Fuerza Aérea de Chile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fuerza Aérea de Chile
Forza aerea del Cile
Coat of arms of the Chilean Air Force.svg
Descrizione generale
Attiva21 marzo 1930 - oggi
NazioneCile Cile
Servizioforze armate cilene
Tipoaeronautica militare
Dimensione10.600 effettivi (2006-2007)
Motto«quam celerrime ad astra»
Comandanti
General del AireJorge Robles Mella [1]
Simboli
coccardaRoundel of Chile.svg
coccarda a bassa visibilitàRoundel of Chile low visibility.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Fuerza Aérea de Chile, spesso abbreviata in FACh,[2] è l'attuale aeronautica militare del Cile e parte integrante delle forze armate cilene.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 dicembre 1920 il tenente colonnello Pedro Pablo Dartnell, fondò il Servicio de Aviación Militar de Chile. A questo primo nucleo si aggiunse nel 1913 una vera e propria scuola per piloti (infatti prima di allora l'addestramento veniva effettuato in Francia). Nel 1930 gli elementi dell'allora esistente vennero riuniti all'interno del neonato Subsecretaria de Aviación. La struttura dell'attuale Fuerza Aérea de Chile divenne visibile a partire dal 1945, anno in cui venne creato il Grupo de Transporte No.1, equipaggiato con due Beechcraft 18 ed un T-6 Texan e di stanza nella zona di Los Cerillos. Dopo la Seconda guerra mondiale il Cile ricevette nuovi aerei sia dagli USA che dall'Europa.

Industria aeronautica[modifica | modifica wikitesto]

Il Cile ha anche una propria industria aeronautica,la ENAER, che ha prodotto, ad esempio, l'aereo da addestramento T-35 Pillán, che ha riscontrato anche un certo successo nelle esportazioni; L'ENAER ha anche assemblato il caccia spagnolo CASA C-101 Aviojet. Inoltre circolano voci riguardo a delle trattative tra l'ENAER e la brasiliana Embraer per la realizzazione del primo caccia interamente prodotto in Sud America.

Comandanti della FACh[3][modifica | modifica wikitesto]

KC-135 cileno (2010).
Nome Dal Al
Arturo Merino Benítez 1930 1931
Adirio Jessen Ahumada 1932 1932
Ramón Vergara Montero 1932 1932
Marmaduque Grove Vallejos 1932 1932
Diego Aracena Aguilar 1932 1939
Armando Castro López 1939 1943
Manuel Tovarías Arroyo 1943 1946
Oscar Herreros Walker 1946 1947
Aurelio Celedón Palma 1947 1952
Armando Ortíz Ramírez 1952 1955
Renato García Vergara 1955 1955
Diego Barros Ortíz 1955 1961
Eduardo Jensen Franke 1961 1964
Máximo Errázuriz Ward 1964 1969
Carlos Guerraty Villalobos 1969 1970
César Ruiz Danyau 1970 1973
Gustavo Leigh Guzmán 1973 1978
Fernando Matthei Aubel 1978 1991
Ramón Vega Hidalgo 1991 1995
Fernando Rojas Vender 1995 1999
Patricio Ríos Ponce 1999 2002
Osvaldo Sarabia Vilches 2002 2006
Ricardo Ortega Perrier 2006 2010
Jorge Rojas Avila 2010 2014
Jorge Robles Mella 2014 -

Gli F-16 della FACh[modifica | modifica wikitesto]

L'acquisizione dell'F-16 da parte della FACh è iniziata il 27 dicembre 2000, quando il governo cileno decise di acquistare 10 F-16C/D Block 50 di nuova costruzione dalla Lockheed Martin, nell'ambito del programma "Peace Puma".[4] L'accordo che verteva sulla consegna di 6 F-16C monoposto e 4 F-16D biposto, fu firmato il 2 febbraio 2002. Il primo aereo fu presentato alla stampa il 14 aprile 2005 ed ha iniziato a volare dalla Base Aerea di Edwards nel giugno 2005, mentre l'avvio delle consegne si é avuto nel 2007.[5]

Nel novembre 2004, la FACh era ansiosa di sostituire con urgenza la sua flotta di veterani Mirage 50 e Mirage 5M, i cui costi di manutenzione erano diventati alti e in crescita, con le parti di ricambio sempre più difficili da ottenere. Vista la necessità di un successore da ottenere in breve tempo, ha avviato trattative con il governo olandese per comprare un lotto di 18 F-16 ex RNAF aggiornati con il programma di aggiornamento di mezza vita MLU (Mid Life Updated).[6] Dopo aver chiuso la base aerea di Twente nel 2004 e aver sciolto il 315° squadron, i Paesi Bassi decisero di mettere in vendita i loro cacciabomdardieri in surplus. Tenendo conto che questi velivoli erano conformi alle specifiche cilene, iniziarono le trattative con il governo olandese per l'eventuale acquisto, che si conclusero nell'ottobre 2005, dopo aver deciso di acquisire 11 F-16AM monoposto e 7 F-16BM biposto, tutti sottoposti all'aggiornamento MLU, che furono consegnati tra l'agosto 2006 e il settembre 2007. Di conseguenza, un nuovo squadron F-16 fu formato dopo che i Mirage furono ritirati. Prima della consegna, gli F-16 sono stati modificato, smontando il carrello di atterraggio per effettuare una revisione completa e l'installazione di nuovo software nell'aereo, qualcosa di necessario, perché gli Stati Uniti non concessero la fornitura dell'originale ai cileni. Infine, il meccanismo di frenata francese fu sostituito dall'originale, ma vecchio, americano. In preparazione della consegna degli F-16 MLU, i piloti e i tecnici per la manutenzione hanno frequentato un corso di dieci mesi nei Paesi Bassi con l'RNAF, al fine di prepararli e qualificarli nella gestione del velivolo. In totale, otto gruppi con 75 studenti sono stati istruiti nelle seguenti specializzazioni: Manutenzione in linea, Avionica, Tecnico delle armi, Meccanica dei motori e Specialista di sicurezza in Volo. La formazione è stata divisa in una parte teorica a Hoogerheide (Olanda), a cura della RNAF; e una pratica alla World Class Aviation Academy (WCAA), completando la formazione dei 75 allievi.

Primo accordo[modifica | modifica wikitesto]

Prima della consegna, il 4 settembre 2006, un C-130H atterrò a Twente per prendere un certo numero di seggiolini eiettabili che erano inclusi nell'accordo. Un altro aereo da trasporto, un Ilyushin Il-76 della Volga Air, fu noleggiato per spostare il resto delle parti di ricambio. Alle 09:00 di quel giorno, il primo F-16 decollò e fu rifornito da un trireattore autocisterna della petroliera K(D)C-10 sulla Francia, diretto alla base aerea di Gando in Gran Canaria.[5]

Il secondo lotto di quattro velivoli, di cui due serviti come sostituti, decollò da Twente alle 13:00, essendo rifornito dal K(D)C-10 mentre si recava a Gando. Dopo essersi fermati per la notte, partirono per l'aeroporto Gilberto Freyre (Recife), in Brasile, dove avrebbero fatto rifornimento. Quando i velivoli raggiunsero Cerro Moreno (Cile), le insegne ed i numeri seriali olandesi in adesivi, che erano apposti su qurlli cileni, furono rimossi ed i velivoli furono ufficialmente accettati dalla FACh. I velivoli consegnati in questo primo lotto erano:

  • J-657 F-16BM NAF81
  • J-141 F-16AM NAF82
  • J-885 F-16BM NAF83
  • J-656 F-16BM NAF84
  • J-652 F-16BM NAF85 (sostituzione)
  • J-194 F-16AM NAF86
  • J-139 F-16AM NAF87 (sostituzione)
  • J-633 F-16AM NAF88

La partenza del secondo lotto fu pianificata per il 5 marzo 2007, ma fu annullata perché i KDC-10 non erano entrambi disponibili per quella data. Il volo fu posticipato di 48 ore, perché uno dei tanker era a terra e l'altro era assegnato alle operazioni in Afghanistan. Ciò portò allo spostamento della partenza al 5 aprile. Alle 10:00, ora locale, i 6 F-16 partirono per Gando, dove sarebbero rimasti al massimo per due giorni. Il gruppo di velivoli usò le stesse tappe del lotto precedente, facendo scalo per il carburante in Brasile prima di arrivare in Cile. I due aerei sostitutivi, ]-360 e ]-650, hanno raggiunto Gando Via Monte Real, poiché la capacità di rifornimento massima del K(D)C-10 era per sei aerei. I due velivoli di riserva hanno seguito lo stesso percorso fino a Twente il 10 aprile. I velivoli inclusi nel secondo lotto erano:

  • J-652 F-16BM NAF81
  • J-205 F-16AM NAF82
  • J-649 F-16AM NAF83
  • J-137 F-16AM NAF84
  • J-878 F-16AM NAF85
  • J-139 F-16AM NAF86
  • J-360 F-16AM NAF87
  • J-650 F-16BM NAF88

La partenza del terzo gruppo di velivoli fu programmata per il 3 giugno 2007, lasciando Twente alle 09:53 ora locale con il K(D)C-10, che era già su Bruxelles in attesa di rifornire i sei F-16 diretti in Spagna, via Reims. Uno di questi, il ]-622, ebbe dei problemi tecnici e il pilota decise per precauzione di atterrare presso la base aerea di Torrejon de Ardoz (Madrid). Dopo che il problema fu risolto, decollò nel tardo pomeriggio, unendosi agli altri cinque velivoli a Gando. I velivoli inclusi nel terzo lotto erano:

  • J-211 F-16BM NAF81
  • J-143 F-16AM NAF82
  • J-655 F-16BM NAF83
  • J-360 F-16AM NAF84
  • J-619 F-16BM NAF85
  • J-622 F-16AM NAF86

Secondo accordo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008, un altro lotto di 18 F-16 fu venduto al Cile.[6][5] Il 25 maggio 2009, l'ordine fu confermato dal Ministero della Difesa del paese europeo per la creazione di un'altra squadron, nell'ottica della sostituzione del vecchio F-5. Questo secondo lotto di F-16 acquistati comprendeva aerei ririrati dal servizio prematuramente a seguito dei tagli alla Difesa olandese decisi nel 2006. Le nuove consegne di F-16 MLU in eccedenza al Cile iniziarono il 1 giugno 2010, con il primo lotto di aerei che lasciò l'Olanda il 5 novembre 2010. Il secondo lotto consisteva anche di una mezza dozzina di dispositivi, resi disponibili dalla Base Aerea Volkel, dalla quale partirono il 6 aprile 2011. Un aereo appartenente a questo lotto a causa di problemi tecnici fu costretto a partire solo il 30 agosto. La consegna del quarto lotto al Cile è avvenuta dalla base aerea di Leeuwarden, il 4 novembre 2010. Gli aerei seguirono lo stesso percorso utilizzato dai velivoli del primo accordo e, poiché nessuno presentò problemi tecnici, il trasferimento andò secondo i piani. I velivoli inclusi in questo lotto erano:

  • J-138 F-16AM NAF81
  • J-192 F-16AM NAF82
  • J-198 F-16AM NAF83
  • J-207 F-16AM NAF84
  • J-864 F-16AM NAF85
  • J-869 F-16AM NAF86

Tra i cacciabombardieri che avevano lasciato la base aerea di Leeuwarden, fu incluso anche il ]-255 che, trasportato in Cile via nave, venne utilizzato per l'addestramento a terra. Il quinto gruppo è stato il primo a essere consegnato dalla base aerea di Volkel. Nelle prime ore del mattino gli F-16 decollarono, ma uno, il J-627, ebbe problemi e ritornò indietro. Di conseguenza, il giorno dopo, il J-058 partì per Gando per unirsi agli altri cinque, mentre l'aereo danneggiato fu riparato e consegnato nel sesto e ultimo lotto. I velivoli inclusi in questo lotto erano:

  • J-058 F-16AM NAF81
  • J-204 F-16AM NAF82
  • J-617 F-16AM NAF83
  • J-636 F-16AM NAF84
  • J-648 F-16AM NAF85
  • J-867 F-16AM NAF86

Il sesto lotto di cinque F-16 lasciò Volkel il 29 agosto 2011, alle ore 10:00 locali diretto a Gran Canaria. Il ]-627 ebbe di nuovo problemi tecnici, questa volta durante l'avvio, e partì il giorno dopo per unirsi agli altri aerei già a Gando. Uno dei dispositivi inclusi, il J-640, fu danneggiato senza possibilità di essere riparato in quanto tocco terra con la pancia a Charleroi, dove fu costretto a subire un delicato intervento di manutenzione dalla SABCA e, di conseguenza, fu sostituito da un altro aereo. Tutti gli aerei del sesto lotto portavano un adesivo del programma Pace Amstel II, con il ]-875 che portava un disegno speciale sulla coda, su cui c'era scritto il motto "Chile II, lo abbiamo fatto di nuovo".

  • J-203 F-16AM NAF81
  • J-365 F-16AM NAF82
  • J-620 F-16AM NAF83
  • J-627 F-16AM NAF84
  • J-874 F-16AM NAF85
  • J-875 F-16AM NAF86

Con le ultime consegne, il totale di F-16 MLU della RNAF annoverati nell'inventario cileno è di 36 velivoli, 29 dei quali monoposto F-16AM e 7 biposto F-16BM.

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

Aeromobile Origine Tipo Versione (denominazione locale) In servizio
(2018)[7][8][9]
Note Immagine
Aerei da combattimento
Lockheed Martin F-16 Fighting Falcon Stati Uniti Stati Uniti cacciabombardiere
conversione operativa
cacciabombardiere
conversione operativa
F-16C Block 50
F-16D Block 52
F-16A MLU4
F-16B MLU4
6[7][8][9][10][6]
4[7][8][9][10][6]
29[7][8][9][10][6]
7[7][8][9][10][6]
10 F-16C/D nuovi dagli Stati Uniti nel 2002, 36 F-16A/B MLU (comprati in due lotti nel 2005 e nel 2009) di seconda mano dai surplus della Koninklijke Luchtmacht olandese.[6] È in studio un programma di aggiornamento di tutta la flotta di 46 velivoli con un radar AESA e l'acquisto di ulteriori 6/8 aerei block 50 entro il 2021, in modo da avere una flotta aggiornata ben oltre il 2030.[11][9]
F-16 AM Fighting Falcon.JPG
Northrop F-5 Tiger II Stati Uniti Stati Uniti cacciabombardiere
conversione operativa
F-5E
F-5F
7[7][8][9][12]
2[7][8][9][12]
Dei 18 aerei (15 monoposto e 2 biposto) consegnati nel 1976, 14 sono stati aggiornati dalla IAI Israeliana allo standard F-5E Tiger III.[12] Questo programma di aggiornamento comportava l'installazione di un radar multifunzione ad Impulsi Doppler Elta EL/M-2032B, nuovo HUD, comandi HOTAS, INS/GPS, nuova suite per guerra elettronica comprendente RWR ed ECM, e nuove armi come i missili aria-aria Rafael Shafrir o Python III.[12] Il montaggio del nuovo radar impose la soppressione di uno dei due cannoni M39.[12]
Chile Air Force Northrop F-5E Tigre III Lofting-2 (cropped).jpg
CASA A-36 Toqui II Spagna Spagna aereo d'attacco leggero A-36CC Toqui II 12[7][8] 23 consegnati; 22 costruiti localmente dalla ENAER.
A-36 Toqui, Chilean Air Force (FACh).jpg
Aerei AWACS e per impieghi speciali
IAI EB-707 Condor Israele Israele AWACS EB-707 1[7][8][9] 1 consegnato.[9]
EB-707 Condor, Chilean Air Force (FACh) v2.jpg
Aeromobili a pilotaggio remoto
Elbit Hermes 900 Israele Israele UAV Hermes 900 3[8]
Elbit Hermes 900s.JPG
Aerei per rifornimento in volo
Boeing KC-135 Stratotanker Stati Uniti Stati Uniti aereo per rifornimento in volo KC-135E 3[7][8][9][13] 3 esemplari ex USAF sottoposti ad upgrade da Boeing, acquistati nel 2009 e consegnati entro marzo 2012.[13]
KC-135E Stratotanker, Chilean Air Force (FACh).JPG
Lockheed KC-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti aereo per rifornimento in volo KC-130R 2[7][13][9] 4 esemplari ex United States Marine Corps.[14]
Aerei da addestramento
Embraer EMB 314 Super Tucano Brasile Brasile aereo da addestramento
COIN
A-29B 14[15][7][9][16][8] 12 A-29B ordinati nell'agosto 2008 e ricevuti tra il 2009 e il 2010.[16][15] Ulteriori 6 Super Tucano sono stati ordinati ad ottobre 2017 e le consegne sono iniziate a marzo 2018.[15]
Enaer T-35 Pillán Cile Cile aereo da addestramento T-35A-1
T-35B
24[7][8][9]
Cirrus SR22 Stati Uniti Stati Uniti aereo da addestramento SR-22T 6[7][8][10][17] 8 consegnati.[10][17]
Piper PA-28 Stati Uniti Stati Uniti aereo da addestramento PA-28-235 10[7] 10 consegnati.[7]
Extra 300 Germania Germania aereo acrobatico 300L 5[7][8] 6 consegnati.[7]
Pitts Special Stati Uniti Stati Uniti aereo acrobatico S-2S 1[7]
Aerei da trasporto
Lockheed C-130 Hercules Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto C-130H 2[7][8] 3 C-130H consegnati.[7]
Boeing 737 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP B737-300
B737-58N
1[7][8][9]
1[7][8]
Boeing 767 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasportoVIP 767-300ER 1[8][18] Un esemplare di seconda mano acquistato nell'Agosto 2008, viene utilizzato per il trasporto presidenziale.[18]
CASA C-212 Aviocar Spagna Spagna aereo da trasporto C-212-200
C-212-300
3[7][8][9] 4 consegnati.[7]
Cessna 206 Stationair Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto leggero C206 2[7]
Cessna O-2 Skymaster Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP O-2A 5[7][9]
Cessna CitationJet CJ1 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP
aereo da addestramento
CJ1 4[7][8][9]
de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter Canada Canada aereo da trasporto DHC-6-100
DHC-6-300
11[8][9] 20 consegnati.[7]
Gulfstream IV Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP G IV 3[7][8]
Gulfstream III Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP G III 1[7]
Learjet C-21 Stati Uniti Stati Uniti aereo da trasporto VIP
Aerofotogrammetria
35A 2[7][8]
Elicotteri
Bell UH-1 Iroquois Stati Uniti Stati Uniti elicottero utility UH-1H 13[7][8][9] Ne sono stati acquistati altri 4 di seconda mano dagli USA.
Bell 206 JetRanger Stati Uniti Stati Uniti elicottero leggero 206B 4[7][8][9]
Bell 412 Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto 412EP
412SP
12[8][9]5[7] 12 nuovi elicotteri sono stati acquistati a Novembre 2007.
Helibras HB-350 Esquilo Brasile Brasile elicottero leggero HB-350B 1[7] 1 consegnato.[7]
MBB-Kawasaki BK 117 Germania Germania elicottero leggero BK-117B-1 2[7]
Sikorsky S-70A Black Hawk Stati Uniti Stati Uniti elicottero da trasporto S-70A-39
S-70i
1[7][8][19]
0[7][19]
1 S-70A consegnato nel 1998 più 6 S-70i ordinati a dicembre 2016 che saranno consegnati dal 2018.[7][10][19][9]

Aeromobili ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "FUERZA AEREA DE CHILE WEBSITE" Archiviato il 15 ottobre 2016 in Internet Archive., su fach.cl, 30 settembre 2016, URL consultato il 30 settembre 2016.
  2. ^ Munro, Bob (a cura di), Central and South America, in The World's Air Forces, London, Salamander books, 1991, p.32.
  3. ^ "EX COMANDANTES EN JEFE" Archiviato il 14 novembre 2016 in Internet Archive., su fach.cl, 30 settembre 2016, URL consultato il 30 settembre 2016.
  4. ^ Flight International, 5-11 July 2005, page 16.
  5. ^ a b c "LOS F-16 DE LA FUERZA AÉREA CHILENA", su defensa.com, 29 maggio 2018, URL consultato il 30 maggio 2018.
  6. ^ a b c d e f g "CHILE CLOSE TO DEAL FOR 18 F-16s FROM THE NETHERLANDS", su f-16.net, 29 aprile 2009, URL consultato il 30 settembre 2016.
  7. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao "Le forze aeree del mondo. Cile" - "Aeronautica & Difesa" N. 378 - 04/2018 pag. 70
  8. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab "FUERZA AÉREA DE CHILE: ESTRUCTURA Y EQUIPAMIENTO", su defensa.com, 24 marzo 2018, URL consultato il 26 marzo 2018.
  9. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w (EN) World Air Force 2018 (PDF), su Flightglobal.com, p. 14. URL consultato il 2 marzo 2018.
  10. ^ a b c d e f g "CHILE SE PREPARA PARA RECIBIR HELICÓPTEROS BLACK HAWK Y ACTUALIZA SU FLOTA DE ENTRENAMIENTO", su infodefensa.com, 27 dicembre 2017, URL consultato il 3 gennaio 2018.
  11. ^ "CHILE EYES F-16 UPGRADES NEW AESA RADARS", su janes.com, 3 novembre 2017, URL consultato il 3 novembre 2017.
  12. ^ a b c d e "NORTHROP F-5E/F TIGER II IN SERVICE WITH CHILE" Archiviato il 14 ottobre 2016 in Internet Archive., su joebaugher.com, 29 settembre 2015, URL consultato il 30 settembre 2016.
  13. ^ a b c "CHILE BOLSTERS DEFENSE WITH BOEING PROGRAM", su spacewar.com, 29 marzo 2012, URL consultato il 30 settembre 2016.
  14. ^ "EL ÚLTIMO DE LOS KC-130R HERCULES DE LA FUERZA AÉREA DE CHILE LLEGA A CANARIAS PROCEDENTE DE JORDANIA", su defensa.com, 1 dicembre 2017, URL consultato il 3 dicembre 2017.
  15. ^ a b c "CHILEAN AIR FORCE RECEIVES MORE EMBRAER SUPER TUCANOS", su janes.com, 22 marzo 2018, URL consultato il 23 marzo 2018.
  16. ^ a b "EMB-314 SUPER TUCANO ORDERS AND DELIVERIES", su airforce-technology.com, 2008, URL consultato il 30 settembre 2016.
  17. ^ a b "LA FACH ASIGNA DOS AVIONES DE ENTRENAMIENTO CIRRUS SR-22T AL GRUPO DE AVIACIÓN N°8", su infodefensa.com, 2 dicembre 2017, URL consultato il 4 dicembre 2017.
  18. ^ a b "CHILE AN PRESIDENCY CHANGES AGEING 707 WITH BOEING 767-300, su mercopress.com, 2 settembre 2008, URL consultato il 30 settembre 2016.
  19. ^ a b c "CHILE SIGNS FOR BLACK HAWK HELOS" Archiviato il 7 novembre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 8 dicembre 2016, URL consultato il 25 luglio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peacock, Lindsay (a cura di), World Air Forces, Coulsdon, UK, Jane's Information Group Ltd., 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141332810