special in versione a doppio manico, a dodici e sei corde.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica