Fuerza Aérea Boliviana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fuerza Aérea Boliviana
Bolivian Air Force
Forza aerea boliviana
Bolivian Air Force emblem.svg
Descrizione generale
Attiva 1916 Cuerpo de Aviadores Militares Bolivianos
1932 Cuerpo Aéreo Boliviano
26 settembre 1957 Fuerza Aérea Boliviana
Nazione Bolivia Bolivia
Servizio aeronautica militare
Quartier generale Cuartel General
Battaglie/guerre Guerra del Chaco
Guerriglia contro l'Ejército de Liberación Nacional
Anniversari 12 ottobre
6 agosto
17 agosto
Parte di
Comandanti
Comandante attuale General Luis Trigo
Simboli
Coccarda Roundel of Bolivia.svg
Fin Flash Flag of Bolivia.svg

[senza fonte]

Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Fuerza Aérea Boliviana, spesso abbreviata in FAB[1] e conosciuta internazionalmente con la denominazione in lingua inglese Bolivian Air Force, è l'attuale aeronautica militare della Bolivia e parte integrante delle forze armate boliviane.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia del volo militare nel paese delle Ande iniziò nel lontano 1917, quando tre ufficiali dell'esercito vennero ammessi a frequentare la scuola d'aviazione di El Polomar in Argentina. Tuttavia per arrivare alla creazione di un organismo aeronautico militare vero e proprio bisogna aspettare la creazione del Cuerpo de Aviadores Militares Bolivianos nel 1924. Tale organismo verrà soppiantato dal Cuerpo de Aviación durante la Guerra del Chaco combattuta contro il Paraguay nel 1932. Ciò consente alla Bolivia di potersi considerare la prima nazione nell'America Latina ad impiegare aerei da combattimento in azioni reali. Ciononostante, il paese perde la guerra e con essa la stabilità politica-economica necessaria per il mantenimento di una seppur minima flotta di aerei militari.

Nel 1944 ancora un'altra trasformazione per il panorama aeronautico militare nazionale. Il Cuerpo de Aviación segna il passo alla moderna Fuerza Aérea Boliviana che ricalca nell'organizzazione la ben più blasonata e famosa USAAF.

Quest'affinità con la collega americana porta i piloti boliviani ai comandi dei più famosi aerei del paese a stelle e strisce quali il North American AT-6 Texan, aereo da addestramento armato, ed il bombardiere B-25J Mitchell a cui segue il Boeing B-17G Flying Fortress nel 1956 con il doppio ruolo di bombardiere/aereo da trasporto.

Circa quattro anni più tardi arrivano i caccia a pistoni P-51 Mustang ad elica seguiti da Fairchild PT-19 e Fokker S-11 prodotti in Brasile su licenza. Ciò prepara l'aeronautica all'ingresso dei primi aerei a reazione che si concretizzerà nel 1973 con l'acquisizione di quindici Canadair T-33 Mk.3 Silver Stars. Ma questo non appaga abbastanza la giovane forza aerea che nel 1980 vorrebbe acquistare significativi quantitativi di Dassault Mirage 5, SEPECAT Jaguar e IAI Kfir C2. Tali desideri sono però regolarmente funestati dalla situazione economica non felice del paese che interdisce diversi altri progetti di modernizzazione del vetusto parco macchine bolivariano.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

La Fuerza Aérea de Bolivia è presente sul territorio nazionale in virtù dei nove aeroporti che può contare sul territorio nazionale a La Paz, Cochabamba, Santa Cruz de la Sierra, Puerto Suárez, Tarija, Villamontes, Cobija, Riberalta, e Roboré.

I maggiori comandi sono i seguenti:

  • Il Dipartimento generale comando sistemi a La Paz, dotato di sofisticati computer. Venne creato nel marzo del 1999 per sovraintendere alla modernizzazione della forza aerea.
  • I tre gruppi aerei tattici (Grupos Aéreos Tácticos)
    • GAT 61 (Roboré),
    • GAT 62,
    • GAT 63 (Villamontes)
  • Gruppo di sicurezza e difesa delle installazioni aeree (Grupo de Seguridad y Defensa de Instalaciones Aéreas—GSDIA)
    • GADA-91,
    • GADA-92,
    • GADA-93
  • Quattro aerobrigate con tredici gruppi aerei subordinati
    • Prima aerobrigata (La Paz), formata con il gruppo aereo da caccia (Grupo Aéreo Cazador—GAC) 31, i gruppi trasporto aereo (Grupos Aéreos de Transporte) 71 e 72, e il Servizio Nazionale di aerofotogrammetria (Servicio Nacional de Aerofotogrametría—SNA).
    • Seconda aerobrigata (Cochabamba), costituita dai gruppi aerei coperti 41, 51 e 52, nonché dal gruppo ricerca e soccorso aereo 51 (Grupo Aéreo de Salvataje y Rescate 51—GASR-51) creato nel 1984 e preceduto da unità analoghe costituitesi nel 1960. Ad esso si affianca il gruppo di ricerca e soccorso aereo 52 (Grupo Aéreo de Salvataje y Rescate 51—GASR-51) dislocato a Cobija nel 1987.
    • Terza aerobrigata (Santa Cruz), basata sul gruppi aerei da caccia 32, 33 e 34 a cui si deve aggiungere il Gruppi aerei d'addestramento (Grupos Aéreos de Entrenamiento—GAE) 21 e 22.
    • Quarta aerobrigata (Puerto Suárez), basata al confine del paese con il Brasile con compiti di controllo. Non si conosce la sua composizione esatta.

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio (2017)[2] Note
Aerei da addestramento
Pilatus PC-7 Turbo Trainer Svizzera Svizzera aereo da addestramento PC-7T 3[2] Dei 9 consegnati, al gennaio 2017, ne risultano operativi 3 esemplari.[2]
Hongdu K-8 Karakorum Cina Cina aereo da addestramento intermedio K-8VB 6[2][3] Dei 6 consegnati, al gennaio 2017, risultano essere tutti operativi.[2][3]
Diamond DA40 Austria Austria aereo da addestramento basico DA-40-180CS 9[2] Dei 9 consegnati, al gennaio 2017, risultano essere tutti operativi.[2]
Team Tango Foxtrot 4 Stati Uniti Stati Uniti aereo acrobatico Foxtrot 4 6[2] 1 consegnato, al gennaio 2017, non risulta in servizio.[2]
Team Tango TANGO XR Stati Uniti Stati Uniti aereo acrobatico TANGO XR 6[2] 2 consegnati, al gennaio 2017, risulta in servizio un solo esemplare.[2]
Lockheed Martin Aircraft Argentina FMA T-34 Mentor Stati Uniti Stati Uniti aereo da addestramento basico T-34A
T-34B
5[2] Dei 12 consegnati, a gennaio 2017, restano operativi 5 esemplari.[2]
Lancair 320 Huayna Stati Uniti Stati Uniti aereo da addestramento Lancair 320 1[2] 1 consegnato ed operativo a gennaio 2017[2]
Zlín Z 242 Guru Rep. Ceca Rep. Ceca aereo da addestramento Z-242L 2[2] 9 consegnati, 2 in servizio a gennaio 2017.[2]
Neiva T-25 Universal Brasile Brasile aereo da addestramento T-25  ? 6 consegnati, a gennaio 2017 non è sicura la loro operatività.[2]
Aerotec T-23 Uirapuru Brasile Brasile aereo da addestramento A-132B
T-23
2
5
Aerei da trasporto
Lockheed C-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto C-130B
C-130H
2[2]
1[2]
Dei 15 consegnati, al gennaio 2017, risultano essere operativi 3 esemplari.[2]
McDonnell Douglas DC-10 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto DC-10-10F /DC-10-30F 1/1 Acquistato a fine 2007[4]
British Aerospace Jetstream Regno Unito Regno Unito aereo da trasporto Jetstream Mk.31 2[2] 2 consegnati e tutti operativi al gennaio 2017.[2]
CASA C-212 Aviocar Spagna Spagna aereo da trasporto C.212-100/200 3[2] 3 consegnati e tutti operativi al gennaio 2017.[2]
Learjet 25 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP 25B
25D
2[2]
2[2]
Beechcraft Baron Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero Baron 55 2[2] Dei 4 consegnati, al gennaio 2017 ne risultano operativi 2 esemplari.[2]
Beechcraft Bonanza Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero Bonanza A36  ? 2 consegnati, a gennaio 2017 non è sicura la loro operatività.[2]
Beechcraft Super King Air Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP Super King Air 90/200/200C/350i 5[2] 5 consegnati di varie versioni e tutti in servizio al gennaio 2017[2]
Xian MA60 Cina Cina aereo da trasporto MA-60 2[2] 2 consegnati, 2 operativi al gennaio 2017.[2]
Cessna 206 Stationair Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero TU206G 4[2] 17 consegnati, 4 operativi al gennaio 2017.[2]
Dassault Falcon 900 Francia Francia aereo da trasporto leggero Falcon 900EX 1[2] 1 consegnato ed operativo a gennaio 2017.[2]
Cessna 402 Utiliner Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero Cessna 402C 2[2] 2 consegnati ed operativi al gennaio 2017.[2]
Elicotteri
HAL Dhruv India India elicottero leggero Dhruv ALH 2[2] 2 consegnati, al gennaio 2017, risultano essere tutti operativi.[2]
Eurocopter AS 350 Écureuil Unione europea Unione europea elicottero leggero AS350B3 2[2] 2 consegnati ed in servizio a gennaio 2017.[2]
Eurocopter AS332 Super Puma Unione europea Unione europea elicottero da trasporto AS332B1
AS332C1
AS532AC
2[2]
6[5]
2[2]
6 AS332C1 ordinati nel 2013 e tutti in servizio a giugno 2017.[5]
Eurocopter EC 135 Unione europea Unione europea elicottero leggero EC-145 3[2] 4 consegnati ed in servizio a gennaio 2017.[2]
Sud-Aviation SA 319 Alouette III Francia Francia elicottero leggero SA 319B 2[2] 2 consegnati ed ancora in servizio a gennaio 2017.[2]
Helibras HB.315 Gavilán Francia Francia
Brasile Brasile
elicottero leggero HB.315 8[2] 8 consegnati ed ancora in servizio a gennaio 2017.[2]
Bell UH-1H Iroquois Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto tattico UH-1H 16[2] Dei 26 consegnati, al gennaio 2017, ne restano in servizio 16.[2]
Bell 212 Twin Huey Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto tattico B 212 14[2] Dei 16 consegnati, al gennaio 2017, ne restano in servizio 16.[2]
Harbin Z-9 Haitun Cina Cina elicottero medio Z-9 6[2][6] 6 consegnati e tutti in servizio a gennaio 2017.[2][6]
Mil Mi-8 Hip Russia Russia elicottero da trasporto tattico Mi-8T Hip-C
Mi-17V5 Hip-H
4[2]
2[2]
6 consegnati e tutti in servizio a gennaio 2017.[2]

Aeromobili ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Munro, Bob (a cura di), Central and South America, in The World's Air Forces, London, Salamander books, 1991, p.28.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be bf bg bh bi "Le forze aeree del mondo, Bolivia" - Aeronautica & Difesa" N. 363 - 01/2017 pag. 70
  3. ^ a b "La Cina sul mercato globale della difesa" - Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2017 pp. 44-53
  4. ^ Bolivian military aviation OrBat.
  5. ^ a b "BOLIVIA RECEIVES LAST SUPER PUMA HELICOPTERS, HINTS AT FUTURE ACQUISITION", su janes.com 1 giugno 2017, URL consultato il 3 giugno 2017.
  6. ^ a b "La Cina sul mercato globale della difesa" - Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2017 pp. 44-53
  7. ^ "BOLIVIA RETIRES LAST T-33s TRAINER/ATTACK AIRCRAFT, ANNOUNCES REPLACEMENT", su janes.com, 1 agosto 2017, URL consultato il 1 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peacock, Lindsay (a cura di), World Air Forces, Coulsdon, UK, Jane's Information Group Ltd., 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]