Fuerza Aérea Uruguaya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fuerza Aérea Uruguaya
Fuerza Aérea Uruguaya.png
Descrizione generale
Attiva1952[1]
NazioneUruguay Uruguay
Servizioforze armate uruguagie
Tipoaeronautica militare
Dimensione3000 effettivi
Guarnigione/QGCaptain Boiso Lanza Air Base, Montevideo
Motto"La aviación vanguardia de la Patria"
MascotteTero
Anniversari17 marzo:fondazione dell'aviazione militare
10 agosto: Giorno dei martiri dell'aviazione militare[2]
Sito internethttps://web.archive.org/web/20090913144101/http://www.fau.com.uy/
Comandanti
Brigadier generaleHugo Marenco
(2018)[3]
Simboli
coccardaRoundel of Uruguay.svg
BandieraBanderaFAU.gif
Fin FlashFlag of Artigas.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Fuerza Aérea Uruguaya, spesso abbreviata in FAU,[4] e conosciuta internazionalmente con la denominazione in lingua inglese Uruguayan Air Force, è l'aeronautica militare dell'Uruguay e parte integrante delle forze armate uruguaiane; consta di circa 3000 uomini organizzati in 3 brigate aeree e diversi gruppi di supporto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini; l'aviazione dell'esercito[modifica | modifica wikitesto]

La storia dell'aviazione militare uruguayana è comune a molte nazioni sudamericane; l'interesse verso l'arma aerea riscosso a livello mondiale nei primi anni del XX secolo coinvolse anche il governo uruguayano che richiese alla Francia un pilota che potesse addestrare il proprio personale.[5]

A tal scopo, il 17 marzo 1913, l'Ejército Nacional istituì la Escuela de Aviación Militar (scuola di aviazione militare) posizionata nei pressi del piccolo aeroporto di Los Cerrillos, a 50 km da Montevideo.[6] Qui, l'istruttore francese con a disposizione inizialmente un biplano Farman Longhorn, battezzato affettuosamente "El Águila" (l'aquila),[6] integrati successivamente da altri dello stesso modello ed un monoplano Blériot XI, ricevette un ristretto gruppo di dieci ufficiali dell'esercito scelti per diventare i primi aviatori militari del paese. Tra questi erano presenti Juan Manuel Boiso Lanza, diventato il primo caduto della FAU in un incidente aereo il 10 agosto 1918, Alférez Cesáreo L. Berisso, il quale sarebbe successivamente diventato il comandante della scuola di aviazione,[6] Adhemar Saenz Lacueva ed Esteban Cristi.[5]

I quattro pionieri, dopo aver acquisito esperienza in Argentina e Cile, il 20 novembre 1916 fondarono la Escuela Militar de Aviación (EMA), che resterà l'unica istituzione di aviazione militare nell'Uruguay fino al 1935. Durante gli anni venti, periodo nel quale l'interesse per l'aeronautica nel paese sudamericano crebbe anche grazie all'apertura di nuove rotte commerciali, vennero progressivamente acquisiti numerosi velivoli tra i quali, oltre modelli in quantità minori, circa sedici Avro 504K, fino a tredici Breguet XIV, almeno cinque Castaibert 80 e circa 28 Nieuport 27.[5]

L'istituzione dell'Aeronáutica Militar[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[7]
Note Immagine
Aerei da combattimento
Cessna A-37 Dragonfly Stati Uniti Stati Uniti aereo da attacco al suolo A-37B 6[8][7]
A-37 Dragonfly of the Fuerza Aerea Uruguaya (11091693036).jpg
Aerei per impieghi speciali
CASA C-212 Aviocar Spagna Spagna aereo da pattugliamento marittimo C-212 MPA 4[7]
C-212 Aviocar.jpg
Aerei da addestramento
SIAI-Marchetti SF-260 Italia Italia aereo da addestramento T-260EU 10[7] 13 T-260EU acquistati nel 1999.[9]
Aermacchi T-260 de la Fuerza Aérea Uruguaya.png
Pilatus PC-7 Turbo Trainer Svizzera Svizzera aereo da addestramento PC-7U 5[7]
The Uruguayan Air Force centenary celebrations - 130316-8806-jikatu (8566541403).jpg
Aerei da trasporto
Lockheed C-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto C-130B 2[7]
Uruguayan Air Force C-130B Hercules Lofting.jpg
Embraer EMB 110 Bandeirante Brasile Brasile aereo da trasporto C-95 2[10][7]
Embraer C-95 de la Fuerza Aérea de Uruguay.jpg
Beechcraft Baron Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto UB-55 2[7]
Beechcraft UB-55 of the Uruguayan Air Force.jpg
CASA C-212 Aviocar Spagna Spagna aereo da trasporto C-212-200 1[7]
C-212 Aviocar.jpg
Embraer EMB 120 Brasilia Brasile Brasile aereo da trasporto EMB-120 1[7]
EMB 120 Brasilia Fidae 2016.jpg
Bae HS125 Regno Unito Regno Unito aereo da trasporto VIP C-29 (HS125-700) 1[11] 1 HS125-700 consegnato ed utilizzato per il trasporto presidenziale.[11]
C-29.jpg
Elicotteri
Aerospatiale AS 365 Dauphin Francia Francia elicottero utility AS 365N2 2[8][7]
Airbus AS-365 Dauphin de la Fuerza Aérea Uruguaya.jpg
Bell 212 Twin Huey Stati Uniti Stati Uniti elicottero utility Bell 212 2[12][7] 3 Bell 212 consegnati (due nel 1981, 1 nel 2012), 2 in servizio al febbraio 2019.[12]
Bell212 Twin Huey.jpg
Bell UH-1 Iroquois Stati Uniti Stati Uniti elicottero utility UH-1H 3[7]
Uruguayan Air Force Bell UH-1H.jpg
Helibras Esquilo Brasile Brasile elicottero utility UH-55 1[7]

Aeromobili ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come Fuerza Aérea Militar indipendente dal comando dell'esercito. Il primo nucleo, Escuela de Aviación Militar, nasce nel 1913, per poi diventare Aeronáutica Militar nel 1935.
  2. ^ Día de los Mártires de la Aviación Militar in Fuerza Aérea Uruguaya (sito istituzionale).
  3. ^ "NUEVO COMANDANTE EN JEFE DE LA FUERZA AÉREA URUGUAYA Y NUEVO JEFE DEL ESTADO MAJOR DE LA DEFENSA", su defensa.com, 18 dicembre 2018, URL consultato il 1 gennaio 2019.
  4. ^ Munro, Bob (a cura di), Central and South America, in The World's Air Forces, London, Salamander books, 1991, p.44.
  5. ^ a b c Uruguayan Air Force, Fuerza Aérea Uruguaya in Scramble.
  6. ^ a b c (ES) Los Pioneros, su Fuerza Aérea Uruguaya, http://www.fau.com.uy/. URL consultato il 23 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2010).
  7. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 33. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  8. ^ a b "LA LLEGADA DE HELICÓPTEROS MARCARÁ LA AGENDA DE URUGUAY PARA EL NUEVO AÑO", su infodefensa.com, 29 dicembre 2018, URL consultato il 1 gennaio 2019.
  9. ^ "20 AÑOS DEL LEONARDO SF 260 EN LA FURZA AÉREA URUGUAYA", su defensa.com, 13 maggio 2019, URL consultato il 13 maggio 2019.
  10. ^ "PRESENTADO A LA FUERZA AÉREA URUGUAYA EL CESSNA GRAND CARAVAN EX", su defensa.com, 17 giugno 2019, URL consultato il 20 giugno 2019.
  11. ^ a b "URUGUAY CONTRATA A HONEYWELL EL MANTENIMIENTO DE SU AVIÓN PRESIDENCIAL", su infodefensa.com, 26 gennaio 2019, URL consultato il 26 gennaio 2019.
  12. ^ a b "US SEEKS USED 212 HELO FOR URUGUAY", su janes.com, 8 febbraio 2019, URL consultato il 8 febbraio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peacock, Lindsay (a cura di), World Air Forces, Coulsdon, UK, Jane's Information Group Ltd., 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]