Chitarra jazz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chitarra
Gibson ES-175.png
Una Gibson ES-175, classico esempio di chitarra jazz
Informazioni generali
Classificazione 3211
Cordofoni composti, con corde parallele alla cassa armonica, a pizzico
Famiglia Liuti a manico lungo
Uso
Musica jazz e black music
Estensione
Chitarra – estensione dello strumento

Chitarra jazz è il termine con il quale ci si può riferire sia ad un tipo di chitarra elettrica sia all'uso, alla tecnica, della chitarra nella musica jazz e nel jazz fusion. Concepita negli anni '30, nasceva dall'esigenza di amplificare il suono dello strumento all'interno delle Big band. I chitarristi jazz, infatti, potevano semplicemente limitarsi a suonare gli accordi sulla chitarra acustica senza potersi esibire in assoli (vista la poca potenza sonora dello strumento).

Solitamente, i jazzisti utilizzano usano chitarre su modello archtop con una cassa di risonanza relativamente ampia, fori as "f" tipici degli strumenti ad arco, floating bridge e di pick-up.

Tra gli stili e le tecniche più utilizzate dai chitarristi Jazz vi sono il blowing (improvvisazione su una progressione di accordi jazz utilizzando fraseggi ed abbellimenti) ed il comping (accompagnamento) basato sui voicing jazzistici (in molti casi unito alla tecnica del walking bass).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chitarra ha una lunga storia nella musica jazz, sia come strumento di accompagnamento sia come solista.

Nelle formazioni jazz degli anni '20 il banjo era lo strumento ritmico a corde più usato; ancora nei primi anni '30 orchestre sofisticate come quella di Duke Ellington usavano il banjo. Negli anni '30 la chitarra comincia ad essere usata nelle formazioni jazzistiche come accompagnamento armonico, mentre negli anni '40 compaiono i primi solisti, tra cui Charlie Christian, pioniere tra l'altro dell'uso della chitarra elettrica.