Franco Eco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Franco Eco
Franco Eco Festival de Cannes.jpg
Franco Eco al Festival di Cannes nel 2017.
NazionalitàItalia Italia
GenereColonna sonora
Periodo di attività musicale2009 – in attività
StrumentoPianoforte
EtichettaWarner Chappell Music Italiana, Sony Music, Ala Bianca
Album pubblicati15
Studio15
Sito ufficiale

Franco Eco (Crotone, 28 settembre 1984) è un compositore, direttore artistico, regista teatrale e produttore discografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Franco Eco e Ennio Morricone al Premio Sonora nel 2014.

Dopo un periodo di attività nel teatro come aiuto alla regia di Gabriele Lavia e Glauco Mauri, nel 2007 esordisce con il suo primo album dal titolo "Dante Concert" dedicato ai personaggi della Divina Commedia di Dante Alighieri. L'album ebbe una certa risonanza dalla critica musicale dal momento che la prefazione dell'album fu firmata da Giulio Andreotti[1], all'epoca presidente della Casa di Dante in Roma. Consegue la laurea magistrale in Discipline Teatrali presso il DAMS dell'Università di Bologna e dopo gli studi di pianoforte e violino si diploma in composizione sotto la guida di Gianluca Podio al "Saint Louis" di Roma. È stato compagno di studi della pianista Federica Fornabaio.

Ha composto musiche per film e documentari pubblicando per Warner Chappell Music Italiana, Sony Music e Ala Bianca e collaborando con i produttori cinematografici quali Luciano Martino, Agostino Saccà, Pietro Innocenzi, Franco Scaglia, scrivendo musiche per film anche per produzioni americane, russe, ucraine e filippine. Ha scritto per RAI i doc-series dal titolo "I giganti" (20 puntate, edizioni musicali Sony Music) e il biopic Dario Fo e Franca Rame: la nostra storia (25 puntate) sulla storia d'arte e d'amore di Dario Fo e Franca Rame[2]. Inoltre i documentari RAI Esuli I e II, Lisbona la lucente, e Il tesoro di Edimburgo della regista Barbara Cupisti. Scrive le musiche per diverse puntate dei programmi RAI quali Report, Ballarò e Chi l'ha visto?.

Per le celebrazioni della canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, il Vaticano e Sky gli commissionano le musiche per il documentario che sarà trasmesso in 3D in tutto il mondo; partecipi dell'opera 3D anche Dario Fo, Giancarlo Giannini, il regista Pupi Avati e il calciatore Javier Zanetti.

Nel 2015 scrive parte delle musiche sull'installazione museale "Viaggio nei fori" per il Foro di Augusto da un'idea di Piero Angela.

Per il film La corrispondenza, Giuseppe Tornatore ed Ennio Morricone scelgono un brano composto da Franco Eco inserendolo nella colonna sonora originale del film.

In ambito teatrale è stato regista di diversi allestimenti teatrali, tra cui Il colore del sole di Andrea Camilleri con l'adattamento teatrale del drammaturgo Gian Maria Cervo, spettacolo che ha debuttato in anteprima nel 2016 al Piccolo Teatro di Milano.

Ha prodotto l'album Tra cielo e mare di Chiara Ranieri (X-Factor) il cui singolo Vedrai vedrai di Luigi Tenco e orchestrato da Eco è rimasto per una settimana secondo in classifica. Ha prodotto il documentario "Radio Migrante".

Dal 2015 è direttore artistico del ventennale Festival dell'Aurora, rassegna musicale che si svolge a Crotone.

Dal 2017 ricopre la carica di consigliere "attaché culturel" nel corpo diplomatico dell'Ambasciata del Benin curando i rapporti culturali tra il Governo del Benin, lo Stato italiano e la Comunità Europea.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TC&C, Musicalnews.com: Giulio Andreotti coinvolto in un progetto sinfonico e rock per la U.d.U. Records, su www.musicalnews.com. URL consultato il 3 marzo 2017.
  2. ^ Riceviamo e pubblichiamo, Eco firma le musiche per i documentari sulla vita artistica e biografica di Dario Fo e Franca Rame: in uscita altre importanti realizzazioni artistiche. URL consultato il 3 marzo 2017.
  3. ^ Redazione, Franco Eco vince il Premio Sonora 2014, su www.colonnesonore.net. URL consultato il 3 marzo 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]