Filovia Torino-Rivoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Filovia Torino-Rivoli
Servizio di trasporto pubblico
Rivoli filobus.jpg
Vettura in sosta al capolinea di Rivoli
Tipolinea filoviaria extraurbana
StatiItalia Italia
InizioTorino
FineRivoli
Apertura1955
Chiusura1979
 
GestoreCTREA (1951-1979)
ATM (1979)
Mezzi utilizzativedi
 
Lunghezza11,6 km
Diramazioniper Collegno (3,4 km)
per Grugliasco (1,3 km)
Mappa filovia Torino-Rivoli.png
Trasporto pubblico

La filovia Torino-Rivoli era una linea filoviaria che collegava Torino a Rivoli percorrendo il lungo rettilineo di corso Francia : dal tracciato originavano due brevi diramazioni, per Collegno e per Grugliasco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Scritta murale residua della Filovia sulla biglietteria di Corso Francia

Nel 1950 il consorzio che gestiva la tranvia Torino-Rivoli decise, a causa dell'obsolescenza della stessa, di sostituirla con una più comoda e moderna filovia, che permettesse frequenze maggiori e decongestionasse il traffico su Corso Francia[1].

Il progetto fu approvato dalla Giunta comunale di Torino nel giugno 1952[2].

La nuova linea venne attivata il 13 novembre 1955, e rispetto al vecchio impianto era più estesa, comprendendo anche due brevi diramazioni per Collegno e per Grugliasco, aperte nel 1958[3] [4] in ritardo a causa della mancanza di filobus tutti impegnati sulla linea principale. Anche il servizio risultò molto migliorato nei tempi di percorrenza e nelle frequenze: il tragitto da Torino a Rivoli era percorso in 20 minuti, contro i 35 del tram, ed erano possibili fino a 140 corse al giorno (una ogni quattro minuti)[5]. Erano previsti ulteriori prolungamenti (mai realizzati) da Rivoli per Rosta, Buttigliera Alta, Avigliana, Trana, Reano e Villarbasse, ritornando quindi a Rivoli[6].

Invece nel 1962 venne realizzato il prolungamento nella zona industriale di Grugliasco lungo il nuovo c. Allamano. [7]

La tratta extraurbana era elettrificata a corrente continua alla tensione di 1200 V, mentre la tratta urbana (fino al confine tra i comuni di Torino e Collegno) aveva una tensione di 600 V, identica alle reti filoviaria e tranviaria urbane.

La linea fu esercita fino al 1979 dal Consorzio Torino Rivoli Esercizi Autofiloviari (CTREA): in tale anno passò all'ATM che a novembre soppresse l'esercizio sostituendolo con autobus[8], progettando nell'anno 1980 la sostituzione con una linea tranviaria mai attuata.[9]

La parte urbana del tracciato è oggi servita dalla metropolitana di Torino, attivata nel 2006.

Mezzi[modifica | modifica wikitesto]

Numeri Anno Telaio Carrozzeria Parte elettrica Lunghezza Note
F.1 a F.24 1955-1964 Fiat 2405F Viberti TIBB 18000 mm
F.31 a F.34 1956-1958 Fiat 2405F Viberti TIBB 12000 mm

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La tranvia di Rivoli trasformata in filovia, in La Nuova Stampa, 9 ottobre 1952, p. 2
  2. ^ La tranvia di Rivoli soppressa per allargare il corso Francia, in La Nuova Stampa, 26 giugno 1952, p. 2
  3. ^ Archivio Storico Comune di Collegno, documenti vari nelle cartelle 8143 e 8144
  4. ^ Archivio Storico Comune di Grugliasco, delibera n. 18 del 04/03/1958
  5. ^ Incomincia un'era nuova per la storia di corso Francia, in Stampa Sera, 12 novembre 1955, p. 2
  6. ^ Tra due mesi in filovia a Collegno e Grugliasco, in Stampa Sera, 29 agosto 1956, p. 2
  7. ^ Archivio Storico Comune di Grugliasco, delibera n. 82 del 03/07/1962
  8. ^ Torino-Rivoli senza bigliettaio, in La Stampa, 24 novembre 1979, p. 15
  9. ^ Gianni Bisio, Il metrò da Rivoli a piazza Rivoli, in La Stampa, 8 febbraio 1980, p. 14

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Gregoris, Francesco Rizzoli, Claudio Serra, Giro d'Italia in filobus, Calosci - Cortona, 2003, pp. 54-55. ISBN 8877851937.
  • Giovanni Zampa, La Filovia Torino-Rivoli (1955-1979) e il CTREA 2ª edizione, Alzani - Pinerolo, 2017, ISBN 978-88-8170-571-9

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]