Fuerza Aérea de Chile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fuerza Aérea de Chile
Forza aerea del Cile
Coat of arms of the Chilean Air Force.svg
Descrizione generale
Attiva 21 marzo 1930 - oggi
Nazione Cile Cile
Servizio forze armate cilene
Tipo aeronautica militare
Dimensione 10.600 effettivi (2006-2007)
Motto «quam celerrime ad astra»
Comandanti
General del Aire Jorge Robles Mella [1]
Simboli
coccarda Roundel of Chile.svg
coccarda a bassa visibilità Roundel of Chile low visibility.svg

[senza fonte]

Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Fuerza Aérea de Chile, spesso abbreviata in FACh,[2] è l'attuale aeronautica militare del Cile e parte integrante delle forze armate cilene.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 dicembre 1920 il tenente colonnello Pedro Pablo Dartnell, fondò il Servicio de Aviación Militar de Chile. A questo primo nucleo si aggiunse nel 1913 una vera e propria scuola per piloti (infatti prima di allora l'addestramento veniva effettuato in Francia). Nel 1930 gli elementi dell'allora esistente vennero riuniti all'interno del neonato Subsecretaria de Aviación. La struttura dell'attuale Fuerza Aérea de Chile divenne visibile a partire dal 1945, anno in cui venne creato il Grupo de Transporte No.1, equipaggiato con due Beechcraft 18 ed un T-6 Texan e di stanza nella zona di Los Cerillos. Dopo la Seconda guerra mondiale il Cile ricevette nuovi aerei sia dagli USA che dall'Europa.

Industria aeronautica[modifica | modifica wikitesto]

Il Cile ha anche una propria industria aeronautica,la ENAER, che ha prodotto, ad esempio, l'aereo da addestramento T-35 Pillán, che ha riscontrato anche un certo successo nelle esportazioni; LENAER ha anche assemblato il caccia spagnolo CASA C-101 Aviojet. Inoltre circolano voci riguardo a delle trattative tra lENAER e la brasiliana Embraer per la realizzazione del primo caccia interamente prodotto in Sud America.

Comandanti della FACh[3][modifica | modifica wikitesto]

KC-135 cileno (2010).
Nome Dal Al
Arturo Merino Benítez 1930 1931
Adirio Jessen Ahumada 1932 1932
Ramón Vergara Montero 1932 1932
Marmaduque Grove Vallejos 1932 1932
Diego Aracena Aguilar 1932 1939
Armando Castro López 1939 1943
Manuel Tovarías Arroyo 1943 1946
Oscar Herreros Walker 1946 1947
Aurelio Celedón Palma 1947 1952
Armando Ortíz Ramírez 1952 1955
Renato García Vergara 1955 1955
Diego Barros Ortíz 1955 1961
Eduardo Jensen Franke 1961 1964
Máximo Errázuriz Ward 1964 1969
Carlos Guerraty Villalobos 1969 1970
César Ruiz Danyau 1970 1973
Gustavo Leigh Guzmán 1973 1978
Fernando Matthei Aubel 1978 1991
Ramón Vega Hidalgo 1991 1995
Fernando Rojas Vender 1995 1999
Patricio Ríos Ponce 1999 2002
Osvaldo Sarabia Vilches 2002 2006
Ricardo Ortega Perrier 2006 2010
Jorge Rojas Avila 2010 2014
Jorge Robles Mella 2014 -

Progetti futuri[modifica | modifica wikitesto]

Il Cile ha acquistato 10 caccia F-16 dagli Stati Uniti nell'ambito del programma “Peace Puma” con cui si spera di creare una collaborazione di lunga durata tra i due paesi; il prezzo per i dieci caccia, le munizioni e la manutenzione è stato fissato a 900 milioni di dollari.[4]

Inoltre la Fuerza Aérea de Chile ha acquistato dai surplus della Koninklijke Luchtmacht (l'aeronautica militare olandese) 36 F-16A/B MLU di seconda mano, in due lotti nel 2005 e nel 2009.[5]

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione (denominazione locale) In servizio (2017)[6] Note
Aerei da combattimento
Lockheed Martin F-16 Fighting Falcon Stati Uniti Stati Uniti cacciabombardiere
conversione operativa
cacciabombardiere
conversione operativa
F-16C Block 50
F-16D Block 52
F-16A MLU
F-16B MLU
6[5]
4[5]
29[5]
7[5]
10 F-16C/D nuovi dagli Stati Uniti nel 2002, 36 F-16A/B MLU (comprati in due lotti nel 2005 e nel 2009) di seconda mano dai surplus della Koninklijke Luchtmacht olandese.[5] È in studio un programma di aggiornamento di tutta la flotta di 46 velivoli con un radar AESA e l'acquisto di ulteriori 6/8 aerei block 50 entro il 2021, in modo da avere una flotta aggiornata ben oltre il 2030.[7][6]
Northrop F-5 Tiger II Stati Uniti Stati Uniti cacciabombardiere
conversione operativa
F-5E
F-5F
9[8][6]
2[8][6]
Dei 18 aerei (15 monoposto e 2 biposto) consegnati nel 1976, 14 sono stati aggiornati dalla IAI Israeliana allo standard F-5E Tiger III.[8] Questo programma di aggiornamento comportava l'installazione di un radar multifunzione ad Impulsi Doppler Elta EL/M-2032B, nuovo HUD, HUD, comandi HOTAS, INS/GPS, nuova suite per guerra elettronica comprendente RWR ed ECM, e nuove armi come i missili aria-aria Rafael Shafrir o Python III.[8] Il montaggio del nuovo radar impose la soppressione di uno dei due cannoni M39.[8]
CASA A-36 Toqui Spagna Spagna aereo d'attacco leggero A-36 Toqui 17 23 consegnati; 22 costruiti localmente dalla ENAER.
Aerei AWACS e per impieghi speciali
IAI EB-707 Condor Israele Israele AWACS EB-707 1[6] 1 consegnato.[6]
Cirrus SR22 Stati Uniti Stati Uniti aereo ISR SR22T 4[6] 4 consegnati.[6]
Aerei per rifornimento in volo
Boeing KC-135 Stratotanker Stati Uniti Stati Uniti aereo per rifornimento in volo KC-135E
KC-1353R
3[9][6]
2[6]
3 esemplari ex USAF sottoposti ad upgrade da Boeing, acquistati nel 2009 e consegnati entro marzo 2012.[9]
Aerei da addestramento
Embraer EMB 314 Super Tucano Brasile Brasile aereo da addestramento
COIN
EMB-314 12[10] 12 velivoli ordinati ad agosto 2008. Embraer ha consegnato i primi aerei nella seconda metà del 2009.[10]
CASA T-36 Halcon Spagna Spagna aereo da addestramento T-36 Halcon 7 12 consegnati; 8 costruiti localmente dalla ENAER.
Enaer T-35 Pillán Cile Cile aereo da addestramento T-35A
T-35B
32[6]
Extra 300 Germania Germania aereo acrobatico 300L 6
Pitts Special Stati Uniti Stati Uniti aereo acrobatico S-2S 1
Aerei da trasporto
Lockheed C-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto C-130B
C-130H
C-130R
4[6]
Boeing 737 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP B737 1[6]
Boeing 767 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasportoVIP 767-3Y0ER 1[11] Un esemplare di seconda mano acquistato nell'Agosto 2008, viene utilizzato per il trasporto presidenziale.[11]
CASA C-212 Aviocar Spagna Spagna aereo da trasporto C-212-200
C-212-300
3[6]
Cessna 206 Stationair Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero 2
Cessna O-2 Skymaster Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP O-2A 2
Cessa CitationJet CJ1 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP
aereo da addestramento
CJ1 4[6]
de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter Canada Canada aereo da trasporto DHC-6-100
DHC-6-300
6[6]
Beechcraft 99 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto
ricognizione
99A 6 modificato localmente.
Beechcraft King Air Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero B100
B200
B300
1
1
1
Gulfstream IV Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP 4
Gulfstream III Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP 1
Learjet C-21 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP
Aerofotogrammetria
35A 2
Piper PA-28 Dakota Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero PA-28-236 10
Elicotteri
Bell UH-1 Iroquois Stati Uniti Stati Uniti elicottero utility UH-1H 15[6] Ne sono stati acquistati altri 4 di seconda mano dagli USA.
Bell 206 JetRanger Stati Uniti Stati Uniti elicottero leggero 206B 4[6]
Bell 412 Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto 412EP 15[6] 12 nuovi elicotteri sono stati acquistati a Novembre 2007.
MBB Bo 105 Germania Germania elicottero leggero 1 Ne sono stati venduti 5 a privati.
MBB-Kawasaki BK 117 Germania Germania
Giappone Giappone
elicottero leggero BK 117B-1 1
Sikorsky S-70A Black Hawk Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto S-70A
S-70i
1[12]
0[12]
1 S-70A consegnato nel 1998 più 6 S-70i ordinati a dicembre 2016 che saranno consegnati dal 2018.[12][6]

Aeromobili ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "FUERZA AEREA DE CHILE WEBSITE", su fach.cl, 30 settembre 2016, URL consultato il 30 settembre 2016.
  2. ^ Munro, Bob (a cura di), Central and South America, in The World's Air Forces, London, Salamander books, 1991, p.32.
  3. ^ "EX COMANDANTES EN JEFE", su fach.cl, 30 settembre 2016, URL consultato il 30 settembre 2016.
  4. ^ Flight International, 5-11 July 2005, page 16.
  5. ^ a b c d e f "CHILE CLOSE TO DEAL FOR 18 F-16s FROM THE NETHERLANDS", su f-16.net, 29 aprile 2009, URL consultato il 30 settembre 2016.
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t (EN) World Air Force 2017 (PDF), su Flightglobal.com, p. 8. URL consultato il 03 novembre 2017.
  7. ^ "CHILE EYES F-16 UPGRADES NEW AESA RADARS", su janes.com, 3 novembre 2017, URL consultato il 3 novembre 2017.
  8. ^ a b c d e "NORTHROP F-5E/F TIGER II IN SERVICE WITH CHILE", su joebaugher.com, 29 settembre 2015, URL consultato il 30 settembre 2016.
  9. ^ a b "CHILE BOLSTERS DEFENSE WITH BOEING PROGRAM", su spacewar.com, 29 marzo 2012, URL consultato il 30 settembre 2016.
  10. ^ a b "EMB-314 SUPER TUCANO ORDERS AND DELIVERIES", su airforce-technology.com, 2008, URL consultato il 30 settembre 2016.
  11. ^ a b "CHILE AN PRESIDENCY CHANGES AGEING 707 WITH BOEING 767-300, su mercopress.com, 2 settembre 2008, URL consultato il 30 settembre 2016.
  12. ^ a b c "CHILE SIGNS FOR BLACK HAWK HELOS", su janes.com, 8 dicembre 2016, URL consultato il 25 luglio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peacock, Lindsay (a cura di), World Air Forces, Coulsdon, UK, Jane's Information Group Ltd., 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN141332810